Aurora boreale: quando e dove vederla

L'aurora boreale è uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita. Ecco i luoghi strategici e il periodo più azzeccato in cui vederla

L'aurora boreale è anche conosciuta come aurora polare o australe, a seconda dell'emisfero in cui si verifica
L'aurora boreale è anche conosciuta come aurora polare o australe, a seconda dell'emisfero in cui si verifica
  • L'aurora boreale è anche conosciuta come aurora polare o australe, a seconda dell'emisfero in cui si verifica
  • Un fenomeno ottico disegna nell'atmosfera delle stupefacenti strisce color verde
  • L'aurora boreale è un fenomeno frequente a partire dalla fine del mese di novembre fino al mese di marzo. Qui, l'aurora in Islanda.
  • L'aurora boreale sul lago di Jokulsarlon, in Islanda
  • I colori tipici dell'aurora boreale sono il verde e il blu, ma non di rado si possono notare tinte rosa e gialle
  • Mousa Broch Northern Isles, Scozia
  • Kulusuk in Groenlandia, è uno dei punti migliori per osservare il fenomeno
  • Aurora boreale Alaska
  • Aurora boreale a Þingvellir National Park_@flickr_Arnar Valdimarsson
  • Birch Lake, Alaska
  • In Canada la zona del Lake Superior è un ottimo punto di osservazione per l'aurora boreale
  • L'aurora boreale sui fiordi norvegesi
  • Tromso, in Norvegia
  • Il riverbero dell'aurora boreale sulle nevi della Svezia
  • In Islanda, tra i ghiacci, l'aurora boreale risulta ancor più luminosa
Rimanere a bocca aperta dinanzi ad un momento che può definirsi mistico come l’aurora boreale. Uno spettacolo del genere dovrebbe essere vissuto e visto con i propri occhi almeno una volta nella vita. Dalla fine di novembre alla fine di marzo e alle latitudini 65-72 gradi, le particelle solari collidono con i gas atmosferici dando vita a scie luminose dai colori più strabilianti: è l’aurora boreale. I focolai luminescenti sono normalmente di colore verde, possono avere sfumature rosa o bianco ai bordi ma anche tinte blu-verdi, oro o più raramente possono essere di color rosso.

Quando vedere l’aurora boreale

Nel periodo compreso tra l’equinozio autunnale e quello primaverile, ossia tra il 21 settembre e il 21 marzo, il fenomeno si fa più frequente ma non vi è alcuna garanzia, le aurore boreali possono, infatti, rivelarsi per settimane e anche più volte nella stessa sera come nascondersi a causa della caduta intensa della neve. Naturalmente, più tempo ci si ferma ad osservare, più le probabilità aumentano.
Tenuto conto che nel biennio 2013-2014 si è avuto un aumento dell’attività solare, crescono le probabilità di godere del fenomeno. Il periodo di visibilità nell’emisfero nord va dall’ultima settimana di agosto fino a metà aprile, successivamente non cala il buio e il cielo è troppo luminoso per poter vedere qualcosa. Bisogna, dunque, salire di latitudine, nel Circolo Polare articolo o oltre, qui l’aurora boreale,  a dicembre e gennaio, culmina a mezzanotte e se c’è buona attività si vede a metà pomeriggio fino alle 2-3 di notte.

I luoghi migliori per vedere lo spettacolo

La Norvegia è interessata dal fenomeno luminescente in ogni angolo del suo territorio. Ci sono, però, dei luoghi in cui l’osservazione è ancor più strategica di altri: nella Norvegia del nord e al di sopra del Circolo Artico, più specificatamente nelle Isole Svalbard, sulle Isole Lofoten, da qui e a Tromsø si può vedere la stessa aurora boreale da due angolature differenti.
Secondo le statistiche, l’entroterra, con il suo clima più secco e il cielo limpido, offrirebbe buone opportunità di visione ma, alle volte, la costa per i forti venti che soffiano dall’est può rivelarsi un punto d’osservazione migliore.
Tra gli accorgimenti da osservare: il fenomeno risulta  più debole alle notti di luna piena e nei luoghi ad alta illuminazione; coprirsi bene è un’altra condizione indispensabile.

La top ten dei luoghi strategici per vedere l’aurora boreale

In una top ten l’Huffington Post elenca i luoghi più belli da cui ammirare lo spettacolo:

  • Alaska ed esattamente a Anchorage, Fairbanks, Yukon e Denali.
  • Danimarca, nell’arcipelago delle Isole Faroe, il punto più bello per vedere le luci verdi.
  • Scozia, a Aberdeen, nell’Isola di Skye, nelle Highland del Nord e a Dunnet Head.
  • Groenlandia, dove i punti più belli per le aurore boreali sono Kulusuk e Ammassalik.
  • Islanda, fuori Reykjavik, nel Þingvellir National Park.
  • Finlandia. A Luosto suona un allarme quando inizia l’aurora e il Northern Lights Research Center, nella vicina cittadina di Sodanklya, invia un messaggio agli hotel della zona.
  • Russia, nella zona Nord a Kola Peninsula, in corrispondenza della città di Murmansk.
  • Svezia. Il micro-clima svedese rende Abisko, nella Lapponia svedese, la zona migliore per vedere l’aurora boreale. Nell’Abisko National Park l’oscurità della notte permette visioni fuori dall’ordinario e il lago vicino, di 43 metri, crea il famoso Blue Hole di Abisko.
  • Canada, l’area più bella è tra Lake Superior nell’Ontario e la tundra nel Nord del Canada oltre alla cittadina di Whitehorse, nello Yukon.
  • Norvegia, a Svalbard, Finnmark, Tromsø e Alta. L’aurora boreale si rende visibile soprattutto nel Circolo Polare Artico e nella zona non per caso chiamata Northern Lights.


Vedi altri articoli su: Attualità | Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *