Armani SS 2016

Armani SS 2016: “fil rouge” tra stile classico ed eleganza contemporanea

Da Re Giorgio sale in passerella l’inaspettato, con lo stilista che propone una silenziosa rivoluzione di stile fatta di colori, forme e volumi ispirati a temi nautici e declinata in una collezione giovane, elegante e briosa, inconfondibilmente Armani

Nessuna dichiarazione di intenti, ma una rivoluzione silenziosa. La collezione primavera-estate 2016 presentata da Giorgio Armani alla Milano Fashion Week è un’evoluzione dell’estetica della maison che prende spunto da temi marinari per “salpare” verso nuovi orizzonti di stile, ma sempre nel nome di un’eleganza sofisticata e rarefatta.

Modern woman

Neppure Giorgio Armani è immune dalla pressione di essere al passo con i tempi e così ecco il desiderio, la necessità, di proporre qualcosa di inaspettato. “Si tratta di un’alternativa, un’evoluzione – ha spiegato, riferendosi alla filosofia e all’ispirazione della sua proposta per la primavera-estate 2016 – Tutti gli stilisti sono terrorizzati all’idea di disegnare vestiti da ‘sciura’. Perciò io non mi riferisco a una donna borghese, ma a una donna moderna, che vede quello che la circonda e, se è intelligente, lo fa diventare parte del proprio DNA“.

Il risultato è Fil Rouge, una collezione che parte da riferimenti marinari come i colori bianco, rosso e blu, le corde, le bandiere e tante – tantissime – righe per dare forma a capi che mescolano forme asciutte e ampie, linee dritte e ondulate, tessuti semplici ed estremamente lussuosi.

L’eleganza è fluida, senza sforzo, ed è rappresentata da larghi short e pantaloni lunghi, gonne corte o al ginocchio il cui movimento lieve è dato dal taglio e dalle cuciture, top scivolati, maxi t-shirt e vestiti che valorizzano le forme pudicamente. E naturalmente dalle giacche, indiscutibile signature look dello stilista, che nella proposta per la prossima stagione le rende ancora più morbide, più aderenti e sensuali.

L’insieme è un incantesimo di grazia e bellezza che conquista e ribadisce con garbo – quasi sottovoce – il titolo di Re Giorgio e la sua grande, inarrivabile, bravura.

Il gioco del colore, dei volumi e delle lunghezze

E’ un gioco la collezione SS 2016 di Armani. Un gioco di metamorfosi, scoperte, ritorni, scommesse, proposte. Ma soprattutto di colore e volumi.

Il “filo rosso” del nome è reale e intesse trame in tinta unita, che risplendono in sfumature di fiamma, ceralacca e geranio e digradano in tonalità pallide, oppure melange, a contrasto e geometriche con bianco, panna, grigio perla, blu e nero.

Un moto ondoso di nuance e suggestioni che crea una vera e propria malia, seduce e cattura lo sguardo, creando un gioco di specchi con i volumi e le lunghezze.

Lo stilista infatti ancora una volta si diverte ad accostare maxi e mini, corto e lungo e sovrappone strati di peso e consistenza diversi, fino a ottenere un perfetto equilibrio in movimento.

Ti potrebbe interessare anche

TV

La prima puntata di “Una vita in bianco” con Giulia De Lellis: guardate l’anteprima!

TV

Al via Fake – La Fabbrica delle Notizie: il primo programma dedicato alle bufale condotto da Valentina Petrini

Shopping

Come risparmiare su tutto con il cashback

TV

Quando esce la casa di carta 4

Viaggi

Un assaggio d’Irlanda in autunno

Celebrity

Joker: tutti gli attori che lo hanno interpretato

Celebrity

Chi è la regista del film su Chiara Ferragni: Elisa Amoruso

Celebrity

Apple Martin: chi è la figlia di Gwyneth Paltrow

Come diventare bagnino e cosa fare per prendere il brevetto
Lavoro

Come diventare bagnino e cosa fare per prendere il brevetto

Un lavoro che può essere svolto tutto l’anno, sia all’aperto che al chiuso. Ecco come fare per prendere il brevetto da bagnino.

Leggi di più