Animalia in mostra, tra sogno e realtà

Visionnaire mette in mostra a Milano un bestiario particolare: dal 2 ottobre al 31 gennaio un'esposizione dai toni sognanti con scintillanti quadri in plexiglass e sculture chimera

Farfalla - Micheal
Farfalla - Micheal
  • Farfalla - Micheal
  • Geco - Micheal
  • HFEA 020213 - Enrico T. De Paris
  • Leopardo - Micheal
  • Medusa - Micheal
  • HFEA 070713 - Enrico T. De Paris
  • Pesce Scorpione - Micheal
  • HFEA 010113 - Enrico T. De Paris
  • Camaleonte - Micheal
  • HFEA 040413 - Enrico T. De Paris
  • Cavallino - Micheal
Una foresta onirica abitata da animali luminosi e un mare che brilla per i colori dei suoi pesci. La stanza delle meraviglie di Visionnaire, design gallery di Milano, mette in mostra nel suo nero vellutato un bestiario curioso, dove la metamorfosi concettuale ed estetica incontrano il mondo animale. Animalia, in esposizione a ingresso libero dal 2 ottobre 2013 al 31 gennaio 2014 in piazza Cavour 3, raccoglie una selezione delle migliori opere di Micheal e una produzione inedita di Enrico T. De Paris: “un’esposizione che richiama lo spirito taylor made di Visionnaire, nata dieci anni fa con l’idea del gotico rivisitato” come ha commentato Marco Morandini, curatore della mostra.

Metamorfosi e nuove chimere

Un rinoceronte, un leopardo, un riccio e uomini e donne: il mix delle sculture di Enrico T. De Paris sorprende e interroga chi le guarda. “Tre anni fa il governo inglese ha liberalizzato le cellule chimera, ovvero quelle cellule dove viene mescolato il dna umano con quello animale. Un fatto che mi ha profondamente turbato, ma anche stimolato. Da qui è nato questo lavoro, che pone un problema, ma con ironia” ha spiegato lo scultore, che ha realizzato queste opere con materiali di recupero. “Le mie sculture che mescolano uomini e animali creano delle chimere contemporanee. Ormai nella realtà sembrano non esserci più limiti e l’uomo cerca di avvicinarsi a Dio”. HFEA e alcuni numeri. Anche i titoli delle sculture sembrano essere misteriosi. “HFEA è il nome dell’autority inglese, mentre i numeri sono la data in cui ho terminato l’opera”.

Vetri, cristalli e animali onirici

Se al centro della stanza delle meraviglie di Visionnaire ci sono le sculture chimera, le sue pareti sono foderate da animali onirici frutto dell’ispirazione di Micheal, artista appassionato di fotografia, che sperimenta la combinazione di immagini e diversi materiali. Così le ali della farfalla si ricoprono di materiali preziosi, vetri e cristalli Swarowski, sottolineandone la naturale bellezza ed eleganza. Il camaleonte vi sorprenderà: verdi, azzurri e gialli si increspano in una tempesta di cristalli che terminano nel ricciolo della coda. La medusa sembra meno pericolosa con i tentacoli ricoperti di cristalli rosa, quasi ammaliante. Le foto degli animali sono elaborate digitalmente, stampate su plexiglass, dopodiché avviene l’intarsio dei materiali. Come nasce questa passione? “Mio padre aveva un negozio di grafica d’autore – spiega Micheal – e i quadri su plexiglass mi piacevano molto. Ero sempre a contatto con artisti e così un giorno ho sperimentato”.


Vedi altri articoli su: Cultura | Eventi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *