10 cose da vedere a Napoli

La città partenopea è una ricchezza di colori, sapori e tesori artistici. Ma anche una città viva e tutta da vivere. Ecco cosa non potete perdervi di Napoli.

Il Vesuvio, a Napoli.
Il Vesuvio, a Napoli.
  • Il Vesuvio, a Napoli.
  • Il Vesuvio visto dal satellite
  • L'eruzione del 26 aprile 1872
  • Basilica di San Lorenzo Maggiore
  • Basilica di San Lorenzo Maggiore
  • Basilica di San Lorenzo Maggiore
  • Duomo
  • Duomo
  • Piazza Plebiscito
  • Maschio Angioino
  • Spaccanapoli
  • Galleria Borbonica
  • Il Lungomare
  • Pompei
  • Pompei, Tempio di Apollo
  • Pompei: la battaglia fra Pompei e Nocera
  • Ercolano

Napoli, la città del mare e del cielo, della folla e della calma, della pizza e del caffè, di Totò e di Peppino: è una città caleidoscopica che non vi deluderà al di là di tutte le sue contraddizioni, perché è soprattutto una città vera.

Volete fare un viaggio a Napoli per scoprire qualcosa di nuovo ed interessante? Ecco le dieci cose che non vi potete assolutamente perdere, almeno… secondo noi!

Il Vesuvio

Scontato? Sicuramente no, se pensate che non è certo usuale trovare una città che nel suo “carniere” di bellezze annovera addirittura un vulcano. Ma non un vulcano qualunque, uno dei più affascinanti, studiati e protetti del mondo, circondato da uno straordinario Parco Nazionale dall’elevatissimo valore storico, geologico e naturale. Insomma, anche se si trova più propriamente a sud-est della città metropolitana di Napoli, rimane meta da non perdere.

Piazza del Plebiscito

Il “cuore” della città, per molti versi il suo simbolo sociale e culturale. Piazza del Plebiscito è con i suoi oltre 25.000 metri quadri di superficie una delle piazze più importanti non solo della regione ma dell’Italia intera. Imperdibile.

Basilica di San Lorenzo Maggiore

Uno splendore unico, in un concentrato di spiritualità, cultura, arte e storia.

La Basilica di San Lorenzo Maggiore è il cuore spirituale di Napoli, ubicata in pieno centro e il cui inizio della costruzione risale al 1235. In essa sono custoditi alcuni tesori dell’arte cittadina che si possono ammirare fra le maestose navate della basilica, ma anche raccolte nel Museo dell’Opera di San Lorenzo che ha sede nel convento annesso alla chiesa e che comprende anche l’accesso agli scavi archeologici greco-romani risalenti al I secolo.

Spaccanapoli

Non c’è un modo di capire e vedere la vera Napoli migliore di percorrere quella via che letteralmente taglia in due la città dai Quartieri Spagnoli a Forcella.

Spaccanapoli è la storia di Napoli, antica quanto lei: è infatti il decumano più vicino al mare che costituiva l’ossatura della città romana. Percorrerla è una delle cose che, se siete a Napoli, non potete assolutamente evitare di fare. È la Napoli più autentica, con i suoi alti ed i suoi bassi, le sue bellezze e le sue contraddizioni. Per non parlare dei sapori, i colori, i profumi e le atmosfere.

La Cattedrale

Il Duomo di Napoli, intitolato a Santa Maria Assunta è un’altra tappa obbligata di una visita nella città di Pulcinella.

La chiesa, sede della arcidiocesi, è un gioiello artistico la cui costruzione risale al XIII secolo ma, soprattutto, ospita al suo interno due cappelle nate come autonome rispetto ad essa ma ormai divenutene parte integrante: Santa Restituta con il fonte battesimale più antico di tutto l’Occidente, e quella del Tesoro di San Gennaro, che conserva le reliquie del santo e che è teatro del celeberrimo ed annuale rito dello scioglimento del sangue.

Il Maschio Angioino

È vero, anche questo suggerimento non è originale, ma fra le dieci cose da vedere a Napoli non ci può non essere il Castel Nuovo, la fortezza medievale che domina Piazza Plebiscito e che uno dei simboli stessi della città, racchiudendone non solo tracce di storia importantissime, ma anche gli splendori della città al tempo del Regno delle Due Sicilie.

La Galleria Borbonica

Napoli è sorprendente, ma forse ancora più sorprendente è il dedalo di tunnel e cunicoli che ne segnano il sottosuolo: fra questi la Galleria Borbonica, un’incredibile opera di difesa che sorge nei dintorni del Palazzo Reale e che fu voluta da re Ferdinando di Borbone nell’800 per assicurarsi una rapida via di fuga verso il mare qualora fosse stato necessaria l’evacuazione della reale famiglia. Visitarle è un’esperienza suggestiva ed originale che regala la vista di una Napoli diversa.

Via Caracciolo ed il Lungomare

La passeggiata per antonomasia, il lungomare per eccellenza, quello che costeggia tutta la costa regalando viste mozzafiato fin sul Vomero e su Posillipo. Via Caracciolo porta il nome di un errore della storia partenopea, l’ammiraglio Francesco Caracciolo ucciso nel 1799 da Orazio Nelson impiccato al pennone più alto della sua nave.

Pompei ed Ercolano

Sì, è vero, in realtà stiamo un po’ forzando perché questi due luoghi incredibili, scolpiti nella storia non sono propriamente a Napoli. Ma se il soggiorno nella città partenopea vi mette a disposizione il tempo necessario, non esitate ad andare a vedere questi straordinari scavi archeologici annoverati fra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

La vera pizza napoletana

È vero, non si tratta di un “luogo da vedere”. Ma a suo modo è una tappa obbligata. Se non avete mai mangiato una “vera” pizza di Napoli vi accorgerete che è qualcosa di assolutamente diverso da tutte le pizze che avrete assaggiato nella vita. Dove andare ad assaggiarla? Secondo il quotidiano Il Mattino, che di Napoli se ne intende, potete scegliere fra “La Figlia del Presidente”, Starita od Oliva Concettina ai Tre Santi.

A proposito di cibo: scopri cosa offrono le altre città italiane! Ecco i migliori ristoranti di Firenze, Venezia e Torino!

 

Photo Credit: Nicola, Luca Aless, Lalupa, Berthold Werner, Saliko, Mentnafunangann,


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *