I 10 ristoranti più romantici a Torino

Dieci ristoranti a Torino per una serata in intimità per stare insieme in una cornice romantica e rilassante

Mole antonelliana
Mole antonelliana
  • Mole antonelliana
  • Ristorante Del Cambio
  • Ristorante Del Cambio
  • Al Garamond
  • Al Garamond
  • Al Garamond
  • Ristorante Porta di Po
  • Bordò
  • Uno dei piatti di Bordò
  • Bordò
  • La Limonaia
  • La Limonaia
  • La Limonaia
  • Contesto Alimentare
  • La sala del ristorante Contesto Alimentare
  • Castello di Pavone
  • Castello di Pavone
  • Dolce Stil Novo
  • Dolce Stil Novo
  • Dolce Stil Novo

Torino, capitale sabauda, fatta di reggie e di castelli. Torino con le luci, con i sampietrini e le fontane. Torino con l’ottimo cibo, il cioccolato, le piole, i profumi che scappano dalle finestre del piano terra. E ancora Torino con le notti bianche, la gente per strada, la voglia di trovarsi in qualche bar.
Altro che capitale industriale, Torino sa far ben innamorare chi ci capita!
Dopo la lista dei 10 ristoranti più romantici di Milano, ci spostiamo verso ovest alla ricerca di romanticismo.

Del Cambio

Uno dei locali storici, dove si riuniva e si riunisce la Torino bene. Lampadari con gocce di cristallo, vetrate antiche in pieno centro e tutta l’arte data dall’esperienza di quasi 300 anni di storia. Un luogo di incredibile fascino che potrebbe persino spingere a dichiarazioni compromettenti presi dal romanticismo. Insomma, un luogo magico anche se non certamente economico (la magia si paga, purtroppo): i piatti del menu à la carte si aggirano tra i 20 e i 30 euro, il menu degustazione, che però comprende parecchie portate, ne costa 110.

Ristorante Sotto la Mole

Per rimanere sempre in centro a Torino, in un altro luogo suggestivo della città, il Ristorante Sotto la Mole è proprio… sotto la Mole Antonelliana. E non si può dire che la Mole, illuminata in notturna, non sia assolutamente romantica.
L’arredamento è più rustico, ma il cibo è di primissima qualità: è infatti uno dei migliori ristoranti di Torino.
I prezzi non sono altissimi: à la carte vanno dai 12 ai 25 euro, mentre il menu degustazione è di 34 euro.

Al Garamond

Sempre vicino alla Mole, in un palazzo ottocentesco troviamo Al Garamond: soffitti di mattoni a volta, luci soffuse, cucina pregiata e un’atmosfera accogliente. Non mancano i piatti tipici come gli agnolotti del “Plin”, ma anche pesce e carne non sfigurano affatto: la scelta delle materie prime è sicuramente primaria e di qualità.
Prezzi à la carte dai 10 ai 30 euro, degustazioni dai 38 ai 75 euro.

Porta di Po

Senza allontanarsi dal centro, ci si può fermare a Porta di Po, connubio perfetto tra tradizione e modernità: cucina piemontese rivisitata, stile minimal con dettagli di gusto e location meravigliosa (Piazza Vittorio Veneto). Tutti gli ingredienti giusti per una serata a due indimenticabile.
Menu degustazione a 36 euro, prezzi à la carte dai 13 ai 40 euro.

Bordò

Cucina eccellente, tavoli rustici in legno, ambiente retrò, grande accoglienza: ma cosa rende Bordò ancora più romantico? Il vino e gli eventi in esterna. In estate giardini, buffet e candele sotto le stelle, tutte cose che smuoverebbero anche il più arido dei cuori. In più Bordò è anche enoteca e loro sì, che lo sanno scegliere il vino!
Prezzi abbordabili dai 10 ai 30 euro – a meno che non ordiniate mezzo chilo di Chianina – menu degustazione a 33 euro più vari eventi dedicati a cucine particolari durante tutto l’anno.

La Limonaia

Un ambiente che mescola elementi moderni e classici con sapienza, un giardino di limoni, ma non solo, una cucina innovativa ed affascinante: la Limonaia ha tutti gli ingredienti per farsi amare e far amare.
Un vero e proprio laboratorio fatto di profumi, sapori, aromi e gusti che intorpidirà i sensi e ammorbidirà le resistenze: da non perdere.
Prezzi à la carte tra i 10 e i 20 euro.

Contesto Alimentare

Contesto alimentare è un luogo per chi preferisce le atmosfere contemporanee: soffitti nude, pareti e sedie bianche, lampadine libere. Ma soprattutto una cucina sperimentale di alto livello. Non per tutte le coppie, certo, ma per quelle giuste un luogo di fascino e  di intraprendenza che sa sedurre con accostamenti particolari e non scontati.
Prezzi à la carte tra i 10 e i 20 euro, due menu degustazione, uno da 23 e uno da 33 euro.

Dadò

Dadò è il prototipo del romanticismo vecchia maniera, un po’ alla Lilli e Vagabondo: tovaglie immacolate, volte di mattoni rossi, mobili e dettagli in ferro battuto. Un posto intimo per una serata con la vostra dolce metà!
Menu à la carte di pesce.

Castello di Pavone

Volete una serata in cui farla sentire una vera principessa? Direi che un castello fa al caso vostro. Un po’ fuori Torino, in provincia, troviamo il Castello di Pavone con il suo ristorante dall’aria medievale. Archi, ponti levatoi, affreschi, ballate, soffitti a cassettoni e lume di candela. Se non è romantico questo!
Menu à la carte e munì degustazione speciali, anche dedicati agli innamorati.

Dolce Stil Novo

Se vogliamo rimanere nell’ambiente castello, ma senza abbandonare il look moderno e la cucina contemporanea, Dolce Stil Novo, il ristorante alla Reggia di Venaria, sempre fuori Torino, fa al caso vostro. Non è da tutti mescolare antico e moderno, ma Dolce Stil Novo ci riesce perfettamente creando un luogo romanticissimo in una cornice favolosa. Per non dimenticare la cucina, di prima classe!
Menu degustazione da 38 a 90 euro, menu à la carte da 20 a 30 euro.


Vedi altri articoli su: Attualità | San Valentino |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *