Problemi di rabbia: 10 modi per gestire questa emozione

Per tutte quelle che hanno problemi di rabbia ecco 10 trucchi per imparare a gestire al meglio questa emozione.

Ragazza arrabbiata
La rabbia è una delle emozioni fondamentali, insieme con la gioia, la paura, il disgusto e la tristezza.

Ultimamente ti capita sempre più spesso di non avere il controllo su ciò che ti fa arrabbiare? Ecco come fare per poter vivere in modo più sano anche le emozioni negative come la rabbia e lo stress.

1. Non reprimere la rabbia

La rabbia è un’emozione umana e come tale non deve essere repressa, ciò che possiamo fare è invece imparare a gestirla al meglio. Di certo non possiamo, in modo incontrollato, liberare i nostri impulsi, ma non possiamo nemmeno impedire a questo sentimento di non esprimersi, poiché, così facendo, potremmo avere conseguenze negative anche su noi stessi: infatti, è abbastanza noto che il nostro corpo reagisce in modo negativo quando soffochiamo un sentimento (ad esempio con dolori allo stomaco).

2. Razionalizzare

Prima di capire come esprimere nella maniera più consona la propria rabbia è importante capire ciò che la genera. Analizzare i motivi che ci hanno portato a reagire impulsivamente è fondamentale. Ad esempio, possiamo chiederci cosa, di preciso, ha scatenato una nostra reazione eccessiva, se ci sono delle costanti che ci infastidiscono (dei particolari comportamenti, delle specifiche cose che ci vengono dette, etc.).
Insomma, dobbiamo imparare a razionalizzare, così da poter riconoscere alcune situazioni che ci danneggiano.

3. Capire i segnali

Una volta che abbiamo riconosciuto e compreso cosa maggiormente ci porta a reagire in modo negativo, possiamo iniziare a prevedere l’arrivo della rabbia rispetto alle situazioni in cui ci troviamo. Ad esempio, possiamo allontanarci dal posto in cui siamo e dalla situazione che ci sta infastidendo, respirare profondamente e provare ad affrontare la situazione razionalmente.

4. Dialogare

A questo punto, se è una persona a provocarci rabbia bisogna assolutamente iniziare a dialogare e mostrare il nostro disappunto in modo civile, conversando ed esprimendo le nostre idee: se sappiamo di subire un torto possiamo, in modo tranquillo, farci valere. Urlando, non otterremmo nulla se non altra rabbia, senza nemmeno giungere ad una soluzione favorevole per noi.

5. Spostare l’attenzione

Un altro modo per distoglierci sul momento è quello di dirottare i nostri pensieri su altro. Se proprio non possiamo allontanarci dal posto dove siamo, e provare a calmarci in altri modi, pensiamo, ad esempio, a qualcosa che ci fa stare bene: un posto, una persona, un bel ricordo.

6. Fare attività rilassanti

Un metodo per curare la rabbia è sicuramente quello di dedicarci ad attività che liberano la mente, come ascoltare musica rilassante (mentre per alcuni, al contrario, può avere un effetto positivo ascoltare musica più movimentata), dipingere, fare yoga, cucinare: l’effetto positivo è assicurato.

7. Scaricare la tensione

Un altro modo per liberare la nostra rabbia è quello di lasciarla andare via attraverso uno sforzo fisico: corsa, palestra, piscina e, perché no, box: dopo un po’ ci sentiremo molto più liberi e rilassati.

8. Sdrammatizzare

Provare a guardare la cosa da un altro punto di vista e, perché no, riderci su, può aiutare a non farsi trascinare. Magari, così facendo, riusciamo anche a ridimensionare il motivo della nostra ira.

9. Confrontarsi

Provare a parlare con qualcuno a noi caro delle nostre emozioni e chiedere un parere obiettivo sulle cose che maggiormente ci fanno arrabbiare può esserci d’aiuto sia a capire come affrontare la situazione, sia a renderci conto se stiamo ingigantendo un problema di minore entità.

10. Chiedere aiuto

Nel caso in cui il nostro problema con la rabbia ci risulti invece difficile da gestire in modo autonomo, non bisogna esitare nel chiedere aiuto ad uno specialista, con il quale possiamo intraprendere un percorso personale di miglioramento.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *