Pausa di riflessione, come affrontarla

La vostra coppia è giunta alla fatidica pausa di riflessione? Scopri quali sono i possibili motivi che vi hanno spinto a questa scelta e come affrontare il periodo di distacco

Pausa di riflessione
È arrivato il momento della pausa di riflessione? Affrontala nel modo giusto

Il tuo ragazzo ha chiesto una pausa di riflessione dal vostro rapporto? O sei tu ad averne bisogno?
In qualsiasi caso prima di affrontare una pausa di riflessione è bene comprendere a cosa stiamo andando incontro. I motivi che hanno innescato questa richiesta possono essere davvero tanti, ma attenzione perché un periodo di distacco può avere risvolti non del tutto positivi.

La fatidica pausa di riflessione non sempre è utilizzata come seconda chance per un rapporto di coppia anzi, molto spesso viene vista come una via di fuga prima di chiudere una relazione senza subirne troppo i sensi di colpa. Ma è possibile rendere questo periodo di time out un’occasione di crescita per la relazione? Quali sono i motivi che ci spingono a richiederlo?

Pausa
Cosa ti ha portato a richiedere una pausa dal vostro rapporto? Rifletti sui tuoi sentimenti
La pausa di riflessione solitamente si verifica quando uno dei due componenti della coppia non è più sicuro dei propri sentimenti o quando la relazione sta passando un periodo burrascoso e nessuno dei due partner sembra riuscire a mettere fine a questo continuo disagio. Nelle coppie non del tutto consolidate, la pausa di riflessione può essere anche un segnale d’allarme prima dell’inevitabile fine del rapporto; in quelle più consolidate, invece, spesso si rivela un buon punto di partenza grazie al quale dare una seconda chance all’amore (se di vero amore si tratta, naturalmente!).

Un altro motivo per cui sentiamo la necessità di richiedere un periodo di distacco è il recupero della nostra identità. Se il rapporto portato avanti fino ad oggi ci ha viste in completa simbiosi con il partner è possibile che la nostra psiche sia arrivata a un punto di rottura e ribellione, con la conseguente necessità di riprendere i nostri spazi e coltivare nuovamente le nostre passioni (lasciate in disparte per troppo tempo).

Come affrontare una pausa di riflessione?

La pausa di riflessione è un momento in cui tutti i rapporti con il partner vengono “soppressi”. Perciò se siete voi a richiedere questo “silenzio” fate in modo di mantenere un perfetto distacco dalla persona amata, se invece è il vostro partner ad averne l’esigenza non vi aspettiate che si faccia sentire tutti i giorni come in un normale rapporto. Assolutamente vietato quindi assillarlo con messaggi o chiamate che potrebbero rovinare del tutto la relazione.

Il periodo di stallo, in cui entrambi i componenti della coppia vengono messi alla prova, non deve però durare oltre un certo intervallo. Se, dopo due/tre settimane, non sentite l’esigenza di ricreare la vostra vita di coppia è chiaro che per voi l’amore è terminato. Perciò è giunto il momento di affrontare con coraggio il problema e chiudere con tutta onestà il rapporto. Lo stesso accade nel caso in cui del partner non si hanno più notizie da circa un mese. Evidentemente non è stato in grado di parlarvi chiaramente e dirvi che per lui è tutto finito. Voltate pagina immediatamente!

Come ovvio il periodo di pausa non deve essere vissuto come un ritorno allo status di “single”. Perciò se venite a conoscenza che il vostro partner ha approfittato di questo momento per fare i “propri comodi” è giunto il momento di far sentire la vostra voce e far valere i propri sentimenti. In poche parole non è il partner adatto a voi, mettete fine a questo rapporto ora!

È possibile rendere costruttiva una pausa di riflessione?

Perché il periodo di distacco sia utile e costruttivo è bene seguire qualche piccolo accorgimento. Come prima cosa cercate di contrattare insieme non solo la pausa di riflessione, ma anche le modalità con cui viverla (durata, eventuali contatti, libertà concesse… etc).
Inoltre tenete entrambi presenti che durante questo periodo è necessario interrogarsi e riflettere sui propri sentimenti e sugli eventuali errori che hanno portato questa rottura temporanea.
Una volta terminato il distacco confrontatevi discutendo sulle sensazioni che avete provato, sulle emozioni che vi sono mancate, su come avete vissuto i giorni trascorsi, ma soprattutto sulle consapevolezze raggiunte che vi porteranno quindi a prendere la decisione finale:
il vostro rapporto durerà ancora o è giunto al termine?


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

  • Tizio

    Salve la mia ragazza ha chiesto una pausa di riflessione di un mese. ha detto che non possiamo ne sentirci ne vederci (era molto arrabbiata). Sono venuto però a conoscenza che un piccolo sms potrebbe essere gradito, è dura e un pò sofferente!!!! Ha detto che devo esprimere me stesso!!! io mi sento di scrivere una piccola riga e basta, dato che siamo quasi a metà pausa!!! che mi consiglia?

  • Mariangela

    Sono fidanzata da due anni con questo ragazzo e nonostante mteplici volte mi abbia chiesto di allontanrmi un po e farmi una vita a prescindere da lui,non l ho mai fatto.Lui per motivi di lavoro è stressato e impegnato e ultimamente stando sempre con lui sul lavoro,più si allontanava più lo stavo “addosso”.Lui è cambiato nella quotidianità, con me e sul lavoro. Era un periodo no ma non ho mai dubitato dei sentimenti.Litigi,ma anche momenti tranquilli.Una settimana fa ha deciso di prendersi la pausa di riflessione in modo freddo e brusco.So di aver sbagliato,secondo amici lo vedono strano,silenzioso.Secondo voi è possibile un altra chance?Può tornare da me anche se l ho portato all esasperazione?

  • selena

    io e il mio ragazzo stiamo insieme da un anno..
    e adesso dopo un periodo troppo burrascoso abbiamo deciso di prendere una pausa. non so se vantaggiosa. voi che dite?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *