Taglie preservativi: guida alla grandezza e dimensioni dei condom

Taglie preservativi: guida alla grandezza e dimensioni dei condom

Esistono tante marche e modelli diversi di preservativi, come fare per scegliere quello giusto? Seguite la nostra guida alle taglie preservativi.

-
18/02/2020

Una delle domande maschili alle quali è difficile dare una risposta certa è quella che riguarda le taglie dei preservativi. Quando un ragazzo inizia a pensare ai primi rapporti sessuali, ecco che immancabile, arriva il problema preservativo. Sembra una cosa banale: vai in farmacia o al distributore automatico (se proprio ti vergogni), e compri quello che ti serve. Ma, cosa ti serve? Quale marca? Quale modello?

Per alcuni uomini comprare una macchina è più facile che scegliere il preservativo giusto. In effetti, nonostante l’educazione sessuale, nonostante i vari tutorial su internet, per un ragazzo alle prime armi è molto complicato trovare il preservativo giusto. E allora? Come fare?

Tanti marchi, tanti modelli

Comprare i preservativi non è roba da poco. Esistono sul mercato tantissime marche e tantissimi modelli diversi. Per forma, colore, gusto ma soprattutto taglie preservativi, come i vestiti. Ecco, magari questo è un problema che riguarda marginalmente le donne o comunque solo una parte di esse. Non a tutte fa piacere andare a comprare il condom e preferiscono che di certe cose si occupi il partner. Ma proviamo a metterci nei loro panni. Noi cosa sceglieremmo se dovessimo comprarlo al posto loro? Se il rapporto è già rodato sicuramente sai cosa comprare, ma se è la prima volta?


Leggi anche: Guida alle taglie di abbigliamento dei neonati

Taglie preservativi: una panoramica

“Uno per tutti” non vale con il condom. Non esiste un modello standard o una marca che vada bene per ogni uomo. Ogni prodotto è diverso dall’altro. Ecco perché è importante individuare quello adatto per sé. Deve calzare bene, deve essere della grandezza adeguata e, cosa non da poco, deve piacere anche a lei. Sì, perché non sottovalutate il fatto che se il preservativo va bene a lui vada bene anche a lei. Non stiamo parlando di possibili infezioni o di allergie, ma semplicemente di gusti. Ci sono modelli più lubrificati e altri meno, modelli stimolanti per lui, per lei o per entrambi che però possono dare fastidio alla donna, invece di dare piacere. 

Come si fa a capire la taglia dei preservativi 

Se ti accingi ad avere dei rapporti sessuali e non sai che preservativo scegliere, ma soprattutto non sai quale è adatto a te, l’unica via è quella di provare un po’ di marche e di modelli. È anche inutile chiedere dei consigli a parenti, amici o specialisti, anche perché la grandezza e la forma del tuo pene sono solo tue e non è detto che il condom che si adatta perfettamente al tuo amico sia giusto anche per te. Puoi provare diverse marche e diversi modelli così da essere in grado di scegliere meglio qualcosa che possa aiutarti nel piacere sessuale. La scelta non è facile e non è neanche casuale.

Come scegliere il preservativo adatto

Dopo aver valutato la misura del tuo pene in erezione e la sua forma potrai avere un’idea più chiara di cosa comprare. Ti solleviamo dall’imbarazzo di andare a fare quattro chiacchiere con il farmacista mentre tutti ascoltano la tua conversazioni sulle tue parti intime, possiamo aiutarti con una guida alle taglie preservativi per scegliere meglio o almeno avere un’idea più corretta di quello che potrebbe fare per te.

Guida alle taglie

Adesso devi proprio agire in maniera certosina e misurare il tuo pene. Questa volta non per goliardia ma per necessità. Non serve barare, anche perché ne va del tuo rapporto sessuale. Dunque ti serve un metro pieghevole, tipo quelli da sarta, che sono molto morbidi e misurare la circonferenza del pene prendendo la misura a metà dell’asta con il pene in erezione. Adesso il gioco è fatto. Una volta conosciuta la dimensione della tua circonferenza potrei facilmente scegliere le taglie preservativi più giuste per te.

Taglie preservativi in centimetri

Con un semplice schemino puoi imparare ad individuare il preservativo giusto, comprarlo e provarlo. La prima volta puoi farlo da solo, per vedere se ti sta bene, e poi puoi provarlo con la tua metà.

Circonferenza Taglia
7-10 cm XS
10-11 cm S
11-11,5 cm M
11,5-12 cm L
12-13 cm XL
13-14 cm XXL
14-15 cm XXXL

La larghezza nominale

Purtroppo sulle scatole dei preservativi non sono indicate, come riferimento, le dimensioni del pene in erezione. È invece riportata la larghezza nominale, quindi ti toccherà fare un piccolo calcolo, dopo aver misurato la tua circonferenza e aver capito la tua taglia.

Larghezza nominale Taglia
47 mm XS
49 mm S
52 mm M
57 mm L
60 mm XL
64 mm XXL
69 mm XXXL

Taglie preservativi Durex

Tra i marchi più conosciuti di preservativi c’è sicuramente Durex. I modelli in commercio sono davvero tanti, dunque il consiglio è di cercare di provarne almeno due o tre tipologie diverse, in quanto le differenze potrebbero essere sostanziali. Ecco la tabella con le taglie dei preservativi Durex:

Modello

Lunghezza (cm)

Larghezza (cm)

Pleasuremax

19,5

5,5

Settebello

17,8

5,2

Tropical

19,5

5,5

Contatto

20,5

5,5

Defensor

17,8

5,6

Performa

17,8

5,5

Love

19,0

5,2

Jeans

20,5

5,6

Sync

20,5

5,6

Comfort XL

21,5

5,7

Invisible

17,8

5,2

RealFeel

18,0

5,5

Non è finita    

È quasi fatta ma non è ancora finita. Tutte le marche sul mercato hanno i vari modelli con le varie dimensioni ma non con tutti i modelli ti troverai a tuo agio. Prova quelli della tua grandezza e della tua larghezza nominale così da scremare un po’ la scelta e poi non ti resta che provare la forma di ogni preservativo su te stesso. Magari sarà buona la prima, magari no e dovrai provare più volte. Magari ti sembra complicato ma ne vale la pena.

Quanto deve stringere il preservativo 

Il preservativo è più efficace e sicuro se: copre tutta la lunghezza del pene; non si sfila; non stringe troppo. Un preservativo troppo corto rischia infatti di sfilarsi, rendendo del tutto vano il suo utilizzo. Stesso discorso se è troppo largo alla base. Dunque, quanto deve stringere un preservativo? Un condom troppo stretto non solo è più difficile da indossare e altrettanto fastidioso per chi lo indossa. Può essere addirittura doloroso e anche più soggetto al rischio di rottura.

La larghezza nominale deve essere un po’ più piccola rispetto alla larghezza “schiacciata” del pene. Per calzare bene, dunque senza sfilarsi e senza stringere troppo, il preservativo dovrebbe essere largo tra il 10% e il 30% in meno rispetto al pene. Indicazione valida per i preservativi in lattice o in poliisoprene. Quelli in poliuretano e polietilene, invece, sono meno elastici.

Maura Corrado
  • Scrittore e Blogger