Coppia in crisi

Perché non accanirsi quando una relazione non funziona più

Se un rapporto di coppia non funziona più, non lo si può far funzionare a tutti i costi. Accanirsi non è mai una buona soluzione e ci sono validi motivi per non farlo.

Purtroppo la frase che ci hanno insegnato le favole lette da bambine “vissero per sempre felici e contenti” non è sempre vera e quando da donne scopriamo di essere state truffate dalle eroine delle favole, il più delle volte fatichiamo ad accettarlo.

Che si tratti di una relazione lunga, un matrimonio o una convivenza è sano per entrambi, quando le cose sono irreparabili, prendere altre strade e darsi di nuovo la possibilità di essere felici. Spesso si tende a tergiversare, si resta in una relazione insoddisfacente per numerose ragioni: la paura di restare soli, di soffrire, la tristezza per un’ideale tradita storia d’amore. Ecco i motivi per cui accanirsi, quando si è provato a risolvere tante volte i propri problemi, non ha senso.

Restare in una situazione negativa porta ad accumulare stress

Continuare a vivere la quotidianità di una relazione non soddisfacente porta a farci stare male davvero. Accumuliamo nervoso, stress, frustrazione e spesso questi sentimenti non fanno che alimentare ancora di più il clima negativo tra i partner. Il rischio è di arrivare a dirsi addio per esasperazione, con una rabbia che non ci appartiene veramente. Alimentare continuamente il rapporto con discussioni e litigi ci porterà a lasciarci con rancore. Arrivare ad esplodere fa forse bene a qualcuno? Meglio un addio che finire col dimenticare i bei ricordi per esasperazione.

Lasciare l’altro per rispetto

Se uno dei due è più consapevole della reale fine della relazione, è meno coinvolto ormai e sa che è la decisione giusta, dovrebbe lasciare il partner per una forma di rispetto. Dirsi addio è molto più onesto che restare a fianco di qualcuno per paura o dispiacere (o cercare di farsi lasciare). A volte non ci sono colpe nella fine di una relazione e colpevolizzarsi o dispiacersi scegliendo di restare non è la scelta giusta. Diventerebbe anzi sempre più facile finire col crearsi una vita parallela, finendo davvero per avere una colpa.

Una relazione si fa in due

Per risolvere i problemi in una coppia bisogna lavorare insieme, fianco a fianco, mettendosi nell’ottica di andare incontro al partner e ridisegnare orizzonti condivisi. Questo significa che se siete da sole a mandare avanti la relazione e il vostro compagno non dimostra entusiasmo né troppo sforzo, otterrete solo frustrazione. Non si può costringere nessuno in un legame, lo si deve volere davvero in due. E voi, se la relazione è a questo punto, state perdendo il vostro prezioso tempo dietro a una storia che vi ha dimostrato di non poter cambiare.



Separati in casa: come convivere con l'ex senza soffrire
Vita di Coppia

Separati in casa: come convivere con l’ex senza soffrire

Se lui non ti ascolta perché gli uomini non sanno ascoltare
Vita di Coppia

Se lui non ti ascolta: perché gli uomini non sanno ascoltare

Sentirsi da soli in coppia i segnali che indicano distanza affettiva
Vita di Coppia

Sentirsi da soli in coppia: i segnali che indicano distanza affettiva

Perché gli uomini fuggono dalle loro responsabilità
Vita di Coppia

Perché gli uomini fuggono dalle loro responsabilità

5 modi per lasciare il fidanzato
Vita di Coppia

5 modi per lasciare il fidanzato

Lei, lui e lei: il triangolo no
Vita di Coppia

Lei, lui e lei: il triangolo no

Domande da fare al fidanzato per vedere se ti conosce bene
Vita di Coppia

Domande da fare al fidanzato per vedere se ti conosce bene

Il mio uomo non mi dice più ti amo: come comportarsi
Vita di Coppia

Il mio uomo non mi dice più ti amo: come comportarsi

Come gestire le emozioni
Single e Dating

Come gestire le emozioni

Gestire le proprie emozioni non è facile a nessuna età, ma non è neanche impossibile.

Leggi di più