Amore Platonico, amore di testa

Puro, innocente, incompleto. L’amore platonico è irreale e perfetto – e prima o poi ci caschiamo tutti

Bacio Coppia

L’amore, come lo conosciamo, è un sentimento composto da sensazioni sia emotive, sia fisiche – è discutere dei problemi, sentirsi supportati o ridere di una battuta insieme, ma è anche fatto di baci, carezze, passione. Esistono, però, diverse sfaccettature dell’amore, e l’amore platonico è proprio una di queste.

Radici Classiche

Dai Dialoghi di Platone all’Amore Immaginato di Piero Pelù e Anggunn, l’amore platonico è sempre stato un tema affascinante nelle canzoni d’amore, per artisti e scrittori – proprio dalla letteratura classica, appunto, deriva la sua denominazione. L’aggettivo “platonico”, infatti, deriva dall’espressione latina amor platonicus, e venne per la prima volta utilizzato da Marsilio Ficino nell’XV secolo per descrivere l’amore intellettuale provato dagli allievi verso il maestro Platone. Similarmente, oggi, l’aggettivo indica un tipo di sentimento che trascende dalle qualità e sensazioni fisiche e carnali, per concentrarsi sulle bellezze morali ed intellettuali. Un sentimento che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo provato in una delle sue varianti – perché, attenzione, non tutti gli amori platonici sono uguali. L’amore platonico può essere…

…impossibile: L’esempio più classico di amore impossibile è la tipica infatuazione adolescenziale per una star del cinema o della musica – si passa tutto il proprio tempo a guardare giornali, a ritagliare foto e a cercare il proprio bello su Google ben sapendo che non ci sarà mai una relazione reale. Questo tipo di cotta è comune nelle adolescenti, ma non è disdegnata neanche dalle donne più adulte, che, magari, sostituiscono il vip di turno con quel bel tipo dell’Ufficio Acquisti, così carino e irraggiungibile… molti sogni, troppe fantasie, zero complicazioni – un amore puro e irreale, tanto perfetto quanto incompleto.

 …epistolare: Partendo dalle lettere tra Eloisa e Abelardo fino ad arrivare alla declinazione tecnologica di chat, email e Facebook, l’amore epistolare è il più romantico – e il più straziante. Struggenti parole, lettere d’amore e frasi piene di tormenti amorosi e… niente di più. La distanza è quasi sempre la ragione di questo tipo di amore, che probabilmente verrebbe consumato, se solo se ne avesse la possibilità. Per questo è anche il più triste e sofferto – nonché il più frustrante.

…reciproco: l’amore platonico non è esclusivamente fantasticare su relazioni impossibili: può manifestarsi anche come una voglia di evasione più innocente, senza fisicità, tra due persone, magari impegnate e fedeli, che trovano una forte attrazione emotiva. Lo sguardo scambiato nell’ascensore con quel simpatico vicino, il sorriso alla macchinetta del caffè con quel collega così carismatico, la battuta scambiata con l’amico che ha sempre un occhio di riguardo nei vostri confronti – scambi senza malizia con una persona che non è il vostro partner e che, magari, trovate anche bruttina fisicamente, ma intellettualmente irresistibile. Resta da capire quanto innocente sia avere una cotta, seppur solo emotiva, per un’altra persona – può essere considerata come un tradimento vero e proprio?

foto di Jeremy Blanchard


Vedi altri articoli su: Single e Dating |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *