Slacciate le cinture! Quando il riciclo diventa design sostenibile

La nuova linea Home by 959 di Paolo Ferrari utilizza le cinture di sicurezza recuperate dalle discariche per trasformarle in eleganti oggetti di design

La cintura di sicurezza, croce e delizia degli automobilisti, non avrebbe forse mai immaginato di trovarsi nel contesto nuovo, originale e inatteso in cui l’ha messa Paolo Ferrari, creativo designer milanese con una particolare predilezione per la produzione di eleganti oggetti di design a partire da materiali di riciclo. Era ancora studente universitario quando presentò un progetto di studio sul re-design di manufatti altrimenti destinati alla discarica e fu allora che nacque la sua prima creazione con l’utilizzo delle cinture di sicurezza: un cestino per i rifiuti. Poi seguì una lampada ed infine il prodotto che lo ha definitivamente lanciato nel business: la storica linea di borse alla base del brand 959, nato nel 2009, di cui oggi è leader indiscusso.

La nuova linea Home by 959: la seconda vita delle cinture di sicurezza

Ebbene, la grande novità per la primavera/estate 2013 è la nascita, accanto alla consolidata collezione “fashion”, ormai arricchita di tracolle, shopping & weekend bag, bauletti, zaini, ventiquattrore, porta documenti e custodie per notebook e iPad – della nuova linea Home dedicata all’arredo e a chi vuole dare alla propria casa un tocco originale e sorprendente tenendo sempre un occhio al rispetto dell’ambiente.

959, un nome che sembra solo originale ed invece rivela come le cinture di sicurezza siano da sempre il vero “pallino” di Ferrari. Il 1959, infatti, è l’anno in cui la Volvo, per prima, ne introdusse l’utilizzo “di serie” nelle proprie autovetture. L’approvvigionamento di materiali passa incredibilmente fra sfasciacarrozze e rottamatori, dove i nastri in poliestere che costituiscono il “corpo” della cintura sono recuperati, igienizzati e quindi tagliati, eventualmente colorati, cuciti ed assemblati. Unfasten your seatbelts è l’intrigante claim usato per il lancio della nuova linea e che sottolinea la stuzzicante idea che un oggetto nato per “contenere”, legare, immobilizzare come è intrinsecamente la cintura, acquisti nuova vita liberandosi, rinascendo, dando una sensazione di novità. E trovando per sé orizzonti nuovi.

Piante, tasche, oggetti, chiave: ad ognuno il suo contenitore

La linea Home si compone di diversi originali oggetti d’arredo, primo fra tutti il pouf imbottito di gommapiuma ottenuto con l’intreccio delle cinture recuperate e sistemate su una struttura in pino lamellare, materiale anch’esso 100% riciclato. Per gli interni la proposta prevede cesti e cestini di ogni tipo, forma e dimensione che si possono utilizzare per accogliere tanti oggetti: dai piccoli svuotatasche perfetti per chiavi o monetine, a grandi basket – che possono essere costituiti fino al quasi quaranta metri di nastro – per riviste, giocattoli, utensili o tutto ciò che occorre riordinare in casa. Altra novità: accanto al classico nero delle cinture di sicurezza, 959 lancia anche la gamma Home Newlife, un nuovo materiale ottenuto dal riciclo delle bottiglie di plastica e che si presenta con un colore bianco opaco dall’effetto “gessato”.

Dulcis in fundo, la linea per esterni “Pot”, dedicata alla decorazione di giardini e terrazzi con una vasta gamma di vasi di diversa dimensione – da quelli piccolissimi per le piante grasse a quelli di 50 cm di diametro adatti anche alle piante da fusto – in grado di dare allo spazio verde di casa un tocco contemporaneo ed originale.

Home by 959 si propone quindi come la risposta creativa al bisogno di design, di originalità e di qualità che i nostri ambienti di casa richiedono, nell’ottica della sostenibilità. Il che non guasta.


Vedi altri articoli su: Arredamento | Riciclo creativo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *