Imbiancare casa d’inverno: si può?

Come e quando è meglio imbiancare e come fare se si deve farlo per forza nei mesi più freddi dell'anno.

Imbiancare casa d'inverno
Imbiancare casa d'inverno.

In tempi di crisi è fondamentale provare a risparmiare cercando di fare da soli quei classici lavori di casa come la tinteggiatura. Questo è un lavoro che richiede molto tempo ed è fondamentale considerare che il momento migliore per farlo è la primavera per fattori climatici, ciò non esclude però che si possa fare anche in inverno seguendo piccoli accorgimenti.

Tinteggiare in inverno richiedere più tempo per l’asciugatura e sarà necessario arieggiare i locali più a lungo rispetto ai periodi più caldi. Quindi non è assolutamente vero che non si può imbiancare casa in inverno.

Salvo casi particolari, imbiancare d’inverno non è per niente sconsigliato, in questo caso parliamo esclusivamente degli interni, perché proprio grazie al riscaldamento le pareti della casa asciugano in tempi più o meno uguali aprendo le finestre solo all’occorrente.

Tinteggiare sulla carta da parati

Attenzione! Se pensi di levare la carta da parati prima di imbiancare le pareti non ci sono problemi ad effettuare la tinteggiatura in inverno perché la vernice si asciugherà tranquillamente con i suoi tempi, diversamente se pensi di verniciare direttamente sulla carta da parati perché è ancora ben attaccata e vuoi diminuire i tempi di lavoro, effettuare la tinteggiatura in inverno è sconsigliassimo.

Forse ti domanderai perché, la risposta è semplice, con la carta da parati sui muri la vernice fresca necessità di asciugare in tempi molto brevi, con i tempi più lunghi richiesti in inverno le mura rimarrebbero umide troppo a lungo portando così la carta da parati a scollarsi dal muro e costringendoti quindi a rifare tutto da capo.

I nostri consigli

  • Ricorda che le pitture preferibili sono quelle solubili come tempera o idropitture, facili da applicare e disponibili anche in versione lavabile. Evita, inoltre, vernici e solventi in quanto molto inquinanti e tossici.
  • Per primo va dipinto il soffitto poi si passa alle pareti.
  • Il numero di mani di pittura da applicare dipende da molti fattori: tipo di pittura che utilizzerai, condizioni della superficie del muro, colore preesistente. Ricorda di far asciugare bene prima di dare la mano successiva.
  • Le pareti vanno dipinte dall’alto verso il basso, cominciando dalle finestre e procedendo verso gli angoli. Nelle parti più difficili usa il pennello: fai subito la finitura senza aspettare di aver finito il lavoro altrimenti si noterà il momento diverso in cui hai dato il colore.
  • Per lo stesso motivo non interrompere mai il lavoro di tinteggiatura a metà parete ma arriva al primo spigolo o porta.
  • Infine, per imbiancare le pareti con un colore diverso dal soffitto fai scendere la colorazione del soffitto sui primi 2 o 3 cm in alto delle pareti e tutto intorno applica del nastro adesivo di carta alto 1 o 2 cm. A questo punto tinteggia le pareti e, alla fine stacca con delicatezza il nastro.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa |

Commenti

  • RENZACCIO

    DOVREMMO VERNICIARE L’INTERNO DI UN CASEGGIATO…. QUESTO NEL PERIODO INVERNALE NOVEMBRE…… SI APRIRANNO LE FINESTRE E PORTONI DI ENTRATA PER ASCIUGARE ….E’ POSSIBILE CHE SI SCOPPA IN PERIODO ESTIVO….?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *