Elettrodomestici

Asciugatrice: ora consuma meno e funziona meglio

I nuovi traguardi tecnologici sfatano il mito che le asciugabiancheria siano energivore e rovinino i tessuti, rendendole un prezioso alleato nella cura del bucato

L’asciugatrice è ancora poco diffusa nelle case degli italiani, dove, per tradizione e complice un clima generalmente mite, resiste l’usanza di fare asciugare i panni all’aria aperta. Ma quando si abita in città e gli ambienti domestici sono ridotti, molto spesso lo stendibiancheria campeggia bellamente in camera da letto o in soggiorno, a discapito della vivibilità degli spazi e anche dell’estetica. In tali situazioni l’asciugatrice può rivelarsi un prodotto in grado di migliorare sensibilmente la vita quotidiana, soprattutto se abbattiamo i preconcetti legati al suo utilizzo, che la identificano come un elettrodomestico energivoro e che rovina i capi.

Più efficienza con le asciugatrici a pompa di calore

Una delle novità degli ultimi mesi è proprio l’aumento dei modelli in classi energetiche superiori (dalla A+ alla A+++), reso possibile dalla tecnologia con pompa di calore. Questo sistema a condensazione, analogo a quello utilizzato per i frigoriferi e i condizionatori, ottimizza al massimo i consumi energetici e le prestazioni di asciugatura.

Tra le innovazioni volte a garantire risultati soddisfacenti nel pieno rispetto dei tessuti c’è poi la struttura del cestello, studiata in modo tale da creare una sorta di cuscino d’aria calda tra il cesto stesso e la biancheria, che non viene così sfregata né raffreddata e si asciuga uniformemente e con delicatezza.

Motori hi-tech per tessuti perfetti

Sempre al fine di asciugare perfettamente i capi senza danneggiare fibre e colori, ulteriori modifiche sono state apportate alla struttura del motore e al flusso d’aria delle asciugatrici. Il Soft Motion Motor di Hotpoint-Ariston, per esempio, modula la velocità di rotazione del cesto in base al tipo di tessuto presente al suo interno. Il sistema brevettato 6° Senso Infinite Care di Whirlpool prevede invece l’immissione di aria in tre direzioni diverse, garantendo un’asciugatura rapida e uniforme e rendendo morbidi i tessuti. Combinando il movimento del cestello con lo speciale flusso d’aria ActiveAir Technology, le asciugatrici Bosch e Siemens non solo lasciano i capi soffici, ma combattono anche con efficacia le allergie, come attesta la certificazione Ecarf (Istituto europeo contro le allergie). Grazie all’aggiunta di vapore, le asciugabiancheria di Electrolux Rex eliminano le pieghe velocizzando la stiratura. Miele, infine, ha abbinato alle asciugatrici dei profumatori, per restituire al bucato quella gradevole profumazione che tende a perdersi durante l’asciugatura.

Nell’asciugatrice anche lana e delicati

Crescono anche i programmi studiati per ciascuna tipologia di tessuto e addirittura per capi specifici – per esempio le camicie, i jeans, le spugne o i piumoni. Un trattamento particolare viene riservato alla lana e agli indumenti delicati, che possono essere asciugati con cicli speciali o contenitori dedicati da inserire nel cestello. Insomma, c’è di che rassicurarsi: le dryer non solo non rovinano i capi delicati, ma sono anche in grado di mantenerli perfetti più a lungo dello stendibiancheria, che spesso segna e sforma irrimediabilmente maglioni e altri indumenti.



Purificatore d’aria, a cosa serve e come sceglierlo
Elettrodomestici

Purificatore d’aria, a cosa serve e come sceglierlo

Robot per pulire casa, come sceglierlo e costo
Elettrodomestici

Robot per pulire casa, come sceglierlo e costo

Elettrodomestici

Arricciacapelli per uno style al top, guida alla scelta

Lavapavimenti a vapore: quale scegliere
Elettrodomestici

Lavapavimenti a vapore: quale scegliere

Friggitrice ad aria, quale scegliere?
Elettrodomestici

Friggitrice ad aria, quale scegliere?

Bilancia pesapersone o impedenziometrica? Come scegliere
Elettrodomestici

Bilancia pesapersone o impedenziometrica? Come scegliere

Come pulire il bollitore
Elettrodomestici

Come pulire il bollitore

Aerosol, quale scegliere?
Elettrodomestici

Aerosol, quale scegliere?

5 idee per dipingere con gli smalti vecchi
Décor e Fai da te

5 idee per dipingere con gli smalti vecchi

Dipingere con gli smalti vecchi può regalarci grandi soddisfazioni: ecco 5 idee per riciclare i vecchi smalti e dare vita a oggetti unici e creativi.

Leggi di più