Stirare facile: consigli e trucchi per non stirare, o per stirate meno

Siete stanche di avere cataste di panni da stirare ogni settimana? Ecco dei consigli per risparmiare qualche ora alla settimana e dedicarla ai vostri hobbies

trucchi e consigli per stirare meno

Stirare è una delle attività più odiate dalle casalinghe (e non) italiane, le camicie del marito, i grembiulini della scuola, la gonna per l’ufficio sono tutti capi che devono essere perfetti per essere indossati, ma siamo sicure che tutto il resto sia veramente da stirare?

Cosa dobbiamo veramente stirare?

In effetti il primo trucco per ridurre il tempo che si passa davanti all’asse da stiro è stabilire che cosa effettivamente deve essere effettivamente stirato e cosa si può ripiegare con cura e riporre senza passare prima sotto il ferro; cominciate quindi ad eliminare dalla cesta tutto l’intimo, quindi via calze, mutande e canottiere, le ripieghiamo ben bene e le riponiamo nei cassetti, nessuno verrà a controllare se quello che indossate ha qualche piegolina.

Come lavare

Per eliminare altri capi basta seguire qualche semplice regola che eviterà di avere capi talmente stropicciati da rendere difficile persino la stiratura a vapore. Innanzitutto riducete i giri della centrifuga, già 600 – 800 giri saranno sufficienti per non avere un bucato grondante d’acqua; quindi svuotate il cestello a lavaggio appena finito, in questo modo eviterete anche che i capi assumano un odore sgradevole, e stendete immediatamente. Se avete la fortuna di possedere un’asciugatrice di qualità siete avvantaggiate perché i vestiti escono morbidi e senza grinze, ma ricordate di piegare accuratamente la roba appena finito il ciclo di asciugatura.

Come stendere
trucchi e consigli per stirare meno
stendere bene per non stirare

Anche la stenditura incide parecchio nella riduzione delle ore di stiratura. Utilizzate delle grucce per stendere le camicie e tutti i capi che normalmente riponete appesi nell’armadio, lisciateli ben bene con le mani seguendo le cuciture in modo che non assumano pieghe nei posti sbagliati. Le magliette vanno stese con il collo verso il basso agganciandole con le mollette solo in corrispondenza del bordo inferiore e non a metà, anche in questo caso vanno lisciate con le mani. Gli asciugamani tendono a restringersi con l’asciugatura quindi non tirateli molto quando li mettete sullo stendibiancheria. Stirate bene con le mani anche i pantaloni, i pigiami e le camicie da notte. In generale se ammorbidite il bucato in fase di lavaggio avrete meno problemi, se non vi va di usare l’ammorbidente potrete utilizzare del bicarbonato.

Qualche altro consiglio furbo

Una volta asciugato il bucato seguendo queste facili indicazioni potrete riservarvi di decidere che cosa necessita ancora di stiratura e cosa può essere semplicemente piegato con cura e riposto. Tenete conto che in inverno spesso le camicie e le maglie vengono nascoste sotto i maglioni, in questo caso potrete limitarvi a stirare colletti e polsini.

Ma la regola numero uno per evitare di stirare è acquistare capi che non necessitano di stiratura, in questo senso sono da preferire capi con percentuali di elastan o capi dall’effetto stropicciato; in questo modo potrete davvero dimenticarvi il ferro da stiro nell’armadio.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *