salotto

Salotto easy chic, una scelta tra raffinatezza e semplicità

In equilibrio tra essenziale e romantico, questo stile vuole tinte neutre per creare contrasti ponderati. Una nuova forma d’arredo dove la raffinatezza incontra il casual e dove l’ostentazione è bandita

Torna la voglia di linee semplici. Il motivo? La frenesia dei tempi impone, almeno per quanto riguarda la propria casa, la pulizia delle forme e la purezza degli interni. Non sterile, però. Non siamo di fronte a un ritorno al minimal, inteso come rinuncia ed estrema sobrietà. Lo stile easy chic rende viva la semplicità con sprazzi di raffinatezza e tocchi assolutamente personalizzati. Siamo di fronte, dunque, a una nuova forma di minimalismo, non più freddo e inospitale, ma capace di rispecchiare il lato più intimo di chi abita spazi così arredati.

Il salotto easy chic

In un salotto easy chic, per esempio, non è raro notare e apprezzare un delicato equilibrio tra essenziale e romantico. A pareti dalle tinte neutre, spesso fanno contrasto divani e poltrone o anche solo foulard dalle cromie in contrasto. Cose del passato trovano il loro posto tra complementi dal design moderno. Sarà possibile apprezzare un divano dalle forme squadrate, ma comodo – come quelli proposti da Doimo Sofas –, affiancato a un tavolino in stile, come quelli proposti da Artefaretto. La libreria meglio sceglierla di una tonalità che richiami l’insieme ma brilli in semplicità. Nulla deve essere ostentato, anche se in realtà è stato studiato nei minimi dettagli.

E poi spazio ai cuscini, a vasi dalle forme oblunghe e a complementi che  arricchiscano la semplicità di uno stile che rilassa, ma non annoia. Per questo, Ikea è il luogo ideale per fare acquisti per il vostro salotto easy chic. Belli e assolutamente adatti anche i cuscini e i portariviste proposti da Zara Home e da Coin: anche qui attenzione a miscelare raffinatezza e austerità con un pizzico di brio. Perché un salotto easy chic deve rispondere a questa regola: tutto deve avere un’aria di naturalezza, di vissuto, senza mai abbandonare la ricerca dell’eleganza.

Qualche esempio di easy chic

È easy chic un vecchio tavolo in legno sverniciato e un po’ scrostato, circondato da tante sedie diverse, in legno e in ferro, tutte dipinte di bianco o con colori pastello. Un salotto arredato con divani, poltrone e cuscini tutti rivestiti in tela écru. Come anche vasi che richiamano la forma di una bottiglia dai colori sgargianti appoggiati su un tavolinetto in stile barocco.

La caratteristica fondamentale

L’elemento fondamentale è che tutto confluisca e determini spazi fluidi e liberi per meglio predisporre all’armonia e al relax. Tutti aspetti a cui quasi nessuno è disposto a rinunciare, soprattutto se si tratta del posto che scegliamo di vivere.

Ti potrebbe interessare anche

Arredamento

Come scegliere il colore della camera da letto

3 idee per un tocco green al tuo angolo studio
Arredamento

3 idee per un tocco green al tuo angolo studio

Tempo d'autunno: come apparecchiare la tavola
Arredamento

Tempo d’autunno: come apparecchiare la tavola

Arredamento anni 80: le regole da seguire
Arredamento

Arredamento anni 80: le regole da seguire

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno
Arredamento

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno

Legno, vetro e metallo per una casa eco-friendly
Arredamento

Legno, vetro e metallo: rendi la tua casa eco-friendly

Come realizzare una mise en place in stile afro
Arredamento

Come realizzare una mise en place in stile afro

3 regole per arredare un monolocale
Arredamento

3 regole per arredare un monolocale

Tutti pazzi per le scope elettriche senza fili: ma convengono?
Elettrodomestici

Tutti pazzi per le scope elettriche senza fili: ma convengono?

La popolarità delle scope elettriche senza fili, alimentate cioè a batteria, non ha fatto che crescere negli ultimi anni. Ma convengono?

Leggi di più