Divani e Divani: il catalogo 2014

È giunto il momento di cambiare il divano e siete alla ricerca di valide opinioni? La nostra proposta è Divani&Divani by Natuzzi, comodamente made in Italy

07/07/2014

A seguito dello scandalo “Divanopoli” dei divani cinesi scoppiato a Forlì nel 2009, la sentenza del luglio del 2012 che condannava alcuni imprenditori italiani per rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, il “re dei divani” Pasquale Natuzzi aveva festeggiato l’evento acquistando una pagina di uno dei quotidiani più famosi della nazione, per ringraziare quanti avevano sventato la concorrenza sleale e quel millantato made in Italy che si annacquava torbidamente di cinese.

Natuzzi S.P.A., leader mondiale nella produzione di divani in pelle, garantisce il controllo dell’intera catena produttiva, esporta il 90% del suo fatturato all’estero ed è quotata a Wall Street dal 1993. La società inoltre, il 10 ottobre del 2013, ha firmato un accordo di ripianificazione industriale che sigla, tra le altre cose, il rientro in Italia della produzione del brand Leather Edition, delocalizzato all’estero, e la graduale assunzione di 220 operai dei 1726 in esubero a seguito della crisi economica. Mai che Natuzzi avesse spacciato per made in Italy quelle produzioni estere, destinate per di più al mercato locale.


Leggi anche: Divani e divani: l’elenco dei punti vendita in Italia

Pertanto, abbiamo visionato la collezione 2014 di Divani&Divani by Natuzzi per provare se effettivamente l’insegna creativa del gruppo “It’s how you live”  rispecchiasse il nostro gusto. Vi riportiamo le nostre impressioni: freschezza della pelle, finezza delle cuciture, dettagli divertenti su linee eleganti e, infine, un comfort avvolgente, con un che di Lecorbusieriano nel design. Da accomodarvici sopra.

C’è Wave, il divano modulare con bracciolo che rimanda con la sua forma morbida ad un’onda; Tempo, che si articola in unità modulari componibili e Tahira dal design essenziale, fatto di forme lineari ma accoglienti. C’è Respiro che vanta un minimal design con forma base aperta e leggermente ricurva della seduta e dello schienale; Relevé, che si riconosce per le sue forme contemporanee e Metropole con le sue linee decise e le proporzioni generose. Inconfondibile è Opera, massima espressione della cura e della qualità artigianale italiana. Abbiamo provato anche Fly che ha un design snello e leggero; Domino, un modello che trova spazio in ogni ambiente, e Diagonal, che offre un comfort ergonomico ed una grande versatilità, grazie al suo sistema di sedute personalizzabile all’infinito.
Per quanto riguarda Brio, è una sorpresa da provare e il mio cheapeau si divide tra Cambré, uno dei prodotti icona di Natuzzi, e Surround, che unisce caratteristiche altamente tecnologiche ad un comfort estremo: infatti offre un’esperienza multi-sensoriale di assoluto relax grazie alla docking station per Mp3 e all’audio kit con telecomando, posti nella sezione ad angolo del divano. Impossibile descriverle tutti, per cui a voi la prova.
Per scoprire tutti i punti vendita Divani&Divani consultate il nostro elenco distinto per regioni in Italia.