Zumba: tenersi in forma e dimenticare la fatica, un vero s-ballo

Sarà la fine di dei faticosi programmi di allenamento tradizionali? Pro e contro di un trend dilagante anche in Italia

Zumba Fitness

La zumba fa dimagrire

Riuscire a tenersi in forma divertendosi e lanciando da parte la fatica sembra uno di quei sogni ricorrenti ed impossibili, un po’ come la dieta dimagrante a base di bomboloni o la vittoria alla lotteria. Invece proprio questo è quello che ci promette la zumba, la pratica fitness-danza sempre più in voga anche alle nostre latitudini e che raccoglie un numero sempre crescente di estimatori. Ma anche di scettici, che non la considerano né un vero ed adeguato programma di fitness, né una compiuta pratica di ballo. Ma tant’è: sta di fatto che spesso chi ne “assaggia” il sapore ne resta estasiato. Le lezioni di zumba sono ormai diffusissime ed affollate in qualunque palestra e per chi non ha volgia o tempo di uscire, è semplice organizzare un vero corso a casa propria con le lezioni ufficiali di zumba in DVD o con uno dei numerosi videogiochi disponibili per tutte le maggiori consolle. Coraggio, quindi: forse c’è davvero un modo di tenere lontano i chili di troppo mantenendo intatto il sorriso!

Zumba Bracelets

E’ colombiana ed è nata quasi per caso: per colpa della fretta!

Siamo a Cali, in Colombia, nel cuore del Sudamerica. Alberto Perez, per tutti gli amici Beto sbarca il lunario facendo il fitness-trainer in una palestra della sua città. Le sue lezioni sono apprezzate, anche se a lui capita spesso di arrivare un po’ in ritardo. Quel giorno, siamo nel 1993, Beto arriva più affannato ed in ritardo del solito per la lezione di aerobica che doveva tenere. Quando si accorse di avere dimenticato a casa tutta la dotazione musicale che comunemente accompagnava le sue sedute, con intuizione molto latina ed un certo coraggio, infilò nel mangianastri l’unica cassetta che aveva nel suo walkman: una compilation di salsa e merengue. Fu così, che nacque la zumba, una parola strana ed originale che infatti significa burla, scherzo quasi a sottolinearne i natali piuttosto singolari e casuali. Quello che sembrava un azzardo, si trasformò in un vero e proprio crack sulla classe: niente più movimenti ripetitivi, rigorosi e rigidamente ancorati alla musica, ma un istinto a muoversi con creatività, estro, libertà lasciandosi guidare dalla musica, in quella che diventava qualcosa di assai vicino ad una danza. Fu dal quella curiosa seduta di aerobica a Cali che la zumba iniziò il suo giro del mondo, divenuto di lì a poco un vero e proprio business imprenditoriale trasformatosi nel tempo in un società, la Zumba Fitness. Una crescita esponenziale degli introiti ma anche un invasione mondiale di allegria. Sono così nati le Academy, veri  e propri centri di formazione per l’addestramento di istruttori qualificati, ormai in ogni angolo del mondo. La zumba è diventata un fenomeno di costume, producendo persino vere zumba- superstar come Gina Grant e Tanya Beardsley che hanno invaso il web con milioni di fans. 14 milioni di simpatizzanti nel mondo e 140.000 centri e palestre accreditati in 150 paesi sono gli impressionanti numeri che la zumba può oggi esibire…

Il dilagare della zumba-mania

Dite la verità: magari non ne avevate mai sentito parlare, ora invece è difficile trovare qualcuno che non sappia cosa sia. Allora è ufficialmente zumba-mania ormai anche in Italia. Signori distinti e signore di mezza età, ragazzi e ragazze ed amanti della danza e della linea hanno ormai eletto la zumba a proprio strumento preferito per rimanere in forma divertendosi. Naturalmente, anche se in netta minoranza, non mancano quelli che storcono il naso giudicandola “né carne né pesce”. Per adesso, tuttavia, sembra prevalere nettamente il partito degli entusiasti. Sarà vero fitness? Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Photo Credit: anujraj; Edson Hong


Vedi altri articoli su: Fitness |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *