Olio essenziale di patchouli: gli usi e le proprietà benefiche

Olio essenziale di patchouli: gli usi e le proprietà benefiche

Non è solo il sensuale ingrediente di fragranze raffinate: questa pianta può essere molto utile per il benessere sia del corpo che della mente.

Il patchouli non è solo la persistente nota olfattiva di profumi senza tempo come Chanel n.5 e Opium di Yves Saint Laurent. È prima di tutto una pianta dalle innumerevoli proprietà salutari per il viso, il corpo, la psiche e l’ambiente domestico.

Origini e caratteristiche

Il Pogostemon Cablin – questo il suo nome botanico, il cui significato è “foglia verde” – è una pianta perenne della famiglia delle Lamiacee e viene coltivato soprattutto nei Paesi del Sud-Est asiatico e in Africa Occidentale. Ha un aspetto cespuglioso e caratteristiche morfologiche molto simili alla menta, pianta con cui viene spesso confuso.

Le foglie del patchouli emanano un profumo intenso, legnoso e speziato, mentre i fiori sono di colore bianco-lilla, con striature rossastre, e di piccole dimensioni. Dalla distillazione frazionata in corrente di vapore di fusto e foglie si ricava il suo prezioso olio essenziale, molto denso e concentrato, dal color giallo ambra.

Come gli altri oli essenziali, anche quello di patchouli non va mai applicato puro sulla pelle. Deve essere prima diluito – ne bastano poche gocce – in oli vettore (come gli oli di argan, d’oliva, di jojoba e mandorle dolci) o creme. È meglio evitarne l’uso durante la gravidanza, l’allattamento o in caso di epilessia, insufficienza renale o epatica e disturbi nella coagulazione del sangue. Al momento dell’acquisto, è meglio prediligere le formulazioni biologiche. Può essere comprato in flaconcini provvisti di contagocce, in erboristeria, parafarmacia, nei negozi di prodotti bio e online.

Amico per la pelle: del viso…

Il patchouli ha innanzitutto proprietà antimicrobiche e astringenti. È un valido alleato per contrastare le eruzioni cutanee, anche in abbinamento con altri oli essenziali, come quelli di lavanda e tea tree. È sufficiente diluirne 3-4 gocce di olio essenziale nel trattamento viso (crema, gel o pomata) che si usa abitualmente per combattere acne e brufoli, in modo da potenziarne l’efficacia.

Questa pianta di origine orientale lenisce i danni causati dai raggi Uv. Favorisce la rigenerazione dei tessuti, stimola la formazione di collagene, attenua le screpolature. È indicata anche per chi ha la pelle secca, asfittica e con rughe. Prova a realizzare un latte detergente fai-da-te. Mescola delicatamente un cucchiaio di latte di cocco e due gocce di olio essenziale di patchouli. Subito dopo massaggialo sul viso, utilizzando un dischetto di cotone: potrai eliminare i residui di trucco senza disidratare la pelle.

Anche la chioma può beneficiare delle mille proprietà di questo estratto naturale. Aggiunto ai prodotti (balsami, creme, maschere) per la bellezza dei capelli, ne previene la caduta e aiuta a contrastare la forfora. L’olio di patchouli viene inoltre utilizzato per pulire e nutrire i dreadlocks, le treccine rasta.

… e del corpo

A livello cutaneo i benefici non si esauriscono qui. Il patchouli contribuisce ad alleviare disturbi estetici tipicamente femminili come cellulite, ritenzione idrica e smagliature. L’olio agisce sul sistema linfatico favorendo il drenaggio dei liquidi in eccesso. In aggiunta, l’azione astringente migliora la circolazione sanguigna.

Vi proponiamo due semplici ricette fai-da-te per realizzare oli da massaggiare sulle zone più colpite da questi inestetismi. La prima: diluire e miscelare 10 gocce di olio essenziale di patchouli in 50 ml di olio di avocado. La seconda: scioglierne 30 in 200 ml di olio di mandorle dolci.

Per un bagno rilassante, al termine di una giornata stressante, ne bastano dieci gocce nell’acqua della vasca: per un effetto total relax respira profondamente per qualche minuto. Se sei in compagnia della tua dolce metà, il bagno diventa afrodisiaco: il patchouli libera la produzione di endorfine (gli ormoni del benessere) e stimola il desiderio sessuale.

Passiamo alle situazioni meno piacevoli. In caso di infezioni che colpiscono i tessuti cutanei e le mucose – come candida, mughetto della bocca e micosi – è un valido antifungino. Ti sei procurata una ferita? Il patchouli non solo ne accelera la cicatrizzazione, ma contribuisce a prevenire la formazione di cheloidi (antiestetiche cicatrici ispessite). Velocizza l’attenuazione e la scomparsa dei segni lasciati da varicella, morbillo o ustioni.

L’estratto di questa pianta, poi, vanta proprietà moderatamente antinfiammatorie e decongestionanti. Nella medicina orientale viene utilizzato per contrastare dolori reumatici, articolari, mal di testa, mal di stomaco e nausea. Lenisce il prurito derivante dalle punture di insetti e può essere usato come repellente e insetticida nei confronti di termiti sotterranee, zanzare, mosche, cimici e pidocchi.

Silhouette e salute

In naturopatia, le proprietà tonico-adattogene del patchouli sono sfruttate per stimolare il metabolismo. Se inalato tramite un diffusore per ambienti, aiuterebbe a tonificare stomaco, fegato e intestino, potenziando le capacità di scomporre il cibo e di assorbire le sostanze nutritive. Partendo da un metabolismo ottimale, il corpo ha più energia da spendere nel corso della giornata.

Nelle cure naturali, inoltre, la sua assunzione in forma diluita viene consigliata in virtù del potere diuretico della pianta. La frequenza della minzione aumenta e con essa l’espulsione delle tossine dal corpo. Il patchouli contribuirebbe poi ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre i livelli di colesterolo.

Aromaterapia e psiche

Le vibrazioni olfattive del pogostemon cablin hanno un effetto riequilibrante sulle emozioni. È un calmante naturale per chi soffre di stress e sbalzi d’umore, mentre risulta tonificante per chi è affetto da depressione. Sciogline qualche goccia in un diffusore per ambienti – una per ogni metro quadro della stanza – e respira profondamente. Con il passare dei minuti ti sentirai prima più rilassata e successivamente più euforica (il patchouli è il profumo simbolo degli hippies e del movimento giovanile del ’68).

L’inalazione prolungata dell’olio di patchouli ha un forte impatto, incoraggiando il rilascio di serotonina e dopamina, ormoni che alleviano i sentimenti di ansia e rabbia. Se il suo aroma persistente ti ha conquistato, usa le foglie essiccate – insieme ad altre essenze come salvia o lavanda – per preparare sacchetti e potpourri da utilizzare come profumatori per cassetti e armadi. Avranno anche un ulteriore effetto benefico: tenere lontane le tarme.



Resveratrolo per rinforzare i capelli: in quali alimenti si trova
Rimedi Naturali

Resveratrolo per rinforzare i capelli: in quali alimenti si trova

Cerfoglio: rimedio naturale contro punture di insetti
Rimedi Naturali

Cerfoglio: rimedio naturale contro punture di insetti

Tarme lana: come riconoscerle e come debellarle con rimedi naturali
Rimedi Naturali

Tarme della lana: come riconoscerle e come debellarle con rimedi naturali

Essenze per rilassarsi
Rimedi Naturali

Essenze per rilassarsi

Rimedi Naturali

Olio di tea tree: come usarlo come deodorante

Rimedi Naturali

L’infuso energizzante per concentrarsi meglio durante l’inverno

Astragalo: rimedio naturale anti stress e stanchezza
Rimedi Naturali

Astragalo: rimedio naturale anti stress e stanchezza

Olio tea tree o melaleuca: proprietà, controindicazioni, usi
Rimedi Naturali

Olio tea tree o melaleuca: proprietà, controindicazioni, usi

Troppo zucchero fa male: come evitare gli eccessi
Dieta

Troppo zucchero fa male: come evitare gli eccessi

Prevenzione sì, ma senza rinunciare a qualche dose di dolcezza. Ecco i consigli per tenere a bada i tuoi sugar cravings.

Leggi di più