La dieta dei carboidrati

Sembra un sogno ed invece è vero: esiste la dieta dei carboidrati e possiamo mangiarli a colazione, pranzo e cena!

dieta dei carboidrati per perdere peso
strano ma vero! si può perdere peso mangiando tutti i giorni pane e pasta

Solitamente i carboidrati sono i primi alimenti che in una dieta ipocalorica vengono messi al bando, essendo considerati poco salutari in quanto causano un innalzamento glicemico nel sangue.

Pane, pasta, riso, polenta, legumi, noci, frutta e patate all’interno di una sana dieta mediterranea non vengono affatto demonizzati, al contrario sono distribuiti con parsimonia all’interno della piramide alimentare e non sono eliminati drasticamente come certe diete ipocaloriche ed iperproteiche pubblicizzano.

Come agisce la dieta dei carboidrati

I carboidrati sono una fonte fondamentale di energia di cui il nostro organismo ha bisogno per espletare le sue funzioni quotidiane, apportano diverse calorie ma sono necessarie per mantenere attivo il corpo. Ovviamente sono da preferire i carboidrati integrali e non raffinati perché più ricchi di fibre e con basso indice glicemico che saziano prima riducendo l’appetito, accelerano il metabolismo e controllano il livello di zucchero nel sangue.

Ma come si può perdere peso efficacemente mangiando carboidrati?
Il segreto sta nel distribuire il consumo di carboidrati nell’arco della giornata in maniera equilibrata nei pasti principali (se si mangia pasta a pranzo non si può mangiare anche il pane!) evitandone il consumo negli spuntini, dove è preferibile mangiare cibi più proteici e leggeri.

Schema alimentare della dieta

Lo schema alimentare da seguire prevede un piano che va dalle 1200 al 1600 calorie giornaliere e molto dipende dallo stile di vita che si conduce, se è sedentario o attivo.
Quindi si possono mangiare carboidrati a colazione (fette biscottate, cereali integrali o biscotti secchi con caffè,latte scremato – max 200 gr – succo di frutta o un frutto di stagione) e proteine a pranzo dove la componente dei carboidrati è data dalle verdure (anche sottoforma di minestrone con legumi). La cena prevede il consumo di carboidrati più “golosi” come la pasta, la polenta, le patate e perfino la pizza guarnita con verdure e senza mozzarella.

Una dieta del genere ovviamente richiede il controllo delle quantità dei carboidrati (max 80 gr di pasta/riso e 50 gr di pane ad esempio), l’uso di tanta acqua naturale, la parsimonia nell’uso dei condimenti grassi, l’eliminazione dei dolci ricchi e dei fritti e un minimo di attività fisica che permette di bruciare le calorie ingerite con i carboidrati.

Se seguita con zelo la dieta dei carboidrati promette di far perdere dai 2 ai 4 chili al mese senza dover rinunciare al gusto ed al piacere di mangiare…provare per credere!


Vedi altri articoli su: Dieta |

Commenti

  • Barbara

    Ho perso 25 kili in 8 mesi senza pillole e diete drastiche… Ci vuole forza di volontà , e se uno non sa nemmeno la base per una giusta alimentazione ipocalorica vada da un alimentarista bravo! Cavolo non ordinate nessuna pillola , perché appena smettete con sta robaccia vi ritrovate tutto il peso F perso… Bisogna rieducarsi a mangiare , per non ricadere più sulle tutte abitudini, questo le pillole non lo fanno! Apritevi gli occhi

  • Anita

    Non lo so che dire,, per me è stato molto difficile seguire la dieta e voglio dirvi che ne ho provato parecchie.Scendevo solo di 2-3 chili e poi senza tanta fatica riprendevo (((
    Con la fame mi ha aiutato un prodotto che ho trovato su shop-meds, si chiama reductill.
    Lo so che tanta gente è contro questo metodo di dimagrimento ma io sono una persona sana ed ho rischiato di provarlo.
    Non ho avuto gravi effetti indesiderati, solo secchezza della bocca e un po’ di mal di testa i primi giorni.
    Mi sento fortunata di aver trovato questo prodotto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *