Mai pensato di fare yoga in spiaggia? La sequenza da fare

Mai pensato di fare yoga in spiaggia? La sequenza da fare

Permette di stare a contatto con la natura, respirare aria buona e soprattutto rilassarsi con il rumore delle onde. Ecco la sequenza yoga da praticare in spiaggia.

Bambini, lavoro, casa. La vita quotidiana mette a dura prova la tranquillità e la pazienza che, spesso, sentiamo scivolar via e sostituendosi con rabbia e stress. La soluzione è trovare una valvola di sfogo: qualche ora a settimana in cui dedicarsi a se stesse.
L’attività fisica può aiutare, ma per chi preferisce qualcosa di più rilassante è molto indicato lo yoga.
Ma come fare in estate, quando i corsi di yoga sono sospesi e gli insegnanti sono tutti in vacanza? Beh, che tu sia veterana o neofita di questa pratica, la soluzione ottimale è portare lo yoga in spiaggia!
In molti villaggi sono organizzate sessioni quotidiane di yoga, ma è possibile svolgere questa pratica anche in autonomia.

Yoga in spiaggia: i benefici

Praticare yoga in spiaggia permette di avvicinarsi alla natura, respirare l’odore del mare e sentire in sottofondo il rumore delle onde che si infrangono o della risacca, permette di svuotare la mente e rilassare il corpo.
Inoltre, la sabbia evita di stressare le articolazioni ed è particolarmente indicata per chi soffre di lombalgia. Per la pratica dello yoga in spiaggia non è pertanto richiesta alcuna attrezzatura, solo un asciugamano per chi non amasse il contatto diretto con la sabbia.
Ovviamente, per amplificare i benefici di questa pratica, l’ideale è svolgerla in spiagge vuote o semi-vuote e in orari della giornata dove la temperatura non è eccessivamente alta. In particolare, i momenti più indicati sono l’alba – o comunque la prima mattina – e il tramonto.
Ma quali sono le sequenze da svolgere?

Le posizioni yoga da praticare in spiaggia

Non è necessario essere professionisti, né avere un maestro di yoga, per praticare le sequenze che vi proponiamo di seguito. L’importante è ascoltare il proprio corpo e i propri limiti, senza sforzarsi e rilassandosi quando le Asana (posizioni) diventano difficili da mantenere.
Per chi fosse all’inizio è sufficiente praticarlo 2 volte a settimana, chi invece fosse già allenato, può svolgere queste sequenze anche tutti i giorni!
Ecco dunque le migliori Asana da praticare in spiaggia:

Il gatto: disporsi a carponi. Molto lentamente e inspirando, spingere il bacino verso il basso, inarcando la schiena, e sollevare il capo guardando verso l’alto. Espirando raggiungere la posizione opposta, flettendo la schiena verso l’alto e spostando lo sguardo all’ombelico.

Il guerriero 2: Partendo dalla posizione eretta, divaricare le gambe e portare il peso sulla gamba sinistra. Sollevare ora le braccia, portando il braccio sinistro sopra la gamba sinistra e quello destro sopra la gamba destra, mantenendole parallele al pavimento. Tenere la posizione per 15-20 secondi e ripetere dall’altro lato.

L’albero: La posizione più conosciuta, anche da chi non ha mai praticato yoga. Partendo dalla posizione eretta, piegare la gamba sinistra, appoggiando il piede alla coscia destra. Rimanendo in equilibrio sulla gamba destra, stendere le braccia sopra la testa unendo le mani. Mantenere la posizione per circa 20 secondi e ripetere cambiando gamba.

Savasana: È la posizione del rilassamento, con cui terminare le sessioni di yoga. Per praticare questa Asana occorre sdraiarsi a pancia in su con braccia e gambe semi-aperte e i palmi delle mani volti verso l’alto e le punte dei piedi all’esterno. Respirare lentamente, concentrandosi sul proprio corpo e cercando di svuotare la mente. Tenere la posizione per circa 10 minuti.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Il saluto al sole, la sequenza yoga per risvegliare e tonificare il corpo
Fitness

Il saluto al sole, la sequenza yoga per risvegliare e tonificare il corpo

Mattina o sera: quando è meglio allenarsi?
Fitness

Mattina o sera: quando è meglio allenarsi?

Tutti i vantaggi degli sport all'aria aperta
Fitness

Tutti i vantaggi degli sport all’aria aperta

Bicicletta
Fitness

Bicicletta: perché pedalare fa bene alla salute

Pancia piatta: come fare per ottenerla
Fitness

Pancia piatta: come fare per ottenerla

My Protein: gusto ed energia con leggerezza
Fitness

My Protein: gusto ed energia con leggerezza

Aerobica e tonificante
Fitness

Acquagym: quante calorie si bruciano

Fitness

Oofos: la calzatura post allenamento

3 metodi per mangiare più sano
Salute

3 metodi per mangiare più sano

Estate è anche tempo di ripensare alla propria forma fisica. Scopriamo insieme 3 metodi per mangiare in modo sano.

Leggi di più