Come affrontare la primavera a tavola

Quattro consigli fondamentali per gustare la nuova stagione

family

Alcune regole d’oro per affrontare l’arrivo della primavera a tavola.

1. Aumentare il consumo di verdure. La primavera porta con se la nascita di moltissime varietà di verdure, tra cui alcuni importanti per il loro effetto disintossicante, come tarassaco e carciofi. Il carciofo viene chiamato “il re dell’orto” è ricco di potassio, magnesio e acido folico e vitamine del gruppo B oltre che la vitamina C, ferro e calcio. Contiene sostanze che stimolano la secrezione biliare da parte della cistifellea, per questo viene considerato epatoprotettore; inoltre ha effetti diuretici. Il tarassaco invece contiene una buona fonte di vitamina A e C e di potassio, inoltre contiene ferro, calcio e vitamine gruppo B. Viene considerato diuretico e depurativo. La radice del tarassaco contiene tarassicina che stimola la produzione di bile a livello epatico. Le foglie del tarassaco hanno un notevole effetto diuretico. Vi sono altre verdure che contengono sostanze che servono per stimolare la funzionalità epatica, quindi avere un effetto depurativo, quali la cicoria, o insalate dal gusto amarognolo.

salmone
2. Consumare più pesce rispetto alla carne. La nostra alimentazione è scarsa nel consumo del pesce. È importante aumentarne il consumo, in quanto contiene meno calorie, e possiede più grassi buoni, come gli omega-3 e gli omega-6. Scegliere i pesci magri quali merluzzo, nasello, sogliola, orata, calamaro, polpo, seppie, cernia. Inoltre contengono una buona quantità di iodio che do uno stimolo alla tiroide ed aiuta a dare uno slancio al metabolismo. Per assumere lo iodio si possono consumare anche le alghe, come la kombu o la dulse, posseggono una buona azione depurativa e diuretica e aiutano ad abbassare il colesterolo. Si possono utilizzare come condimento.

acqua
3. Bere molta acqua. Importante è bere molta acqua almeno 1,5-2 litri al giorno. Si può introdurre acqua anche attraverso tisane, tè o infusi. Scegliere l’acqua con un minor contenuto di sodio. Per quanto riguarda al vino, cercare di non superare il bicchiere al pasto. Consumate il tè, in particolare il tè verde dà un’azione rivitalizzante, drenante e tonificante. Attenzione a non dolcificarlo troppo.

4. Ridurre il consumo di sale. È importante ridurre il consumo di sale. Per cucinare e condire utilizzare le erbe aromatiche o le spezie, come aglio, rosmarino, salvia, zenzero, cipolla, maggiorana, curcuma, curry, prezzemolo, peperoncino, danno più gusto alle ricette e inoltre aiutano la digestione.


Vedi altri articoli su: Dieta | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *