scrub per il corpo autoprodotto
Bellezza

Lo scrub per il corpo fatto in casa

Come produrre in casa uno scrub per il corpo con ingredienti che abbiamo tutti a portata di mano.

Perché passare all’autoproduzione?

Da un po’ di tempo mi è presa la mania dell’autoproduzione, del produrre in casa, cioè, quello che normalmente acquisto nei negozi. Potrei raccontarvi che il motore scatenante è stata la crisi economica di cui sentiamo continuamente parlare in televisione e che vediamo ancora di più quando giriamo depresse tra le corsie del supermercato spingendo un carrello che di mese in mese si svuota sempre più del superfluo; potrei anche dire che producendo in casa abbiamo un po’ più di tranquillità circa la provenienza delle materie prime e circa l’utilizzo di prodotti più naturali, fattore da non sottovalutare specie in caso di allergie. Di motivazioni per l’autoproduzione, insomma, ce ne sarebbero davvero tante e tutte ugualmente valide, la mia è che fare in casa è tremendamente divertente e mi riempie di soddisfazione.

Che cosa possiamo produrre da sole a casa nostra?

Le possibilità sono infinite, dai detersivi, allo shampoo, dalle creme per il viso e per il corpo al sapone per le mani, per non parlare di quello che si può fare in cucina e in terrazzo/giardino. Per quanto se ne dica nelle pubblicazioni specializzate e nei blog a tema, secondo me non tutto è così semplice e veloce, non tutto è fatto con materie facilmente reperibili, non tutto, insomma, è alla portata di tutti. Prendiamo l’esempio dell’orto, io sono sempre stata attratta dall’idea di avere un orto sul terrazzo, ma non sono mai riuscita nemmeno a coltivare rosmarino e salvia, figuriamoci se mi metto a piantare pomodori! Oppure pensiamo al sapone fatto in casa, un altro prodotto che stuzzica parecchio la mia fantasia, tra gli ingredienti principali c’è la Soda Caustica! Ho letto che la si può acquistare in farmacia, ma ha un nonsoché nel nome che mi incute un certo timore. Ad un certo punto mi sono detta: esisterà qualche cosa con cui iniziare, qualche cosa che non richieda di aver giocato al piccolo chimico per tutta l’infanzia o che ci consenta di non vergognarci del nostro pollice nero.

Io inizio dall’autoproduzione dello scrub per il corpo

Perché iniziare proprio dallo scrub? Beh, innanzitutto necessita di pochissimi ingredienti che la maggior parte di noi ha già in casa o che comunque sono facilmente reperibili in qualunque supermercato, in secondo luogo è molto veloce da realizzare, lo si può preparare subito prima di usarlo e possiamo portarcelo nella doccia direttamente nella ciotolina in cui lo abbiamo preparato evitando così di uscire da una doccia rilassante per trovarci l’acquaio della cucina pieno di scodelle da lavare.

scrub per il corpo autoprodotto
Oltretutto non richiede cotture o tempi di attesa, insomma, lo potrebbe fare anche un bambino di quattro anni, anzi quasi quasi la prossima volta metto sotto i miei figli a prepararlo così si divertono anche loro.

Come ho già scritto, l’aspetto non è dei migliori, ma visti i risultati non esitate a regalarlo alle vostre amiche; io lo metto in barattoli di vetro un po’ bellini, magari quelli con la chiusura ermetica a gancio (non perché serva la chiusura ermetica, ma perché sono tanto carini) con qualche fiocco o fiorellino e una bella etichetta; fa la sua bella figura sostituendo le solite marmellate fatte in casa o i pasticcini che portiamo quando ci invitano per il tè, vedrete che i successo è garantito.

Cosa serve per prepararlo

  • Tre o quattro cucchiai di zucchero di canna (non prendete quello troppo fine)
  • Un cucchiaio abbondante di miele
  • Qualche goccia di olio essenziale, quello che preferite, io lo uso alla lavanda.
  • Un cucchiaio abbondante di olio per il corpo.

Una parola per quanto riguarda l’olio, potete usare quello che volete, anche il baby olio che vendono al reparto prima infanzia, io uso l’olio di mandorle dolci spremuto a freddo, costa un po’ di più, ma se siete fissate con le etichette e su come vengono prodotte le cose che vi spalmate addosso vi consiglio di non lesinare.

Come si prepara
scrub per il corpo autoprodotto

Facile! Prendete una piccola ciotola, metteteci dentro tutti gli ingredienti e mischiate delicatamente con la forchetta  fino ad ottenere una pappetta in cui non si distinguono più i singoli ingredienti; al tatto sentirete i granetti dello zucchero di canna e l’aspetto sarà reso lucido dal miele e dall’olio. Portatevela nella doccia e utilizzatela come un normale scrub spalmandola sulla pelle in modo che i grani di zucchero fungano da esfolianti. La pelle, alla fine, sarà morbida e vellutata e non ci crederete nemmeno voi di essere riuscite ad ottenere un tale risultato in così poco tempo.

Per quanto riguarda la conservazione credo che i tempi siano quelli indicati sule confezioni dei singoli elementi, ma in realtà non mi sono mai posta il problema di doverlo conservare perché è talmente veloce da preparare che non avrebbe senso prepararlo in anticipo per poi riusarlo di volta in volta.

 

 

 



Filler viso, costo e tutto quello da sapere
Bellezza

Filler viso, costo e tutto quello che c’è da sapere

I colori dell'autunno nel make-up
Make up

I colori dell’autunno nel make-up della stagione

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange
Manicure

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange

Capelli blu notte, elettrico, sfumati o con riflesso
Hairstyle

Capelli blu notte, elettrico, sfumati o con riflesso

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere
Make up

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere

Addominoplastica costi e rischi
Bellezza

Addominoplastica: costi e rischi

Microneedling cos'è, costo e controindicazioni
Lifestyle

Microneedling: cos’è, costo e controindicazioni

Crioterapia estetica cos'è, costo e controindicazioni
Bellezza

Crioterapia estetica: cos’è, costo e controindicazioni

Unghie finte le migliori, quanto durano e consigli
Manicure

Unghie finte: le migliori, quanto durano e consigli

Tutto quello che c’è da sapere sulle unghie finte: quali sono le migliori, quanto durano di solito e tutti i consigli per la manutenzione.

Leggi di più