La bava di lumaca: straordinarie proprietà al servizio della pelle

E' accertato: se volete una pelle sana, morbida, gradevole e idratata, il vostro inatteso alleato è la bava di lumaca!

Prendersi cura del viso

Per coltivare la vostra bellezza sareste disposte a tutto, dite la verità. Forse anche a farvi sbavare addosso da un branco arrembante – si fa per dire – di lumache. Sì, perché ormai si sta diffondendo un po’ ovunque l’uso di questo curioso rimedio naturale non soltanto in campo estetico o cosmetico, ma come principio attivo lenitivo, idratante, cicatrizzante e rigenerante per la medicazione della pelle. Le ricerche scientifiche che si sono sviluppate numerose negli ultimi anni hanno effettivamente suffragato quanto l’esperienza diceva. E la bava di lumaca è entrata di diritto nel novero dei “prodotti di bellezza”.

Una proprietà suffragata dalla ricerca scientifica

In realtà, non è infrequente il fatto che le aziende cosmetiche, per sviluppare nuovi prodotti, prendano spunto dalla “tradizione popolare” cercando così di sfruttare effettive proprietà di sostanze naturali più o meno conosciute associandole al ritorno di immagine fornito dalla originalità della proposta, a volte a discapito dell’efficacia in tema di risultati concreti. Con il caso della bava di lumaca, tuttavia, non siamo di fronte ad una semplice “trovata di marketing”, ma ad una costante scoperta delle effettivamente stupefacenti proprietà che tale secrezione possiede. In effetti, se ci pensiamo, la motivazione ancor prima di essere suffragata dalla scienza, è evidentemente logica: la bava di lumaca ha naturalmente la funzione di facilitare gli spostamenti del piccolo gastropodo ovvero di far “scivolare” la lumaca sul proprio ventre. Se pensiamo quale siano le possibili tipologie di terreni anche molto scabrosi che all’occorrenza può incontrare, capiamo che razza di proprietà deve avere la sua secrezione, tanto più che la lumaca stessa la utilizza per cicatrizzare e lenire di continuo le piccole ferite che, inevitabilmente, “camminando” si procura. Di più: la “bava” è in grado di permettere alla lumaca di difendersi  “attaccandosi” a superfici anche verticali una volta rintanata nel guscio. E’ facile intuire l’interesse scientifico sollevatosi su tale sostanza che infatti è stata oggetto di numerosi studi allo scopo di verificarne la composizione e l’origine delle sue sorprendenti proprietà. Proprietà che, grazie proprio al lavoro scientifico, si sono scoperte essere ancora più ampie rispetto a quanto ci si aspettava, dal momento che sembra che la bava abbia anche una notevole resistenza agli agenti inquinanti come metalli pesanti ed idrocarburi, la capacità di proteggere dal congelamento e anche un possibile utilizzo a ciò correlato come antiossidante. Incredibile, non c’è che dire. Ma la natura nasconde sempre grandi soprese…

La “bava di lumaca” e l’uso estetico: una idea che viene dal Cile

L’origine dell’utilizzo in campo estetico e lenitivo della secrezione della Helix Aspersa Muller, nome scientifico della “varietà” di lumaca individuata come la più adatta a tale scopo, sembra arrivare nientemeno che dal Cile, dove una famiglia proprietaria di un allevamento di lumache destinate al mercato alimentare, si accorse che le mani dei loro operatori  avevano una pelle morbidissima, sana e che cicatrizzavano le ferite molto più velocemente del normale. Siamo all’inizio degli anni ’80 e gli studi e le ricerche successive riuscirono ad isolare i mucopolisaccaridi – le sostanze chimiche alla base delle sue proprietà – della bava fino a produrre l'”Elicina”, il primo prodotto cosmetico derivante da essa a marchio registrato. L’introduzione sul mercato in Sud America risale al 1995 e da lì si originò la successiva diffusione in molti altri paesi, l’estensione del suo utilizzo, nonché la varietà di prodotti da essa derivanti.

Quindi, pare accertato: se volete una pelle sana, morbida, gradevole e idratata, dovrete vincere la prima diffidenza ed accogliere la bava di lumaca. Per le più audaci, sembra che comincino a diffondersi beauty center che utilizzano, al posto delle creme, le lumache vive da far passeggiare sulla pelle delle clienti. Chi lo sa, forse è eccessivo…ma per la bellezza siete disposte a tutto, vero?

 

Foto di: TheTranquilEye; Rondelious

 

 


Vedi altri articoli su: Skincare |

Commenti

  • Paola

    Cercavo un antirughe naturale e più per caso che per scelta mi è capitata tra le mani una confezione di crema viso a base di bava di lumaca. Lo ammetto, lì per lì mi faceva un po’ senso :D ma devo ammettere che mi ha stupito ed è un antirughe naturale davvero eccezionale! Ovviamente il tipo di prodotto proposto cambia da marchio a marchio, ma la mia esperienza con la bava di lumaca è stata più che positiva. Consiglio comunque di guardare anche il procedimento di estrazione che è stato seguito: io ho provato la crema viso di Nuvò Cosmetic e il produttore spiega sul proprio sito come la bava di lumaca sia estratta senza alcun maltrattamento delle lumache. Insomma, un modo per avere un

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *