Cocktail Americano: la ricetta e la storia

Cocktail Americano: la ricetta e la storia

Preparare il cocktail Americano è semplice: due soli ingredienti principali e non serve neppure avere in casa uno shaker! Ecco come fare per non rinunciare al rito dell’aperitivo.

L’ aperitivo è ormai un rito a cui difficilmente gli italiani rinunciano. Una buona occasione per incontrarsi con gli amici e rilassarsi bevendo un cocktail o magari scoprire un nuovo vino biologico. Avete mai provato a fare il cocktail Americano a casa?

“Aperichiamate” e cocktail home made

Ed è ancora così perfino in questo strano e complicato periodo di coronavirus, nel quale abbiamo dovuto imparare ad organizzare la nostra vita tra le quattro mura di casa. Certo, anche il modo di fare aperitivo è dovuto cambiare. Ci si dà appuntamento ad una certa ora per un’ “aperichiamata” con gli amici e ognuno prepara a casa propria stuzzichini e drink. Ecco che sapere come preparare qualche cocktail può in questo caso tornare particolarmente utile!

Cocktail Americano: l’origine del nome

Oggi in particolare si parlerà dell’Americano, un cocktail in verità tutto italiano, a dispetto del nome. Tra i suoi ingredienti principali troviamo infatti il Campari e la soda, entrambi di Milano e il Vermouth, di Torino.
Ma allora perché questo nome? C’è chi dice che l’Americano sia stato chiamato così in onore di Primo Carnera, il grande pugile italiano che nel 1933 diventò campione dei pesi massimi al Madison Square Garden di New York.

Ma c’è anche un’altra versione. Il nome sarebbe nato in questo caso grazie ad alcuni clienti di un bar milanese che volevano imitare il modo di bere dei turisti americani. Avrebbero così chiesto un Americano, nient’altro che il drink della casa, allungato però con soda e servito con molto ghiaccio!

Il Milano-Torino: il padre del cocktail Americano

Si dice che l’Americano sia padre del Negroni ma anche figlio del Milano-Torino. Nato verso la metà dell’800, il Mi-To veniva preparato mescolando insieme il Campari di Milano e il Vermouth di Torino. A differenza dell’Americano, qui non era però ancora presente la soda, che avrebbe poi reso il drink più leggero.

La nascita di Vermouth e Campari

Tutto inizia nel lontano 1796: è questo l’anno in cui Antonio Carpano riesce finalmente, dopo anni di tentativi falliti, a creare il mix perfetto. Un infuso di erbe e un’aggiunta di vino bianco. Ecco che a Torino, in una bottega di Piazza Castello, nasce così il Vermouth. La storia del Bitter Campari comincia invece qualche anno dopo. Viene infatti creato nel 1860 da Gaspare Campari, che inizia poi a servirlo nel suo Caffè di Milano.

Ma in questi anni non nascono solo due famosissimi liquori, nasce anche il rito dell’aperitivo. Sia Carpano che Campari hanno infatti la rivoluzionaria idea di proporli non più dopo pranzo, com’era sempre stato fatto fino ad allora, ma prima. Ed ora non resta che leggere la ricetta dell’Americano, un cocktail preparato direttamente nel bicchiere, rigorosamente un old fashioned, anche detto tumbler basso.

  • Resa: 1 bicchiere
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 5 minuti

Ingredienti

  • 3 centilitri bitter campari
  • 3 centilitri Vermouth
  • 3 centilitri soda
  • scorzetta di limone
  • 1 fetta di arancia
  • cubetti di ghiaccio qb

Preparazione

  1. Prendete un bicchiere, in particolare un tumbler basso e riempitelo di ghiaccio. Una volta ben freddo, eliminate i cubetti di ghiaccio.
  2. Versate ora al suo interno bitter Campari, Vermouth rosso e soda in eguale quantità. Se preferite un cocktail meno leggero, di soda potete mettere solo una spruzzata. Mescolate e aggiungete qualche cubetto di ghiaccio.
  3. Completate con una fettina di arancia e una scorzetta di limone.


Fragole con panna e cioccolato
Ricette veloci

Fragole con panna e cioccolato

liquore al cioccolato
Ricette veloci

Liquore al cioccolato

Ricetta Bresaola marinata con rucola e funghi
Ricette veloci

Bresaola marinata con funghi e rucola

Ricette cocktail analcolici con crodino
Ricette veloci

Ricette cocktail analcolici con crodino

Pangrattato fatto in casa
Ricette veloci

Pangrattato fatto in casa: i consigli per prepararlo

Ricette veloci

Cocktail estivi: i migliori 5

Pesto di rucola
Ricette veloci

Pesto di rucola

Straccetti di pollo al radicchio
Ricette veloci

Straccetti di pollo al radicchio

Colazione sana idee e ricette per dimagrire
Consigli di cucina

Colazione sana: idee e ricette per dimagrire

È il pasto più importante della giornata: se siete a dieta, non rinunciate a mangiare appena svegli, ma seguite queste semplici ricette per una colazione sana.

Leggi di più