Insalata di quinoa, tonno e curcuma

Alla scoperta della quinoa, lo pseudocereale che tutti vogliono. E subito dopo la ricetta di un'insalata ideale per una veloce pausa pranzo in ufficio!

23/07/2022

Sommario

La quinoa è un ingrediente ideale per l'estate: ecco la ricetta dell'insalata fredda di quinoa, tonno e curcuma.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
15 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Quinoa 250 g
  • Tonno in scatola 250 g
  • Fagioli cannellini 2 già lessati 100 g
  • Prezzemolo qb
  • Curcuma in polvere qb
  • Sale e Olio evo qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 180 kcal
  • Grassi 8 g
  • Carboidrati 18 g
  • Zuccheri 2 g
  • Fibre 3 g
  • Proteine 8,5 g

Ebbene si, le giornate sono infuocate. E, ormai, la voglia di piatti freschi e leggeri è un’esigenza. Soprattutto se dobbiamo mangiare un piatto veloce durante la nostra pausa pranzo in ufficio, per poi ricominciare a lavorare. L’insalata di quinoa, tonno e curcuma fa decisamente al caso nostro, ma tante altre sono le possibili alternative. Dalle insalate di riso a quelle di pasta, dai cous cous alle frittate fino alle varie insalatone.

La quinoa: perché tutto il mondo la apprezza

Oggi prepariamo un’insalata a base di quinoa, un non cereale di gran moda, ormai diffusissimo in tutto il mondo. Considerato tra gli alimenti più salutari, è molto apprezzato da chi è celiaco, data l’assenza  di glutine al suo interno, ma anche da vegani e vegetariani. E questo perché ha un alto contenuto proteico, tanto da essere considerato un’ottima fonte di proteine vegetali.

In più contiene alti livelli di metionina, che ha la capacità di agire sull’insulina, con effetti benefici per chi soffre di diabete.

chicchi di quinoa

La quinoa e le popolazioni andine

Il fatto che al giorno d’oggi la quinoa sia di gran moda non vuol certo dire che sia un alimento di nuova generazione, anzi! Lo pseudo cereale, appartenente alla famiglia degli spinaci e della barbabietola veniva, infatti, coltivato dalle popolazioni andine già 7000 anni fa, a circa 3000/4000 metri d’altitudine.


Leggi anche: Come cucinare la quinoa: come si usa, bianca e nera

La quinoa, così salutare e nutriente, non solo era alla base dell’alimentazione delle popolazioni indigene ma veniva anche utilizzata sotto forma di rimedio medicinale. Come antidolorifico, per fermare emorragie, per curare ferite o addirittura come repellente per gli insetti.

Le conseguenze negative di un’eccessiva popolarità

La sempre maggiore richiesta di quinoa, a cui abbiamo assistito negli ultimi anni, ha purtroppo creato una serie di problemi. Pur di riuscire a soddisfare la domanda del mercato si è, infatti, passati dal metodo della rotazione delle colture alla monocoltura, rendendo così la terra sempre più povera.

Si è, inoltre, iniziato a coltivare quinoa non più solo sulle Ande ma anche in terreni meno adatti, compresi quelli prima destinati all’allevamento di lama e alpaca. Come conseguenza la disponibilità di concime naturale fornito da questi ultimi si è drasticamente ridotta e ci si è visti costretti ad utilizzare in sempre maggior misura fertilizzanti chimici, pesticidi compresi. E l’ambiente non ne ha certo beneficiato!

L’enorme popolarità della quinoa nel mondo ha, però, avuto ripercussioni negative anche sull’alimentazione delle popolazioni che si sono sempre dedicate alla sua coltivazione. Lo pseudocereale, sempre più richiesto, ha infatti raggiunto prezzi molto elevati, che hanno reso più conveniente la sua esportazione piuttosto che il consumo interno. Risultato, la dieta delle popolazioni indigene ha subito un netto impoverimento, proprio com’è successo alle loro terre.

Insalata fresca di quinoa, tonno e curcuma

Preparazione

  1. La prima operazione da compiere consiste nello sciacquare molto bene la quinoa.
  2. Versatela, quindi, in un colino e passatela più volte sotto l’acqua corrente.
  3. E poi la cottura. Trasferitela in un pentolino e aggiungete l’acqua. Per regolarvi, sappiate che per ogni tazza di quinoa serviranno due tazze d’acqua.
  4. Un pizzico di sale, un filo d’olio e potete coprire.
  5. Fate cuocere a fuoco basso, finché tutta l’acqua non sarà stata assorbita. Serviranno circa 15 minuti. Trasferite la quinoa in una ciotola e lasciate raffreddare.
  6. Ora tritate al coltello un mazzetto di prezzemolo e lasciate da parte.
  7. Versate in una ciotolina un po’ d’olio, un pizzico di sale e un cucchiaino di curcuma. Mescolate bene.
  8. A questo punto potete assemblare l’insalata.
  9. Aggiungete nella ciotola con la quinoa il tonno scolato dall’olio, i cannellini già risciacquati, il condimento a base di curcuma e mescolate.
  10. Infine cospargete tutto con il trito di prezzemolo.


Potrebbe interessarti: Polpettine di quinoa e zucchine