Fusilli con salmone e cicoria scottata
Cosa Cucino Stasera

Fusilli con salmone e cicoria scottata

Un piatto semplice che sorprende sempre. Ecco come realizzare i fusilli con salmone e cicoria scottata.

Nella storia del mondo esiste un solo piatto che può soddisfare la voglia di mare d’inverno e dolcezza piccante, un misto di nostalgia ed energia: i fusilli con salmone e cicoria scottata.

In questo caso il sapore denso e affumicato del salmone si fonde con quello un po’ amaro e dolcemente forte della cicoria. Due alimenti fantastici, diversi ma simili per la loro capacità di far impazzire le pupille gustative.

E anche per una semplicità che, quando messa in tavola, sorprende e incanta. Due sapori che si incontrano e si amano uniti dalla pasta, in questo caso i fusilli. Da prediligere perché nelle loro scanalature il condimento scorre a meraviglia.

Per preparare i fusilli con salmone e cicoria scottata servono, quindi, pochi, semplici alimenti e pochissimo tempo. Quello da prendersi per concedersi un pranzo delicato e buonissimo, soprattutto in inverno.

E per conoscere la fusione di cicoria e salmone col tramite di una pasta frutto della più antica tradizione italiana.

Fusilli, un amore tutto meridionale

Per capire quanto amore c’è nei fusilli con salmone e cicoria scottata, è bene conoscere ogni ingrediente che compone questo piatto. E nel farlo, non si può non partire dalla pasta.

Alimento che non può mancare in nessuna tavola italiana che si spetti, la pasta è nutrizione, bontà e tradizione. I fusilli, oltre che perfetti per qualsiasi sugo, hanno una storia speciale.

Il loro nome deriva da “fuso”, quello utilizzato nel Meridione d’Italia per attorcigliare gli spaghetti. Una maestria attorno a un ferro da calza che si è tramandata di madre in figlia per secoli e che oggi arriva sui nostri piatti sotto il nome di fusillo.

La cicoria, bene antico

Ingrediente principe dei fusilli con salmone e cicoria scottata, la cicoria è un ortaggio tipicamente autunnale e invernale.

È detta anche “bruttona”, per il suo aspetto non proprio fantastico. Lo stesso non si può dire però delle sue proprietà, numerose e importantissime per l’organismo: stimola la concentrazione, combatte la sonnolenza, è disintossicante e astringente.

Tutte caratteristiche che erano già note agli antichi Greci e Romani. Curiosa la credenza del Nord Europa per cui la cicoria, se raccolta in determinati giorni e modi, aiutava a raggiungere il piacere dell’amore e a spezzare incantesimi.

La magia del salmone

Magari è proprio nel Nord Europa, dove è molto diffuso il salmone, che la cicoria si è unita per la prima volta a questo pesce straordinario.

Straordinario perché la sua storia è particolarissima: il salmone, infatti, nasce in acqua salata e poi si sposta verso il mare per tornare nella sua casa natale solo per la riproduzione.

Sarà per la sua vita sempre in viaggio che il salmone è simbolo di conoscenza, saggezza e forza fin da tempi antichi. Oggi come allora, è stato sempre apprezzato anche per i suoi benefici. Offre, infatti, un importante apporto di vitamine, minerali, calorie.

I sapori forti di una verdura mediterranea e quelli affumicati di un pesce nordico si uniscono facilmente nel fuso di una pasta antica: nascono così i fusilli con salmone e cicoria scottata. E oltre che bontà, regalano un fantastico tocco di magia.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 20 minuti

I fusilli con salmone e cicoria scottata sono un piatto ottimo, saporito e delicato, grazie al perfetto amalgama di questi ingredienti. Prepararlo è semplice e veloce.

Ingredienti

  • 400 grammi Fusilli
  • 500 grammi cicoria
  • 300 grammi salmone affumicato
  • 1 bicchiere da caffè vino bianco secco
  • 1 peperoncino fresco
  • sale e pepe
  • 1 spicchio aglio
  • 4 cucchiai olio extra vergine d’oliva

Preparazione

  1. Mettere a bollire l’acqua per la pasta. Nel frattempo tagliare la cicoria eliminando prima la base del cespo. In una padella larga, mettere 2 cucchiai d’olio, lo spicchio d’aglio e unire, poi, il peperoncino precedentemente tagliato.
  2. Una volta dorato l’aglio, eliminarlo e aggiungere la cicoria. Dopo aver salato e pepato, sfumare la verdura col vino bianco. Coprire poi con un coperchio e far cuocere per pochi minuti.
  3. Una volta che l’acqua inizia a bollire, mettere il sale grosso e i fusilli. Nel frattempo, tagliare il salmone affumicato a dadini e farlo saltare in padella con due cucchiai d’olio. Spegnere una volta che diventa dorato.
  4. Scolare la pasta nella padella con la cicoria e far saltare per qualche minuto, unendo un po’ d’acqua di cottura. Aggiungere infine il salmone, mescolare e servire.


Carpaccio di polpo con verdure
Cosa Cucino Stasera

Carpaccio di polpo con verdure

Branzino al forno con pomodorini capperi e olive
Cosa Cucino Stasera

Branzino al forno con pomodorini capperi e olive

Tartare di tonno agli agrumi e avocado
Cosa Cucino Stasera

Tartare di tonno agli agrumi e avocado

Tartare di manzo gourmet con salsa Worcester
Cosa Cucino Stasera

Tartare di manzo gourmet con salsa Worcester

Uova in purgatorio, la ricetta napoletana
Cosa Cucino Stasera

Uova in purgatorio, la ricetta napoletana

Piadina fatta in casa
Cosa Cucino Stasera

Piadina fatta in casa

Rucola cotta, tre ricette
Cosa Cucino Stasera

Rucola cotta, tre ricette

Scacce ragusane
Cosa Cucino Stasera

Scacce ragusane