conservare il prezzemolo
Consigli di cucina

Come conservare il prezzemolo, in frigo, sott’olio e sale

Conservare il prezzemolo è molto importante in quanto permette di mantenere questa erba a lungo e di utilizzarla in un secondo momento.

Il prezzemolo è una delle erbe aromatiche più apprezzate e utilizzate in cucina. Purtroppo però il prezzemolo si conserva per poco tempo da fresco e quindi si deve cercare di conservare in qualche modo. Nel caso in cui lo si voglia utilizzare in un secondo momento quindi è fondamentale imparare a metterlo da parte in modo corretto. In realtà esistono vari modi per conservare il prezzemolo in modo corretto: scopriamo i migliori.

Perché conservare il prezzemolo

Il prezzemolo è di certo una delle erbe aromatiche che in cucina non possono mai mancare. Purtroppo però è molto difficile averlo sempre fresco in quanto dopo pochi giorni tende ad appassire e quindi non è più utilizzabile. Proprio per questo motivo è fondamentale imparare a conservare il prezzemolo in maniera corretta per poterlo utilizzare in ogni occasione.

Questo prodotto infatti è molo utile per realizzare saporiti piatti a base di carne, di pesce oppure anche per condire la pasta e realizzare salse. Si comprende quindi che il prezzemolo è veramente un’erba immancabile in cucina dal momento che è utile per svariati motivi.

Capita quindi di frequente di cucinare e di avere bisogno proprio di prezzemolo per realizzare piatti perfetti. Sono numerose le occasioni in cui serve questa erba ma purtroppo non lo si ha a disposizione in cucina. Altrettante numerose sono le occasioni in cui si ha fin troppo prezzemolo a casa e si rischia quindi di doverlo gettare via. Se non viene conservato bene però c’è il grande rischio di doverlo gettare dopo pochissimi giorni.

Di certo il prezzemolo appena raccolto o acquistato fresco possiede un sapore e un odore delizioso. Questo però può mantenere il suo sapore a lungo e senza difficoltà se ben conservato in frigo oppure in altro modo.

Come conservare il prezzemolo in frigo

Conservare il prezzemolo in frigo è molto semplice e risulta anche essere la scelta più comune. Per poter conservare questa erba in maniera corretta però è fondamentale prestare attenzione al modo in cui lo si ripone in frigorifero. Un errore comune è infatti quello di riporlo all’interno del frigo esattamente così com’è. Questa tecnica non è di per sé sbagliata, ma non consente di mantenere il prezzemolo per molto tempo.

Se volete utilizzare le foglie nel breve periodo vi suggeriamo di conservare le foglioline singolarmente. Privatele quindi dei gambi prima di riporle accuratamente in dei sacchettini di plastica. Chiaramente prima di metterle in frigo ricordate di lavarle bene e di asciugarle.

Per conservare questa erba in frigo per circa dieci giorni è necessario comportarsi in un altro modo. In questo caso infatti dovete mettere il mazzetto di prezzemolo in un contenitore con dell’acqua.

Nel caso in cui desideriate conservare le foglioline per periodi lunghi invece è necessario comportarsi diversamente. In questo caso infatti i sacchettini andrebbero sistemati nel congelatore non nel frigorifero. A una temperatura di -19 °C il prezzemolo si mantiene perfettamente fresco per circa un anno.

Come conservare il prezzemolo sott’olio

Un altro modo per conservare il prezzemolo è quello di metterlo sott’olio. Riuscirci è infatti davvero semplice e richiede anche poco tempo, l’importante è essere a conoscenza del procedimento. Il periodo migliore per realizzare questa preparazione è di certo il mese di settembre. Il prezzemolo infatti può essere raccolto per tutta l’estate fino all’autunno ed è bene quindi raccogliere le foglie nei mesi giusti. In questo modo infatti si potrà ottenere una preparazione perfetta grazie alle foglie brillanti e colorate ricche ancora di aroma.

La prima cosa da fare consiste nel lavare ed asciugare perfettamente le foglioline e i gambi. A questo punto tagliare il tutto in maniera grossolana utilizzando una mezzaluna oppure un coltello.

Sistemate il prezzemolo all’interno di un contenitore di vetro un po’ alla volta. È necessario infatti alternare un paio di cucchiai di trito di prezzemolo ad abbondante olio di oliva. Non esagerate con la quantità di olio in quanto ne serve una quantità minima.

Continuate con questo procedimento fino ad aver riempito completamente il contenitore. Alla fine dell’operazione dovreste notare che il prezzemolo sarà ricoperto di olio. Una volta terminato il tutto, sistemate il contenitore in frigorifero.

Per rendere il prezzemolo sott’olio ancora più gustoso, vi suggeriamo di aggiungere dell’aglio tritato, del sale e del pepe. Aggiungendo questi ingredienti otterrete infatti la nota salsa verde che risulta davvero ottima. Si tratta di un condimento sfizioso e saporito che può essere usato in vari modi. Averlo sempre pronto all’uso è infatti una buona idea in quanto consente di risparmiare molto tempo quando si cucina.

Chi ama i sapori forti può anche aggiungere del peperoncino tritato all’interno del barattolo di vetro.

Come conservare il prezzemolo con il sale

Un altro metodo molto efficace per conservare senza problemi questa erba consiste di certo nello sfruttare il sale. Conservare il prezzemolo con il sale è uno dei rimedi più antichi ed apprezzati. Si tratta di un ottimo modo soprattutto per rendere i piatti davvero saporiti in poco tempo.

Per non rischiare di aprire il frigorifero spesso e per avere sempre a portata di mano il prezzemolo, consigliamo quindi questa conservazione. Preparare qualche barattolino di prezzemolo con il sale è quindi un modo valido per poter risolvere il problema della conservazione dell’erba aromatica.

Per ottenere questo prodotto, lavate accuratamente il prezzemolo e adagiatelo su carta assorbente per poterlo asciugare perfettamente. Successivamente tritate finemente sia le foglie che i gambi del prezzemolo. Versate quindi l’erba aromatica in una ciotola abbastanza capiente e mischiatelo con il sale. Nello specifico avrete bisogno di 40 grammi di sale fino ogni 2 ettogrammi di prezzemolo.

Prezzemolo essiccato: il metodo più antico di conservazione

Tra i metodi di conservazione del prezzemolo spicca certamente quello essiccato. L’essicazione oggi come in passato risulta essere uno dei migliori metodi per mantenere l’erba aromatica a lungo. Per prepararlo in casa è semplicemente necessario seguire un procedimento per nulla complesso.

Lavate e asciugate il prezzemolo in acqua e bicarbonato. Risciacquate quindi per tre volte le foglioline e asciugatele con una centrifuga da insalata. Sistemate quindi le foglioline su un foglio di carta assorbente da cucina tenendolo alla luce diretta dal sole. Il prezzemolo sarà essiccato quando tenderà a sbriciolarsi appena toccato.

A questo punto raccogliete le foglie e riponetele in un contenitore a chiusura ermetica.



Ricetta lenticchie
Consigli di cucina

Come cucinare le lenticchie: ricette e consigli

Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati
Consigli di cucina

Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati

Come cucinare la quinoa
Consigli di cucina

Come cucinare la quinoa: come si usa, bianca e nera

Pranzo all'università, 5 ricette per un pranzo al sacco
Consigli di cucina

Pranzo all’università, 5 ricette per un pranzo al sacco

Dove si usa la salsa Worcester e come farla
Consigli di cucina

Dove si usa la salsa Worcester e come farla

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare
Consigli di cucina

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare

Come fare la panna montata
Consigli di cucina

Come fare la panna montata: ricette per farla in casa

sostituire uova dolci
Consigli di cucina

Come sostituire le uova nei dolci