Come cucinare il broccolo romano
Consigli di cucina

Come cucinare il broccolo romano

Il broccolo romano è una varietà di cavolo broccolo: esistono tantissime ricette per gustare questo delizioso ortaggio: in padella, al forno o bollito.

Il broccolo romano è una varietà di cavolo broccolo. Esistono tantissime ricette per gustare al meglio questo delizioso ortaggio: in padella, al forno o bollito, il broccolo romano conquisterà anche i palati più esigenti

Il broccolo romano

Il broccolo romano, chiamato anche broccolo romanesco, cavolo verde o cavolo cimoso, è una varietà di cavolo broccolo. Questo ortaggio assomiglia a un cavolfiore, ma è verde chiaro, quasi brillante, e ha una forma piramidale con tante piccole rosette disposte a spirale. Ogni rosetta è composta da rosette più piccole che si ripetono con regolarità per formare la parte principale dell’ortaggio. Come suggerisce il nome, il broccolo romano è un ortaggio tipico del Lazio, anche se è diffuso ormai in tutta Italia e lo si coltiva anche in altre zone della nostra penisola. Come per le altre verdure di questa famiglia, si consuma l’infiorescenza immatura, ovvero ancora non sbocciata, mentre le foglie e la radice si scartano.

Proprietà del broccolo romano

Ricco di provitamina A e di vitamina C, il broccolo romano è un’ottima fonte di vitamine (contiene anche un buon livello di vitamina K, vitamina B2 e B5), acqua, fibre alimentari, antiossidanti e minerali. Contiene infatti potassio, magnesio e manganese. Rientra a pieno titolo tra i cibi autunnali ed è indicato, assieme al cavolo, un “alimento antitumorale”. Questo ortaggio ha un apporto energetico contenuto ed è adatto a tutti i tipi di regimi alimentari, non presentando particolari controindicazioni. Sono inoltre privi di colesterolo e non contengono nemmeno le molecole principalmente responsabili di intolleranze alimentari diagnosticabili scientificamente, quali per esempio glutine o lattosio. I pochi fattori antinutrizionali che ritroviamo in questa verdura vengono completamente annullati e inattivati dalla cottura, visto che si consuma principalmente cotta. Il broccolo romano è fra i migliori alimenti per rafforzare le difese immunitarie.

Il broccolo romano nella dieta

Questo ortaggio, conosciuto in tutta la campagna romana da tempo remoto (già nel 1834 il poeta romanesco Gioacchino Belli lo cita in un suo sonetto), è adatto a qualsiasi tipo di dieta. Non ha infatti controindicazioni per i regimi alimentari per il sovrappeso e, essendo scarsamente ricco di zuccheri, è ideale anche nella dieta per il diabete. Le fibre in esso contenute svolgono numerose funzioni benefiche per l’organismo. Innanzitutto il broccolo romano aumenta la sensazione di sazietà, ma modula anche l’assorbimento nutrizionale. Serve poi per curare o prevenire la stitichezza e grazie al suo elevato contenuto di vitamine ha un ruolo antiossidante. Infine, il broccolo romano non ha controindicazioni per celiachia, intolleranza al lattosio, intolleranza all’istamina ed è perfetto per una dieta vegetariana o vegana.

Il broccolo romano in cucina

Del broccolo romano si consuma l’infiorescenza che, per essere di buona qualità, dovrebbe essere ancora chiusa e turgida. Questo ortaggio si mangia prevalentemente cotto; si può consumare crudo solo nelle insalate o in pinzimonio. Cotto, al contrario, può essere servito in molti modi e impiegato in tantissime ricette. Il broccolo romano, infatti, è ottimo sia al vapore sia in padella, ma è molto comune anche la preparazione al forno. Costituisce un contorno perfetto, ma anche un buon primo piatto sotto forma di zuppa o minestrone ed è ottimo in certi sughi per i primi piatti. Vediamo quindi alcune ricette per portare in tavola il broccolo romanesco.

In padella e al vapore

Vediamo due preparazioni base del broccolo romano. La prima è anche la più semplice, quella al vapore. Pulite il broccolo eliminando le foglie, poi lessate in abbondante acqua salata per circa 15 minuti. Infine scolate delicatamente per non rompere le infiorescenze. Se invece preferite una ricetta meno ‘light’ ma più gustosa, dopo aver pulito e bollito il broccolo per circa 20 minuti, fate scaldare in una padella un goccio d’olio; metteteci poi del guanciale e fatelo rosolare insieme a uno spicchio d’aglio mondato e schiacciato. Infine aggiungete i broccoli ben scolati e fate mantecare la verdura assieme al guanciale aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura. Poi spegnete, aggiustate di sale e di pepe e spolverate con pecorino grattugiato. Con la preparazione in padella potete anche condire un piatto di pasta.

La vellutata

Un ottimo modo per impiegare il broccolo romano è realizzare una vellutata, piatto ideale per la stagione fredda. Lessate per 15 minuti il broccolo in acqua leggermente salata, poi scolatelo conservando a parte un po’ di acqua di cottura. Eliminate le foglie verdi e tenetele da parte. Riducete il broccolo in crema con un frullatore a immersione, aggiungendo un filo di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e pepe e un pochino dell’acqua della lessatura. Fate la stessa operazione con le foglie verdi, a cui però non aggiungerete l’acqua. In una padella antiaderente calda tostare per un paio di minuti qualche nocciola, poi tritatela con il coltello. Versate la crema nel piatto e completate aggiungendo a filo la crema delle foglie e le nocciole tritate.

Lasagne con i broccoli

Sono il piatto della domenica per eccellenza, ma possono essere gustate anche negli altri giorni della settimana, se rivisitate in chiave ‘light’. Le lasagne con il broccolo romano sono perfette da portare in ufficio o da scaldare la sera. Lavate e pulite i broccoli. Fateli poi bollire per 15 minuti, scolateli e lasciateli intepidire. Intanto, in una padella antiaderente fate scaldare un filo d’olio con due spicchi d’aglio in camicia e schiacciati. Unite i broccoli e fateli saltare per una decina di minuti, schiacciandoli leggermente. Aggiungete un pizzico di sale e pepe e lasciate raffreddare. Imburrate una teglia da forno e cospargete il fondo con della besciamella. Fate poi un primo strato di lasagne, distribuite la besciamella spalmandola e aggiungete i broccoli. Sopra i broccoli aggiungete del formaggio grattugiato. Create in questo modo almeno tre strati, abbondando con il formaggio nell’ultimo strato. Cuocete in forno a 220° per circa mezz’ora.

Sformato di broccolo

Lo sformato di broccolo romano è gustosissimo. Dividete 800 gr di broccolo a cimette e lessate per 10 minuti. Scolatene una dozzina e fatele raffreddare, mentre le altre continuano la cottura per altri 10 minuti. Infine scolate anche queste. Tritate una cipolla, rosolatela con un filo d’olio, poi aggiungete 3 filetti acciuga, un cucchiaio di prezzemolo tritato, le cimette lessate più a lungo e 100 gr di pomodori pelati in scatola. Cuocete per circa 5 minuti, poi fate intiepidire; unite 80 gr di pane secco, 2 cucchiai di formaggio grattugiato e un pizzico di sale. Infine incorporate due uova, uno alla volta. Imburrate uno stampo da zuccotto, foderatelo con carta da forno; mettete sul fondole cime cotte più a lungo e lasciate da parte, ormai fredde, e tagliatele a metà. Versate il composto, cospargetene la superficie con mezzo cucchiaio di grana e coprite con un altro disco di carta da forno ben imburrato. Infornate a 170 °C per 50 minuti. Sfornate, avvolgete lo stampo in un canovaccio per 10 minuti, sformatelo e servite ben caldo.



Ricetta lenticchie
Consigli di cucina

Come cucinare le lenticchie: ricette e consigli

conservare il prezzemolo
Consigli di cucina

Come conservare il prezzemolo, in frigo, sott’olio e sale

Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati
Consigli di cucina

Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati

Come cucinare la quinoa
Consigli di cucina

Come cucinare la quinoa: come si usa, bianca e nera

Pranzo all'università, 5 ricette per un pranzo al sacco
Consigli di cucina

Pranzo all’università, 5 ricette per un pranzo al sacco

Dove si usa la salsa Worcester e come farla
Consigli di cucina

Dove si usa la salsa Worcester e come farla

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare
Consigli di cucina

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare

Come fare la panna montata
Consigli di cucina

Come fare la panna montata: ricette per farla in casa