Rotella bag: la moda che ama la liquirizia

Rotella bag: la moda che ama la liquirizia

Si ispira alle buonissime caramelle gommose, la borsa realizzata in collaborazione da Coccinelle e Haribo. Sulla scia di Expo anche la moda si ispira al food

-
23/04/2015

Vorrei… una borsa compatta e comoda che non rinunci alla qualità dei materiali e allo stile ma che sia ironica, che ammicchi al piacere dei peccati di gola e che sia divertente? Ad esaudire il desiderio ecco una creazione speciale del brand Coccinelle realizzata insieme ad Haribo: B14 Rotella bag è la limited edition golosa del marchio Coccinelle.

La piccola borsa è un mix perfetto tra le linee sinuose della rotella Haribo e il quadrante della borsa iconica Coccinelle. Una limited edition prodotta in soli 400 pezzi numerati in vendita solo negli store italiani del brand di moda e nel suo e-commerce.

I dettagli della rotella da indossare

Il nome ufficiale è “B14 Rotella bag”; l’accessorio dai colori rosso, nero e panna, è in vitello grana naturale con una comoda chiusura a patta, le forme della rotella Haribo vengono richiamate da un’applicazione tridimensionale rifinita da cuciture che marcano ogni cerchio della “liquirizia”.


Leggi anche: Borse primavera estate 2020: modelli best of

La borsa viene venduta in un packaging divertente, che fa il verso alla borsa d’altri tempi: la confezione ricorda una vecchia cappelliera dentro cui ovviamente sono presenti anche le rotelle di liquirizia, per un mix esperienziale giocoso e divertente.
Per presentare questa novità, i due brand hanno organizzato un vero e proprio Liquirizia Party presso una sala delle Terme di Milano durante la settimana del Salone del Mobile.
Forse complice Expo e i suoi temi, la moda e il food presentano i loro sodalizi di cui la Rotella bag è un esempio ben riuscito.

Recenti sperimentazioni alta moda e food

La recente sfilata di alta moda di Gattinoni a Roma, in occasione di Alta Moda Roma, manifestazione che si è tenuta dal 30 gennaio al 2 febbraio 2015, ha presentato gli abiti “Bread Dress”, creazioni tutte da mangiare di Guillemo Mariotto, che offrono la versione più onirica di questo incontro giocoso tra cibo e fashion. Hanno così sfilato all’Hotel Flora bustier con spighe di grano, pantaloni impreziositi da biscotti e salatini e un magnifico cappello a falde larghe realizzato con un enorme pane di grano duro.

Eleonora Tosco
  • Scrittore e Blogger