Pitti Uomo 87 Walkabout
Moda

Pitti Uomo 87: guida alle novità del prossimo inverno per il vostro lui

Dal luxury high tech al timeless style, un excursus tra i capi e gli accessori che saranno di moda la prossima stagione: per fare colpo sul trendsetter navigato o provare a ‘redimere’ il badly dressed cronico

Se pensate che al prossimo inverno manchi ancora un sacco di tempo avete ragione, ma quando si parla di moda le stagioni cambiano al doppio della velocità. Dal 13 al 16 gennaio, infatti, a Firenze c’è stato Pitti Uomo 87 – Walkabout dedicato alle collezioni AI 2015/2016 e, tra una novità e l’altra, lo stile di quest’anno ha finito con il sembrare (già) superato. Del resto, la kermesse toscana è nota per essere un vero e proprio laboratorio di idee e tendenze e l’edizione appena conclusa non fa eccezione. Anzi.

Sviluppato intorno al tema del viaggio a piedi come “espressione di lifestyle, Pitti Uomo ha intrapreso infatti la strada di un nuovo concetto di glamour, all’insegna di un modo di vestire elegante, misurato e comodo, e ha espresso – in definitiva – se non lo stile tout court, quantomeno le linee guida in fatto di moda maschile per l’Autunno Inverno 2015/2016.

Dal classico al moderno, dall’elegante allo sportivo, ecco allora tutto quello che dovete sapere per azzeccare i gusti del vostro lui fashion addicted (e lasciarlo a bocca aperta) o per riuscire nella titanica impresa di educare al buongusto il badly dressed cronico…

Sportivo? Sì, ma chic

Il “walking“, ovvero il “camminare“, è stato il tema di Pitti Uomo 87 e stilisti e brand che hanno partecipato alla kermesse lo hanno sviluppato proponendo una serie di capi, scarpe e accessori dall’anima sportiva ma dalla vocazione chic, con capispalla e sneakers grandi protagonisti.

Le giacche per l’AI 2015/2016, infatti, sono un perfetto mix di high-tech ed eleganza, rappresentato da tessuti altamente performanti, come il nylon waterproof ed estremamente flessibile Ks100-e della capsule collection disegnata da Nigel Cabourn per Karrimor, e materiali lussuosi, per esempio seta, cachemire, velluto liscio e a coste e pelliccia, declinati in linee sharp, pulite e slim fit dai marchi cult Colmar Originals, Bogner, Windsor.men, Peuterey, Refrigue, Jaggy e Elvstrom.

Per quanto riguarda le scarpe, invece, Pitti Uomo 87 ha sdoganato in maniera definitiva le sneakers, che oltrepassano i confini del look casual per comparire sotto pantaloni e completi formali, all’insegna di uno stile elegante ma concreto, proprio come quello dei viaggiatori del terzo millennio. Da Diadora Heritage a Converse, da D.A.T.E. a D’Acquasparta, fino alla proposta del vincitore del Who is on Next? Uomo nella sezione Accessori, Alberto Premi, la parola d’ordine è sporty-chic, perché la scarpa è sì running, ma guarda al modello nobile di mocassini e stringate, verso una new shoes anticipata dalle proposte di Church’s, Moreschi e Vittorio Spernanzoni.

Classico rivisitato ed eleganza senza tempo

Celebrazione del viaggio a piedi, Pitti Uomo 87 attinge dallo stile rilassato ma inappuntabile dei dandy del passato e lo rivisita in chiave contemporanea per pantaloni, giacche, completi e capispalla da ufficio ed eleganti pensati per vestire l’uomo di oggi: a proprio agio con se stesso, che si muove con uguale confidenza tra paesaggi urbani e naturali, dinamico e fiducioso nel futuro.

Un’operazione che non ha niente da spartire con l’abusata (e comoda) consuetudine di aggiornare modi e mode di una volta per sopperire a una cronica mancanza originalità, ma è un vero e proprio processo creativo, che parte dai principi fondanti dell’eleganza maschile per realizzare capi di ispirazione sartoriale 2.0, come quelli proposti da Consuelo Castiglioni per Marni e Andrea Incontri.

La collezione AI 2015/2016 della talentuosa stilista di origini italo-svizzere e cilene è sospesa infatti tra passato e presente, tradizione e innovazione, in virtù di un misurato giocato di contrapposizioni tra linee morbide e volumi asciutti, colori e materiali a contrasto, praticità e lusso, mentre quella del Designer Project dell’edizione esplora i grandi classici del menswear – dai cappotti ai mocassini, dai pullover alle camicie – lasciandosi ispirare da suggestioni militari per un risultato dal gusto futuristico.

Foto:
Pitti Immagine (Colmar Originals, Windsor.men, Bogner)
Diadora Heritage (MI BASKET 84 USED – 158569, EQUIPE SW DIRTY 11 – 156548)



Reggiseno in vista, quando è glamour e quando no
Intimo

Reggiseno in vista, quando è glamour e quando no

Torna di moda il lattice: dal tailleur, ai vestiti
Abbigliamento

Torna di moda il lattice: dal tailleur ai vestiti

Come mi vesto per un colloquio di lavoro online
Cosa mi metto

Come mi vesto per un colloquio di lavoro on line?

Guida alle taglie scarpe
Scarpe

Guida alle taglie scarpe

Taglie forti, consigli di stile
Cosa mi metto

Taglie forti, consigli di stile

Back to school, come vestirsi il primo giorno di scuola
Cosa mi metto

Back to school, come vestirsi il primo giorno di scuola

Wrap dress perchè non deve mancare nel tuo armadio l'abito a portafoglio
Abbigliamento

Wrap dress: perché non deve mancare nel tuo armadio l’abito a portafoglio

Shorts estate 2020, per look casual e sbarazzino
Abbigliamento

Shorts estate 2020, per look casual e sbarazzino

Minigonna di jeans, come indossarla
Abbigliamento

Minigonna di jeans, come indossarla

Con una semplice t-shirt o una camicia frou frou, o con un top in lingerie. La minigonna di jeans è casual e versatile. Adatta ad ogni outfit da sfoggiare dalla mattina alla sera.

Leggi di più