Paul Smith: la sfilata A/I 2015/16 alla London Fashion Week

Paul Smith sfila alla LFW con una collezione portabile, pensata per una donna vera. Richiami agli anni '70 e flanella sono le caratteristiche principali dei pezzi daywear ideati per l'AI 2015/16

Paul Smith in passerella per l'uscita finale
Paul Smith in passerella per l'uscita finale
  • Paul Smith in passerella per l'uscita finale
  • Sexy vinaccia per l'abito con spacco
  • Sono fluidi e morbidissimi i pantaloni stampati (da portare con le sneakers)
  • Il completo più nuovo ha i pantaloni capri svasati, per far spuntare gli ankle boots
  • Quadri irregolari per l'abbinamento infallibile camicia+longuette
  • Vinaccia per i pantaloni larghi e la giacca in tono, Paul Smith
  • E' morbidissimo ed ampio, il cappotto vinaccia dall'appeal maschile
  • Grigio e beige per il total look che sembra rubato a lui
  • Piccoli e delicati pois per il look in coordinato
  • Così, la tuta in grigio da
  • Composto e raffinato, il completo perfetto per l'ufficio
  • E' un gioco di strati e livelli, questo look Paul Smith
  • Mood sporty per il look con felpa chic e pantaloni loose fit
  • Tasconi maxi per il cappotto ampissimo
  • L'eleganza femminile si vede dai dettagli, come una pochette color crema
  • Un lupetto pesca per addolcire i tratti di un look maschile
  • Il completo? Il prossimo inverno dovrà avere un piglio deciso
  • Senape deciso per il cappotto caldissimo
  • Effetto patchwork per il look in flanella sulla passerella di Paul Smith
  • Corto e ampio: è il giacchino secondo Paul Smith
  • Mood un po' retrò per le scarpe dalla tinta caldissima
  • Gli ankle boots sono sempre una scommessa vincente, e questi in crema sono sicuramente un must
  • Senape + bordeaux: contrasti forti che funzionano
  • Maschile e femminile, elegante e casual: tutto in un unico look

È un sartoriale rilassato e senza troppe pretese, quello portato in scena nei giorni scorsi da Paul Smith alla London Fashion Week.
Ma anche se si tratta di una collezione interessante, non aspettatevi i fuochi d’artificio: i look saliti in passerella sono easy è assolutamente portabili nella vita di tutti i giorni, cosa che in sfilata non si vede troppo spesso. Questo ci basta per desiderare la collezione del designer britannico dedicata all’Autunno/Inverno 2015/16.

Stile easy dal sapore anni settanta

Gli echeggi seventies che hanno ispirato la collezione si fanno sentire forte e chiaro in ogni singolo pezzo: li si può percepire dalle silhouette fluide di pantaloni e cappotti, dal taglio maschile che impone forte la sua presenza. Li si avverte nell’utilizzo massiccio della flanella accanto alla quale trova però posto anche la seta, in un interessante connubio materico, tema ricorrente che è possibile ritrovare anche nell’alternanza tra tessuti fluidi e rigidi. Si tratta di una collezione daywear di facile interpretazione, e che non ha bisogno di un Red Carpet perché può essere indossata nella vita di ogni giorno e dedicata ad una donna vera, reale.
Volevo provare a creare una collezione di abiti che si possano aggiungere al proprio guardaroba” ha spiegato Paul Smith “perché sappiamo bene che le cose nel mondo al momento sono abbastanza difficili, e volevo creare capi come cappotti che stessero bene con i vestiti che si hanno o viceversa“.

Tinte autunnali per una collezione facile da portare

La palette cromatica utilizzata sa di autunno: vinaccia, senape, gamma dei marroni e dei beige, grigio, crema o rosa chiaro per le proposte viste in passerella.
Grande protagonista della stagione è la giacca, che presenzia nella maggior parte dei look dimostrando di possedere una grande versatilità: con o senza maniche, in versione montone con le cuciture a vista o indossato a mo’ di mantella. Onnipresente anche il cappotto, lunghissimo e dai volumi over, da portare sopra tailleur e camicie morbide, da sovrapporre a maglie e ad abiti lunghi a redingote. I tagli dei capi sono prettamente maschili anche per quanto riguarda i pantaloni, dove la proposta vira dai pants svasati alle culottes. I montoni sanno di vintage, donando quel twist tutto particolare all’Autunno/Inverno di Paul Smith.

 

Collezione pienamente promossa: sentiamo che potremmo vestire davvero ogni giorno Paul Smith!


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | London Fashion Week |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *