N°21: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week

Affascinante e sicura, la donna N°21 fa dei contrasti il suo stile. La collezione primavera-estate 2015 è per una "punk da salotto": lasciatevi sorprendere!

La sfilata a Milano di N°21 by Alessandro dell'Acqua
La sfilata a Milano di N°21 by Alessandro dell'Acqua
  • La sfilata a Milano di N°21 by Alessandro dell'Acqua
  • Pelle per i pantaloni a vita altissima
  • Una vera dark lady
  • Pizzo e top tartan
  • Seducenti trasparenze per l'ensemble color mattone
  • Senape + nude
  • Fantasie in bianco e nero
  • L'eleganza e la trasparenza
  • Militare vs bon-ton: perfetto equilibrio
  • Voglia di chic per l'abito decò
  • Rigoroso ma femminile, il minidress con cinta
  • Vincono i mix'n'match: le righe si uniscono al tartan
  • Sopra, look by day; sotto, look by night
  • Trionfo in total black
  • Le sfumature di N21: dal rosso mattone al verde bottiglia
  • Checkmate per le trasparenze!
  • Tanta voglia di giallo
  • Tartan su tartan
  • Close-up sull'eyewear discreto
  • Il colletto bianco che spunta dall'abito army svela voglia di raffinatezza
  • Misure mini per l'abito stretto in vita
  • Close-up su pizzo e top tartan
  • Azzardi e contrasti creativi

È tutto un mix. È un’affascinante mescolanza di suggestioni quella portata in passerella da Alessandro Dell’Acqua per N°21 che, fedele allo stile del marchio, immagina la sua donna chic e mai fuori posto. Eppure c’è poco di artefatto in questa collezione primavera-estate 2015, come se essere così raffinata fosse una dote naturale, che non necessita forzature.

L’eleganza punk di N°21

Si tratta di una creatura capace di mantenere intatto il proprio atteggiamento anche quando decide di dare una svolta punk al look, perché come definito dall’azienda si tratta pur sempre di “un punk da salotto”. E allora benvengano le fantasie check da declinare in versione tubino, supersofisticato, o da indossare con righe o fantasie floreali. E ancora, il rigore militare del verde army che fa spazio al nude, al turchese intenso, a tinte senape, al mattone e ad intramontabili azzurro, bianco e nero.
Il tutto è reso brillante e prezioso dall’utilizzo delle paillette, incastonate sul macramè di gonne e blouson.

Le silhouette per la SS15

L’eleganza e la femminilità della Primavera/Estate 2015 di N°21 si manifestano anche attraverso le silhouette che, cingendo la vita con spesse cinture di cuoio incrostate di pietre e cabochon. creano una forma a clessidra. In passerella le lunghezze seguono due correnti di pensiero: da un lato, c’è la frizzante versione offerta da orli che si fermano a metà coscia, dall’altro la raffinatezza di una longuette, aderente e decisamente di classe. I pantaloni, a vita alta, sono una rara apparizione, così come i micro top, perché a vincere su tutta la linea è l’allure ladylike. E ancora, versatilità per ingannar l’occhio con le camicie che sono in realtà abiti e portate con la gonna, o con il cappottino che viene indossato come se fosse un vestito.

Giochi di contrasti

A caratterizzare la costruzione della collezione è l’utilizzo dei cut-up, che rendono omogenea la costruzione dei capi, composti da contraddizioni: perché qui è molto facile che militare e couture si incontrino, che opulento e pratico facciano parte di un solo look, che un capo sia così versatile da essere “giorno e sera”, che maschile e femminile creino una combinazione unica. A rendere l’insieme più ricco la presenza di pietre preziose, elemento ricorrente: sottoforma di broche, applicate su pullover e camicie in organza, posizionate lungo i profili delle gonne al ginocchio. La cartella tessuti contempla l’uso di cotone macintosh, organza, sigaline e tele di juta leggere.
In contrasto con i capi le calzature che, sottoforma di sabot, trionfano nelle tinte bordeaux, verde e senape.


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | Milano Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *