London Fashion Week FW 2018: colore e spregiudicatezza

Dal mondo total silver di MM6 Maison Margiela all'addio di Christopher Bailey a Burberry, la London Fashion Week FW 2018 è subito entrata nel vivo.

LFW FW 2018-2019: Burberry.
LFW FW 2018-2019: Burberry.
  • LFW FW 2018-2019: Burberry.
  • Dettaglio del look di una modella Burberry alla LFW FW 2018-2019.
  • Trench rosa con patch Burberry alla LFW FW 2018-2019.
  • Un capospalla della collezione Rainbow Check Burberry alla LFW FW 2018-2019.
  • Modelle Burberry, tra cui Cara Delevingne, alla LFW FW 2018-2019.
  • Completo lunare Maison Margiela alla LFW FW 2018-2019.
  • Abito effetto mirror ball Maison Margiela alla LFW FW 2018-2019.
  • Cappotto argento con grandi revers Maison Margiela alla LFW FW 2018-2019.
  • Abito a tunica con mirror ball Maison Margiela alla LFW FW 2018-2019.
  • Piumino color argento Maison Margiela alla LFW FW 2018-2019.
  • Bomber MK X MK ispirato al divano Chesterfield per Mary Katrantzou.
  • Bomber verde MK X MK ispirato al divano Chesterfield per Mary Katrantzou.
  • Close up bomber MK X MK ispirato al divano Chesterfield per Mary Katrantzou.
  • Cappotto con stampe rinascimentali MK X MK per Mary Katrantzou.
  • Giaccone fantasia tone sur tone MK X MK per Mary Katrantzou.
  • Close up su capi di ispirazione Puntinismo MK X MK per Mary Katrantzou.
  • Close up su giacca gialla MK X MK per Mary Katrantzou.

Dopo il grande spettacolo di elegante provocazione e semplice lusso della NYFW, dal 15 al 20 febbraio 2018 è toccato alla London Fashion Week FW 2018. La capitale del Regno Unito ha raccolto il testimone con un programma ricco di nomi internazionali e fitto di eventi e sfilate e ha mostrato fin da subito di fare sul serio con gli show di “pesi massimi” del calibro di Peter Pilotto, Burberry, MM6 Maison Margiela e Mary Katrantzou.

Peter Pilotto

Peter Pilotto e Christopher de Vos hanno scelto una location speciale per presentare la nuova collezione autunno/inverno 2018-2019 del brand Peter Pilotto. Abbandonata la tradizionale passerella, il duo di creativi ha optato per gli ambienti e le atmosfere dello storico club privato Tramp di Jermyn Street. Com’è facile intuire, la decisione non è stata per nulla casuale, ma dettata dallo stile edonistico che caratterizza gli abiti della prossima stagione e che è la cifra del celebre locale notturno.

Come hanno rivelato a Vogue USA, Pilotto e de Vos si sono chiesti  cosa indossavano le signore che lo frequentavano negli anni ’70 per dare forma a una collezione opulenta, colorata, con molti rimandi all’Oriente e alla cultura psichedelica.

Burberry

La collezione FW 2018-2019 di Burberry ha sancito la fine della collaborazione tra il brand inglese e il suo (acclamato) direttore creativo, Christopher Bailey. Lo stilista ha detto addio dopo 17 anni di collaborazione e a salutarlo c’erano molte Burberry girl, tra cui Sienna Miller, Kate Moss, Keira Knightley, Naomi Watts e Naomi Campbell. Oltre a Chelsea Clinton, legata da una lunga e stretta amicizia al marito di Bailey, l’attore Simon Woods.

Per il suo canto del cigno alla corte di Burberry, lo stilista ha attinto dagli archivi del brand e ha proposto un mix di stili e pezzi dagli anni ’80 fino ai giorni nostri, recuperando anche alcune stampe realizzate su commissione dalla maison negli anni ’60 e ’70.

Inoltre, in passerella sono saliti molti capi della collezione Rainbow Check, realizzata per sostenere diverse associazioni che operano nel mondo LGBTQ. Uno dei più significativi, un lungo cappotto di (vera) pelliccia nei colori dell’arcobaleno, è stato indossato da Cara Delevigne, che ha reso omaggio a colui che ha lanciato la sua carriera nel mondo della moda chiudendo in modo spettacolare la sfilata.

MM6 Maison Margiela

Per l’autunno/inverno 2018-2019, MM6 Maison Margiela ha deciso di attingere alle atmosfere spaziali e fiabesche, scegliendo il colore argento come fil rouge dell’intera collezione.

Cappotti con maxi revers, piumini oversize, gonne plissettate, abiti a tunica, camicie senza maniche, pantaloni: tutti i capi sono declinati in una nuance del nobile metallo, ora proposto in uno spalmato pieno e intenso, ora declinato nello sfaccettato baluginio del mosaico che ricopre le mirror ball delle discoteche.

La volontà di stupire è evidente, ma anche l’intento inspirational: sta a ogni donna decidere quale pezzo della collezione indossare e come abbinarlo. In coordinato total silver o in contrasto con altre tonalità.

Mary Katrantzou

Il Puntinismo, la Bauhaus, l’epoca Vittoriana, l’industria mobiliera e l’alta tecnologia. La collezione FW 2018-2019 di Mary Katrantzou mescola con incredibile sapienza e uno stile unico ed elegantissimo, tutte queste influenze in una serie di capi che alternano forme strutturate e geometriche a silhouette fluide ed essenziali, stampe artistiche a decori presi in prestito dall’home furniture e colori cangianti a tonalità sature.

La contaminazione tra generi e stili non è mero virtuosismo, ma ricerca di un nuovo approccio funzionale alla moda e si manifesta anche nella capsule collection di capispalla realizzata in collaborazione con MK X MK, all’interno della quale spicca il bomber ispirato al divano Chesterfield.


Vedi altri articoli su: Abbigliamento | Collezioni | Fashion Weeks | London Fashion Week | Sfilate | Trend |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *