Arriva il freddo: le clutch più hot dell’autunno/inverno 2014-2015

Maxi, morbida, ironica, geometrica, mimetica: la vecchia pochette si trasforma e assume mille forme sorprendenti nelle collezioni autunno/inverno 2014.

Clutch e pochette: le più hot dell'autunno/inverno 2014
Clutch e pochette: le più hot dell'autunno/inverno 2014
  • Clutch e pochette: le più hot dell'autunno/inverno 2014
  • L'eleganza e i dettagli di una delle clutch di Valentino FW 2014
  • La clutch impropria di Valentino, con lo stampato icona della collezione FW 2014
  • Rettile e colore per la clutch impropria di Ferragamo FW 2014, portata piegata
  • La clutch (?) di Céline FW 2014, con le borchie dorate e il manico che diventa fascia per il braccio
  • Destrutturata, scomposta, stretta in mano la clutch Vuitton FW 2014
  • La clutch morbida e borchiata di Lanvin FW 2014
  • Austerità delle forme e magnifici colori: la clutch geometrica di Roland Mouret FW 2014
  • Forma lineare e stampato etnico per la clutch geometrica di Stella Jean FW 2014
  • Lineare, minimalista, in colore neutro: la clutch di Marni FW 2014
  • Colori, scritte autoironiche, ecopelliccia: la clutch ironica di Chanel FW 2014
  • Stelle per Stella: la clutch ironica, un po' super-eroica, di Stella McCartney FW 2014
  • Maximaglia e riferimenti all'artigianato DIY per Roksanda Ilincic FW 2014
  • L'incredibile lavorazione della clutch gioiello e del guanto abbinato D&G FW 2014
  • Rigore delle forme ed eccellenza dei materiali: la clutch gioiello di Bottega Veneta FW 2014
  • Colori forti, righe, maxi-dettagli: la clutch gigante di Anya Hindmarch FW 2014
  • Abbinamento top/borsa per la maxi-clutch di N.21 FW 2014
  • Pelliccia e forme geometriche: i contrasti della clutch di Nina Ricci FW 2014
  • Pelliccia tricolore per la clutch (impropria?) di Fendi FW 2014
  • Squadrata, divertente, sfrontata: la clutch
  • L'effetto mimetico della clutch sul capo spalla per Stella McCartney FW 2014
  • Capo spalla e borsa a scomparsa: la mimesi quasi totale della clutch di Valentino FW 2014
  • Borsa ricca in dettagli, abbinata con guanto, su abito quasi identico: effetto camaleonte anche per D&G FW 2014

 

In principio era la pochette, poi è diventata la clutch: l’attenzione si è spostata dall’oggetto in sè al gesto della mano (“to clutch” significa “stringere, afferrare”), e la borsa si è liberata dai suoi obblighi di dimensione e occasione.

La clutch è ormai una borsa da portare sempre, non solo di sera, e le collezioni autunno/inverno ce lo dimostrano. Sempre stretta tra le nostre mani, la clutch si trasforma in mille modi: vediamo insieme quali sono le sue versioni più hot, direttamente dalle collezioni autunno/inverno 2014 e sfogliatele nella nostra gallery.

La clutch impropria

È proprio in questo caso che il gesto, la mano che stringe la borsa, trasforma l’oggetto: vengono portate così anche borse che apparentemente sarebbero borse a mano o tracolle, ma che mutano funzione. Irresistibili esempi di questa deviazione d’uso: la borsa di Valentino con lo stampato icona della sua collezione; la splendida borsa in rettile di Ferragamo, portata piegata; la borsa con grandi borchie dorate di Céline.

La clutch morbida

Un grande classico è la  borsa a “busta”, ingrandita e ammorbidita, come assecondando la stretta della mano. Tra queste spicca una destrutturata Vuitton, una piccola pochette borchiata di Lanvin, e una borsa rettangolare stretta al centro da una fibbia, come a formare un grande fiocco, di Viktor & Rolf.

La clutch geometrica

Rassicurante nelle sue linee evergreen, la clutch dalle forme squadrate è un passepartout anche quando compensa la sua “austerity” coi colori, come nel caso dei bei toni autunnali di Roland Mouret, o con gli stampati, come per l’etnico di Stella Jean. Ma anche in toni neutri come il nudo, abbinati con le forme austere di una cartella, in perfetto stile Marni, la clutch geometrica resta un accessorio irrinunciabile.

La clutch ironica

Nessuno si prende sul serio, figuriamoci le clutch: non poteva mancare, nelle collezioni autunno inverno 2014, il momento in cui la moda si prende in giro, e ci riesce bene con queste tre clutch. La pelliccia e le scritte autocelebrative di Chanel, esagerate dalle dimensioni maxi, in perfetta coerenza con l’ispirazione “pop supermarket chic” della sfilata; le stelle giganti gialle su sfondo rosso di Stella McCartney; i colori fluo e i riferimenti all’artigianato “etsy style” di Roksanda Ilincic.

La clutch gioiello

Ironia va bene, ma abbiamo anche bisogno delle nostre certezze. La clutch preziosa ed elegante è una di queste, perché per quante varianti se ne faranno, non ne avremo mai abbastanza. D&G, in particolare, ha prodotto per questa stagione una serie di borse gioiello che riempiono gli occhi e il cuore. L’abbinamento tra borsa e guanti ci racconta che questa clutch è il prolungamento delle nostre mani, o forse viceversa. Parlando di clutch gioiello, non si può escludere Bottega Veneta, con la sua signature rigida con profili dorati e un’attenzione ai dettagli e ai materiali sempre inconfondibile.

La clutch maxi

Forse tra le varianti più affascinanti, la clutch XXL aggiunge a ogni outfit uno statement impossibile da ignorare. Anya Hindmarch ci propone una borsa a righe giganti, con grossa decorazione che pende dalla chiusura, mentre N.21 ci ammalia con il luccichio e i fiori, in abbinamento con un outfit dal top esattamente identico: il coordinato borsa/abito è tornato più volte durante queste sfilate.

La clutch in pelliccia

Struttura rigida ricoperta di pelliccia per Nina Ricci; parallelepipedo bicolore fluo per Sara Battaglia; colori naturali alternati a ciuffi più intensi per Fendi. Quando la clutch decide di confrontarsi con la pelliccia, ne esce vincitrice, dimostrando ancora una volta che è davvero una borsa versatile.

La clutch “mimetica”

Una tendenza diffusa durante le sfilate autunno/inverno 2014 è stata l’abbinamento quasi ossessivo tra borsa e outfit, a ribadire l’accessorio come parte integrante dell’abito. Un processo che porta alla “scomparsa” della borsa, come si vede nel caso della clutch di Stella McCartney, grande ma pressoché invisibile sul cappotto della stessa stoffa, nella “clutch impropria” di Valentino, e in quella di D&G, con il guanto abbinato e l’abito quasi identico.


Vedi altri articoli su: Borse |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *