La collezione primavera-estate 2014 di Roberto Cavalli fa sognare

L'Hollywood degli anni Trenta diventa "Cavallihood" tra red carpet, serate di gala e capi che si ispirano ai vestiti delle ballerine di Charleston

23/09/2013

Una donna sensuale, seducente, sexy e mai volgare o appariscente: sono le donne create da Roberto Cavalli che sfilano sulla passerella di Milano Moda Donna. Donne che sanno il fatto loro, forti, false timide che calcano i red carpet di “Cavallihood”, come racconta dal backstage una sorridente Eva Cavalli, orgogliosa della collezione che sta per andare in scena.

Magia senza tempo di una Hollywood che non c’è più

La linea primavera-estate 2014 di Roberto Cavalli propone capi pensati per una donna languida, una creatura quasi eterea che veste stoffe impalpabili, colori neutri (bianco e nero) e chiarissimi che sfumano per tutta la lunghezza gli abiti. Lavorazioni ricercate che ricordano le dive degli anni Trenta della Hollywood più amata, con quell’eleganza unica e senza tempo.

Sono «donne sofisticate, che fanno sognare» spiega Roberto Cavalli che per la linea della prossima spring/summer ha tratto grande ispirazione dalla vecchia cinematografia e dalle sue protagoniste. Solo in questo modo si possono spiegare gli abiti opulenti ma non sfarzosi che sfilano in passerella, realizzati per occasioni speciali quali red carpet, importanti cocktail party e serate di gala. Ricercate anche le soluzioni per il giorno con i completi con pantalone in pelle chiara con patchwork di pelli (pitone e iguana), cocco e jeans con dettagli in macramé e microborchie. Punto di forza della collezione Roberto Cavalli sono soprattutto gli abiti che hanno lasciato piacevolmente senza parole le persone presenti: da quelli da sera e gala con strascico abbinati a collane con nappe di frange e clutch con micro borchie, a kaftani che fluttuano sui corpi sinuosi delle modelle realizzati con pizzo e trame jacquard; ci sono quelli a sottoveste con scollature a V vertiginose e sensuali, abiti corti che ricordano quelli indossati dalle ballerine di charleston nell’America degli anni Trenta. Ricami, inserti in metallo realizzati con tecniche differenti e ricercate campeggiano su vestiti, camicie, giacche e pantaloni che si colorano di tinte tenui che spaziano dal rosa cipria al verde menta, dal perla all’azzurro e all’argento. Tessuti preziosi che sono propri dello stile Roberto Cavalli, come il coccodrillo presente sulla maggior parte dei giubbini.


Leggi anche: Scarpe primavera estate 2022, i nuovi trend

La donna Roberto Cavalli della primavera-estate 2014 è una donna che ama il lusso, una donna elegante, sofisticata e che fa sognare ispirandosi ai primi anni del Novecento. Una donna che ai piedi porta sandali alla schiava, realizzati in cuoio con tacco a stiletto e lacci che fasciano la caviglia e il ginocchio. Al collo gioielli scultorei in cristallo di rocca e smalti colorati con miniature animali.