Il labirinto colorato di Peter Pilotto fw 2015/16

In passerella sfilano la sartorialità, il grafismo e le stampe. L'uso unconventional di elementi preziosi, come gli alamari 2.0, sono solo una piccola anticipazione della sfilata del duo creativo Pilotto-De Vos.

Abiti longuette con spacco, silhouette femminile e colore
Abiti longuette con spacco, silhouette femminile e colore
  • Abiti longuette con spacco, silhouette femminile e colore
  • Cappotto bianco lungo
  • Dettagli metallici e sequins per un tocco di luce
  • Tailoring nuovo e sofisticato. Linee pulite, volumi essenziali
  • Motivi geometrici, disegni astratti,  graffiti.
  • Grandi colli di forma rettangolare, maxi reverse, lunghezza media o corta, tessere-puzzle, realizzate in pelliccia
  • Astratto e stampa digitale
  • Strisce tipo circuiti stampati, forme astratte, macchie e schizzi di colore
  • Abito con volant verdi
  • Cappotto con collo rettangolare
  • Ricami stilizzati di animali, fiori, piante
  • I colori della nuova collezione  spaziano da giallo a verde, da rosa fluo a bianco candido, dai blu e turchese saturi al verde salvia ecc...
  • Mix e match di ricami stilizzati di animali, fiori, piante e forme psichedeliche, strisce che ricordano i circuiti stampati, forme astratte, macchie e schizzi di colore
  • Stile pop
  • Decorazioni pop
  • Fondo nero e colore

È una ricerca materica e sartoriale quella condotta dal duo creativo Pilotto-De Vos per affinare la nuova collezione autunno inverno 2015 2016.
L’artigianalità si orienta su nuovi orizzonti: graffiti e stampe. E la “firma” del brand diventa sempre più definita.

Tessuti, chapeau

Stampa digitale e non solo, tra le novità in passerella. In lizza, i materiali preziosi declinati in modo del tutto non convenzionale. La cognizione d’uso dei tessuti rasenta la perfezione: pizzo, raso, cashmere sono tra loro sovrapposti, mixati per creare nuove forme e dare tridimensionalità ai motivi geometrici, ai disegni astratti, ai graffiti.
Un risultato inedito. Come l’incontro tra materiali, tessuti e decorazioni diverse: tessere-puzzle, realizzate in pelliccia, adornano i cappotti dal taglio giovane e contemporaneo, minimal e colorati; il completo gonna longuette di pizzo e maglioncino tricot colorato, e ancora il pizzo che, sovrapposto in pannelli, arreca un tono sexy ed elegante alle bluse; i ricami d’ispirazione folkloristico-rurale; le strisce di tessuto che alterano l’equilibrio volumetrico di maglie, maglioni, gonne e pantaloni, e in ultimo i dettagli metallici e sequins per un tocco di luce.

Revolutionary road

Peter Pilotto e Christopher De Vos hanno imboccato una strada ben precisa: quella che, dal gioco visivo, conduce alla creazione sartoriale. Una strada lunga e complessa ma il ritmo della marcia è molto risoluto.
Il tailoring nuovo e sofisticato viene subito agli occhi: le linee pulite, i volumi essenziali ma studiati nel minimo dettaglio creano un armonico insieme di fantasie e disegni.
Cappotti e giacche portano i segni della rivoluzione stilistica messa a punto dal duo: grandi colli di forma rettangolare, maxi reverse, lunghezza media o corta, zip e alamari unconventional 2.0 che prendono il posto di bottoni e cinture per definire il punto vita.
Le gonne testimoniano il nuovo gusto per il dettaglio, con spacchi asimmetrici e sinuosi, sovrapposizioni di pannelli di tessuto e cuciture, ripiegature strategiche della stoffa per dare forma e volume.

“Meticciamenti” di colori e fantasie

La ricerca di nuove suggestioni va nella direzione di materiali e nel come realizzare un capo, sebbene Peter Pilotto si mantenga fedele al colore e al grafismo, sua cifra stilistica fin dall’esordio nel 2007. I colori della nuova collezione spaziano da giallo a verde, da rosa fluo a bianco candido, dai blu e turchese saturi al verde salvia, dall’arancio al marrone, dal rosso al nero, al glicine.
Molti gli accostamenti a contrasto e per sfumatura: c’è un “meticciamento” tra ricami stilizzati di animali, fiori, piante e forme psichedeliche, strisce che ricordano i circuiti stampati, forme astratte, macchie e schizzi di colore. Ogni look diventa così unico e irripetibile, un’opera d’arte con tutti i crismi.
Un labirinto colorato, una mescolanza di forme, colori, decorazioni e applicazioni, uno stile pop ma anche minimal.


Vedi altri articoli su: Abbigliamento | Fashion Weeks | London Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *