Fibre Filippine (Piña, Abaca e Banana) Go to Rome

Il fashion system guarda a Oriente con “Fibre Filippine Go to Rome”

Dal 17 al 20 ottobre la Capitale ospiterà una tre giorni dedicata a queste pregiate ed eco-friendly fibre naturali utilizzate nelle linee ready to wear e haute couture

Quando il mondo della moda incontra l’impegno sociale e la conservazione delle origini delle persone che migrano nel nostro Paese alla ricerca di fortuna e di un futuro certo. Succede a Roma grazie al progetto “Fibre Filippine (Piña, Abaca e Banana) Go to Rome”.

Oltre il 2,9% della popolazione straniera residente in Italia proviene dalle Isole Filippine. Un dato considerevole e che sembra essere in continua crescita. Ma in quanti conoscono il patrimonio di questo ricco arcipelago del lontano Oriente? Ecco dunque spiegata la nascita del progetto-evento istituzionale che dal 17 al 20 ottobre avrà luogo nella Capitale per raccontare la cultura tessile filippina e il ruolo quest’ultima all’interno del sistema-moda italiano.

“Fibre Filippine (Piña, Abaca e Banana) Go to Rome” è il primo evento mai organizzato concepito per mostrare le pregiate ed eco-sostenibili fibre naturali delle Filippine. Qui gli operatori del fashion system nostrano avranno modo di vedere in prima persona questa incredibile risorsa, di toccarla con mano e magari creare una partnership con gli addetti ai lavori filippini.

Aziende e designer insieme per creare nuove opportunità di business? Questo è l’obiettivo preposto e reso possibile da European Network of Filipino Diaspora, associazione no-profit nata nel 2012 per garantire ai filippini residenti in Italia (circa 170mila) un legame con il proprio Paese natale. Ma chi ha voluto fortemente “Fibre Filippine” è stata Mrs Marie Luarca-Reyes, moglie dell’Ambasciatore filippino Virgilio Reyes, realizzato in collaborazione con l’Ambasciata delle Filippine a Roma, FIDA – Fiber Industry Development Authority e Gruppo Aggiunto di Roma Capitale.

Due i momenti in cui si svolgerà l’evento. Durante la serata del 17 ottobre presso il Circolo Ufficiali della Marina sei designer filippini celebri nel proprio Paese mostreranno in passerella le proprie proposte realizzate totalmente con le pregiate ed eco-sostenibili fibre di Piña, Abaca e Banana, utilizzate per linee di haute couture e prȇt-à-porter da stilisti del calibro di Anthony Cruz Legarda, Renee Salud e Twinkle Ferraren. In seguito, dal 18 al 20 ottobre presso l’Aranciera di San Sisto avrà luogo un’esposizione pensata per gli operatori del sistema moda Made in Italy, dai creatori ai buyer delle boutique simbolo del fashion italiano come Ferragamo e Gucci che hanno già comunicato la propria partecipazione all’evento; ma anche atelier di abiti da sposa, designer, giovani stilisti alle prime armi e molto altro ancora.

Ad ogni modo, le vere protagoniste saranno loro, le fibre di Piña, Abaca e Banana, tanto pregiate quanto sfruttabili sia per la creazione di abiti che di accessori quali borse, centrini, persino per la biancheria della casa.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Borsa da spiaggia 2019: i modelli da scegliere
Borse

Borse da spiaggia 2019: i modelli da scegliere

H&M e Neflix: una collection dedicata a Stranger Things © Fotogramma
Abbigliamento

H&M e Netflix: una collection dedicata a Stranger Things

Abbigliamento

Costumi 2019, quelli più amati dalle influencer

Abbigliamento

Saldi estivi 2019: i fashion must have

Plissé, uno dei trend di stagione
Abbigliamento

Plissé, uno dei trend di stagione

Mix & Match
Abbigliamento

Mix and match: istruzioni per l’uso

La moda minimal: 5 influencer da seguire
Abbigliamento

La moda minimal: 5 influencer da seguire

Sì al nero d'estate, 3 abbinamenti da copiare
Abbigliamento

Sì al nero d’estate, 3 abbinamenti da copiare

Borse

Bucket Bags, le borse a secchiello sono sempre più cool

La borsa a secchiello è la it-bag dell’estate 2019. Scopriamo tutti i modelli da avere!

Leggi di più