Giorgio Armani: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week

Una sfilata dai toni sublimi che si apre con un cortometraggio, “Sabbia”, diretto da Sorrentino. La collezione primavera-estate di Giorgio Armani è delicata ed impalpabile.

Bagliori metallici, tinte sabbia, linee morbide: questa è la SS15 di Giorgio Armani
Bagliori metallici, tinte sabbia, linee morbide: questa è la SS15 di Giorgio Armani
  • Bagliori metallici, tinte sabbia, linee morbide: questa è la SS15 di Giorgio Armani
  • Delicati motivi floreali all over
  • Sabbiato ed in un tessuto impalpabile: la quintessenza della delicatezza
  • Giochi di trasparenze e sovrapposizioni
  • Morbidi, fluttuanti, comodi: ecco come si portano giacche e pantaloni
  • Sovrapposizioni must per Armani
  • L'intramontabile eleganza dei toni sabbiati
  • Contrasti: i pantaloni sono larghi ma corti, lo spolverino è extralong
  • Sporty-chic: la gonna elegantissima si porta con le sneakers
  • A metà tra charleston e office-mood
  • Grigio e volumi a uovo per il look daily
  • Sfumature inattese sul completo in tessuto increspato
  • Bermuda: ok anche per i look più rigorosi
  • E se il completo da ufficio fosse maculato?
  • Greige: non poteva mancare, sulla passerella di Re Giorgio
  • Una sfumatura quasi impercettibile di azzurro per il completo dalle forme arrotondate
  • Maxi collana e giacca a pelle per rinnovare il solito look
  • Lavorazioni 3D per l'abitino total white
  • Linee semplicissime ma d'effetto per l'outfit in tinte cremose
  • Piccola ma sfarzosa, la bag ricoperta di frange
  • Una carrellata di abiti da sogno!
  • Giacca sì, ma senza maniche, per le giornate più intense
  • Una maxi-collana, da portare a contrasto con il top lavorato
  • La camicetta bianca si apre sulla gonna opalescente
  • Allure ladylike, ma spunta la bag in fantasia animalier
  • Tra grigio, sabbia e bianco
  • Richiami etnici per l'abito fluttuante
  • Contrasti: struttura rigida per la giacca, fluidità estrema per i pants
  • Pochette: è meglio maxi
  • Un copricapo retrò per l'ultima uscita della sfilata

“Sabbia”. Si è aperta con un cortometraggio diretto dal premio Oscar Paolo Sorrentino la sfilata donna Giorgio Armani per la Primavera/Estate 2015, in scena presso il teatro Armani in via Bergognone. La proiezione racconta una storia d’amore che si svolge tra le spiagge di Lipari e Stromboli.
E la sensazione, a vedere gli abiti proposti, è proprio quella che si ha guardando la sabbia: per i colori, cremosi e delicati, per le texture contemporaneamente evanescenti ed elaborate, per la leggerezza e l’impalpabilità dei tessuti. E anche perché si tratta di capi intramontabili, destinati a durare per sempre.

Silhouette, texture e colori: ricordando una collezione di 20 anni fa

La destrutturazione è quasi una necessità per lo stilista che, da sempre, propone capi in grado di soddisfare le esigenze quotidiane senza però mettere in secondo piano lo stile.
Le linee guida sono dunque tondeggianti, a uovo, oppure morbide e fluide proprio come la sabbia che si muove trasportata dal vento: non costringono ma anzi, lasciano ampio spazio al movimento ed alla sperimentazione.
L’attenzione al dettaglio e alla lavorazione delle texture dei capi sono magistrali: stampe maculate e pitonate, frange, trasparenze e sovrapposizioni compensano una palette basata su tinte neutre e piuttosto semplici.

Per la sera sono da prediligere abiti ricamati portati su pantaloni in seta trasparente, gonne a scialle e frange dal sapore vintage perché, come spiegato dallo stilista: “Questa collezione è nata ricordandone una fortunata di 20 anni fa, dove avevo immaginato la moglie di un archeologo che va a trovare il marito impegnato negli scavi. Poi si è aggiunta l’opportunità di collaborare con Paolo Sorrentino che ha filmato le spiagge di Lipari e Stromboli in un piccolo film che raccontasse la collezione”. A legare al cortometraggio le creazioni in passerella sono le dune stampate, gli effetti dégradé, i materiali leggeri e freschi.

Scarpe e accessori fanno il total look

La voglia di contemporaneità si fa sentire anche nel reparto accessori, e sono le scarpe basse ad avere la meglio (da notare la versione in maculato). Sneakers e stringate sono le calzature per eccellenza, da portare con tutto e da completare con la borsa perfetta, perché anche con un look sportivo basta indossare una bag sofisticata per cambiare immediatamente direzione. Le collane/colletto rigide aggiungono un ulteriore tocco di stile.


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | Milano Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *