Alberta Ferretti: la collezione A/I 2015 alla Milano Fashion Week

Arriva direttamente da una corte rinascimentale, la donna vestita dalla stilista italiana Alberta Ferretti, tra atmosfere calde e rinascimentali che sembrano tratte direttamente da un dipinto d'epoca

Vestito con maniche abbombate e trasparenze
Vestito con maniche abbombate e trasparenze
  • Vestito con maniche abbombate e trasparenze
  • Sciarpa oversize marrone bruciato sull'abito dello stesso colore
  • Scamiciata con gonna abbombata
  • Ricami e veli per l'abitino bianco
  • Prezioso gilet sui pantaloni morbidi, scarpe decorate
  • Completo in perfeto stile cortigiana sulle tonalità del verde
  • Gioco di applicazioni e trasparenze per l'abito rosso
  • La pelliccia smanicata diventa rossa, come il resto dell'abito
  • Preziosi damaschi per la giacchina e la gonna, stivali alti in velluto
  • Prezioso abito rinascimentale
  • Completo di velluto damascato rosso e nero
  • Cappotto lungo, pantaloni a vita alta, camicia con r
  • Cappotto di lana su abito di velo
  • Cappotto di lana lungo fino ai piedi
  • Cappotto corto con manihe sfasate e collo di pelliccia, stivali di vellu
  • Abito nero con trasparenze
  • Applicazioni di velo sulla maglia di lana
  • Camicia con maniche velate e gonna di velluto
  • Cappottino rosso stretto in vita su pantaloni di velluto damascato
  • Cappotto con zip e cappuccio di pelliccia
  • Abito bianco con trasparenze

La signora della moda italiana non ha smentito sé stessa e il suo stile tanto caro a chi veste Alberta Ferretti, e ha portato sulla passerella della Milano Fashion Week una donna appena arrivata dal Rinascimento, da quell’Italia colta ed elegante, ancora oggi ammirata da ogni parte del mondo. E alla quale bisognerebbe ispirarsi pù spesso. Una donna dall’incedere ‘importante’ dove, però, la leggerezza dei tessuti , la poesia dei cappotti di mohair, i trucchi natural delle modelle  hanno smussato l’opulenza e dato risalto, ancora una volta, all’anima romantica ed eterea della donna di Alberta Ferretti.

Cortigiane e damasco

Per il prossimo autunno/inverno 2015-16 la stilista italiana propone una cortigiana che sembra uscita adesso da una sorta di bosco incantato, quell’inno alla natura che mai manca nelle collezioni di Alberta Ferretti come già abbiamo visto in quella precedente. E’ una donna che non vuole apparire, mettersi in mostra, anzi indossa abiti lunghi, realizzati con tessuti coprenti, estremamente eleganti e ricercati nei ricami, nei damaschi e nelle decorazioni. Abiti preziosi per una donna preziosa.  Sembrano tavolozze dei colori dei pittori rinascimentali, la loro passione è tutta nel nero, nelle tonalità del rosso, del marrone e del verde, ma anche papavero e fragola, tutti colori ‘caldi’ che si mescolano per realizzare il più bello degli affreschi rinascimentali. I vestiti, lunghi fino ai piedi o più corti, raccontano storie che arrivano dal passato. I cappottini avvolgono la figura femminile senza metterne in mostra le curve, a richiamare un bon ton dal dolce gusto retrò.

Tessuti e accessori

Tessuti importanti nella nuova collezione di Alberta Ferretti, il velluto e lo chiffon soprattutto, ma anche molto panno e pizzo, jacquard e la pelliccia che si colora di nuance calde. Poi i cappotti di mohair, le ruches e i volant a rievocare atmosfere lontane. Colori caldi, ma anche l’oro e il bianco per i modelli dove si ‘osano’ trasparenze appena accennate. Gli accessori sono minimal, piccole borse ricamate, mocassini di velluto, solo le sciarpe sono oversize.


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | Milano Fashion Week |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *