Gucci sfila alla Milan Fashion Week spring/summer 2014

Decorativismo e sensualità per la donna primavera-estate 2014 di Gucci

Colori scuri, scollature e spacchi vertiginosi per una donna self-confident. Questa la proposta di Frida Giannini

Il mondo dello sport incontra quello del design e della moda. Frida Giannini ha proposto una donna al confine tra l’atletica e il glamour creando una collezione che trae ispirazione da numerosi ambiti differenti. La direttrice creativa di Gucci ha progettato abiti che scivolano sui corpi delle modelle, capi sensuali nelle forme e nei colori decisi che incontrano il decorativismo di Romain de Tirtoff, in arte Erté.

Lo sport diventa seducente

La donna Gucci della prossima primavera/estate è una donna forte, sicura di sé e dotata di grande fascino e sensualità. Si muove sinuosa sulla passerella in modo seducente vestendo capi dalle linee morbide con inserti tecnici provenienti dal mondo dell’atletica, rivisitati e trasformati in chiave fashion e super sexy. «Abiti preziosi, eleganti, scaldati da un ricercato decorativismo», ha dichiarato Frida Giannini dal backstage della sfilata e dal 2006 alla guida di tutte le linee Gucci. Una donna che ama il lusso e la seduzione, che veste capi con spacchi vertiginosi, profonde scollature che mettono in mostra il seno coperto (si fa per dire) da bikini trasparenti. Giochi di lacci, tagli irregolari e dettagli vedo non vedo campeggiano sugli abiti Gucci realizzati grazie a materiali pregiati tra pelli traforate, inserti di tessuto jacquard, chiffon, rete e nastri. Grande spazio alla seta, utilizzata soprattutto sulle tute e sui gym pants che richiamano il mondo dello sport che, a dirla tutta, non è mai stato così femminile.

La primavera/estate 2014 di Gucci porta in scena t-shirt oversize che cadono morbide sul busto, bomber, trench, tute, abiti, giacche, giacche da camera e persino kimono realizzati in tessuti preziosissimi. Sebbene a farla da padrone siano le trasparenze che lasciano scoperto il coperto grazie a dettagli vedo non vedo, la donna Gucci non ama orli corti: le gambe vengono messe in mostra grazie agli spacchi profondi di gonne lunghe e abiti che arrivano alla caviglia. Scure le tonalità scelte: le pailettes si tingono di nero, mentre rame, oro, rosso ciliegia e verde colorano capi in lurex e ricami in lamé.

Anche le classiche stampe floreali vengono riviste in stile Frida Giannini che per l’occasione guarda al decorativismo di Erté che rivive su abiti dalle linee geometriche smorzate da tagli improvvisi e dalle tinte scelte. Una collezione fatta soprattutto dai dettagli che «Arrivano dal mondo dello sport, ma […] molto sensuale, fresca, moderna, chic. Gli abiti sono lunghi, quelli più corti arrivano a metà gamba, ma solo perché sono molto aperti ai lati e nudi sulla spalla» ha proseguito la Giannini che in passerella ha puntato su accessori in bambù.

Ti potrebbe interessare anche

Abbigliamento

Mela, pera o clessidra? Valorizza il tuo corpo in pochi step

Abbigliamento

I brand fondati da influencer da seguire per essere alla moda

Abbigliamento

La camicia: il capo che ci risolve sempre il look!

Abbigliamento

Giacche invernali low cost, quali scegliere

Abbigliamento

Black and white, l’abbinamento perfetto per ogni occasione

Benvenuto autunno: ecco i trend moda della stagione A/I 2019-2020
Abbigliamento

Benvenuto autunno: ecco i trend moda della stagione A/I 2019-2020

Autunno in jeans, ma quali modelli andranno di moda?
Abbigliamento

Autunno in jeans, ma quali modelli andranno di moda?

Ricominciare l’università in sicurezza: gli zaini migliori per proteggere il PC
Borse

Ricominciare l’università in sicurezza: gli zaini migliori per proteggere il PC