Contrasti etnici per la primavera-estate 2014 di Givenchy

Un incidente automobilistico simile alle differenze culturali che si scontrano dando vita alla spring-summer 2014 di Riccardi Tisci

Lo scontro di culture differenti rivive nella collezione primavera-estate 2014 di Givenchy
Lo scontro di culture differenti rivive nella collezione primavera-estate 2014 di Givenchy
  • Lo scontro di culture differenti rivive nella collezione primavera-estate 2014 di Givenchy
La violenza dei contrasti etnici paragonata a un incidente automobilistico in cui auto di lusso come BMW, Mercedes e Saab appaiono agli occhi dei presenti tutte accartocciate. Uno boato e poi il fumo. È questa la location immaginata e ricreata da Riccardo Tisci per la proposta primavera-estate 2014. Una collezione che mostra cosa succede quando l’Occidente incontra o, sarebbe meglio dire, si scontra con l’Oriente e il Continente Nero, dando vita a visi truccati come maschere, dettagli etnici, tagli grafici e molto altro ancora.

Moderne indiane dallo spirito modaiolo

Ha saputo sorprendere ancora una volta Riccardo Tisci, da anni direttore creativo della maison francese Givenchy, che per la linea spring-summer ha pensato a pigiama-kimono, giacche che ricordano questi capi tipici del Giappone, abiti lucidi, camicie e stole. Givenchy fa il giro del mondo esplorando gli abiti e la cultura dei cinque Continenti, focalizzando la propria attenzione su Africa, India, Giappone e l’Occidente preso nel suo insieme, tanto diverso quanto simile. Più che un incontro ci troviamo di fronte a uno scontro violento di società che rivivono sui capi firmati Riccardo Tisci. Questi Paesi non si fondono, ma vivono facendo delle proprie diversità la loro forza. Ecco dunque sfilare abiti con scollo drappeggiato che ricorda le lunghe collane africane, scollature che mettono in bella mostra reggiseni, fasce incrociate, abiti lucidi con paillettes, stole che si trasformano in camicie e formano scollature naturali. Capi plissettati, gonne larghe, bretelle, tessuti preziosi e pelle tagliata a laser come ciliegina sulla torta.

La donna primavera-estate 2014 di Givenchy è una donna che non si nasconde, è fiera delle proprie diversità, fatto che la accomuna alle altre signore del Pianeta. Ciononostante, è una donna che pensa di esaltare il proprio viso coprendolo con il make-up, un trucco pensato come una maschera colorata in grado di rendere il proprio volto, e di conseguenza la donna, ancora più presente e protagonista. Colori brillanti campeggiano sia sui visi che sugli abiti, dando vita a nuovo modo di intendere il glamour.

Una moda originale che non segue le tendenze, ma che i trend li fa. Uno street-style dalle simmetrie perfette (e che per questo ricorda maggiormente una collezione haute couture) che fa il giro del mondo e sfila in un hangar di Parigi, tra donne che impongono il loro essere femminile indossando sandali bassi e nascondendo il proprio volto con il trucco, come moderne indiane dal forte spirito modaiolo.


Vedi altri articoli su: Collezioni | Fashion Weeks | Parigi Fashion Week |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *