Cara Delevingne a Mulberry: voglio una borsa

La modella inglese, testimonial della prossima collezione A/I, vorrebbe che la maison realizzasse una borsetta col proprio nome

Quel terremoto di Cara Delevingne, una modella assolutamente non convenzionale.
Quel terremoto di Cara Delevingne, una modella assolutamente non convenzionale.
  • Quel terremoto di Cara Delevingne, una modella assolutamente non convenzionale.
  • Alexa Chung, la it-girl del momento.
  • la borsa Alexa di Mulberry.
  • Lana del Rey
  • La cantante Lana Del Rey.
  • Il modello Lana di Mulberry.
  • L'icona dell'eleganza, la Kelly di Hermes.
  • Una versione della Kelly di Hermes in pelle di struzzo.
  • Grace Kelly, Principessa di Monaco.
  • Sono eterne le liste d'attesa per avere una Birkin di Hermes.
  • Magnifica Jane Birkin, che ha ispirato la creazione di quella che una buona parte di universo femminile considera
  • Lady Dior, in onore di Lady D.
  • La principessa Diana è stata omaggiata da Dior durante una visita ufficiale in Francia.
  • Modello Gucci, la nuova Jackie.
  • Jackie alla Casa Bianca.
  • Jacqueline Kennedy Onassis
  • Per la modella inglese Kate Moss il brand italiano Liu Jo ha creato la Kate.
  • A Sofia Coppola la maison Louis Vuitton ha dedicato la borsa SC.
We love Cara! Sì, ci sentiamo in pieno diritto di ammettere le nostre debolezze per questa giovanissima modella inglese, che fuori dai riflettori riesce ad essere spontanea e a non prendersi mai sul serio. È per questo che abbiamo deciso di appoggiare in pieno la sua richiesta, quanto mai giustificata: ma perché Alexa Chung e Lana del Rey sono state omaggiate dalla maison Mulberry con una borsa che portava il loro nome, e io no?

Cara vuole una borsa!

Proprio così, la notizia è fresca fresca: Cara Delevingne sarà la testimonial della prossima campagna autunno-inverno 2013/2014 della maison di accessori inglese Mulberry, campagna fotografica a firma del geniale Tim Walker. Cara Delevingne è anche una grandissima fan di Mulberry e ha affermato che la sua creazione preferita è la “Cara”, che però non esiste ancora, lei stessa vorrebbe mettere mano ed estro artistico al servizio della casa di moda per realizzarla, perché, diciamocelo, «c’è bisogno di una borsetta Cara, no?», ammette la Delevingne all’edizione inglese della rivista Grazia.

Dalla Kelly in poi

Le borse Alexa e Lana firmate Mulberry sono solo l’ultimo caso di designer e brand che provano immensa gioia nel vedere le loro creazioni al braccio di dive e star: la borsa per eccellenza che ha aperto questa strada è la Kelly di Hermés, che la maison francese ha deciso di dedicare a Grace Kelly dopo che la principessa di Monaco l’aveva sfoggiata in una fotografia finita sulla copertina del magazine Life nel 1956 (e la leggenda vuole che sia stata utilizzata per coprire le prove di una gravidanza non ancora annunciata alla stampa).

Ma la maison francese non perde tempo e mette in campo una doppietta realizzando, nel 1984, la divina Birkin, e questa volta creata appositamente per l’attrice Jane Birkin. Si narra che l’allora presidente del brand francese incontrò la bella attrice su un volo e la vide cercare qualcosa nella sua borsetta, lamentandosi che nelle proprie borse non si trova mai niente! Detto fatto: sorella più sportiva e pratica della Kelly, ma altrettanto bella se non di più, la Birkin bag negli anni ha visto infinite versioni, con colori accesi e pelli preziose.

Oggi come allora (o quasi…)

L’operazione funziona ed è così che nascono anche le borse Lady Dior di Christian Dior creata per la principessa Diana, la Jackie di Gucci, ovviamente in onore di Jacqueline Onassis, quando ancora erano le principesse e l’alta società a dettare legge in fatto di eleganza. Oggi sono le it-girl, le ragazze alla moda, le pop star e le modelle, con il loro street style ad essere il punto di riferimento della moda, vedi le borse Alexa e Lana di Mulberry, e la Kate firmata Liu Jo e dedicata alla modella Kate Moss.


Vedi altri articoli su: Borse | Borse firmate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *