Brillantino al dente: come si fa e quanto costa

Volete impreziosire il vostro sorriso con un brillantino al dente? Ecco tutto quello che dovete sapere!

Brillantino al dente: come si fa e quanto costa
Brillantino al dente: come si fa e quanto costa

Il brillantino al dente è un vezzo sbucato fuori dal passato (le decorazioni dentali erano utilizzate già dagli Egizi e dai Maya) e diventato un vero e proprio must del presente.

L’idea di impreziosire il sorriso con una piccolo cristallo è senz’altro molto glamour, ma guardatevi dall’improvvisare.

Scoprite qui come si fa e quanto costa indicativamente un’applicazione a prova di rischi!

Come si mette il brillantino al dente?

L’applicazone del brillantino al dente è un’operazione facile, veloce e assolutamente non dolorosa.

Ma perché sia fatta in modo corretto e senza rischi per la salute, è importante affidarsi a uno specialista. Se volete impreziosire il vostro sorriso, rivolgetevi a uno studio dentistico.

I centri estetici che propongono questa pratica non offrono le stesse garanzie di un professionista del settore, mentre è assolutamente da evitare l’uso dei kit fai da te che si trovano in commercio.

Di solito, il brillantino viene applicato a uno degli incisivi superiori e può avere forma e colori diversi. Ma un piccolo cristallo trasparente e rotondo rimane l’opzione più elegante.

Il brillantino viene applicato con un metodo adesivo. Per prima cosa, il dente viene accuratamente pulito.

Poi, la superficie è sottoposta a una leggera smerigliatura (in gergo tecnico, mordenzatura) e viene steso un velo di una colla speciale, su cui è posizionata la pietra.

Quindi, viene effettuata la fotopolimerizzazione del fluido adesivo, che garantisce la tenuta del brillantino sul dente fino a diversi anni.

Diverso è il caso in cui vogliate “incastonare” nel dente un piccolo diamante o un’altra pietra preziosa. Questa operazione è decisamente più invasiva e prevede che venga effettuato un vero e proprio buco per accogliere il prezioso strass.

Di solito, gli specialisti la sconsigliano, non solo perché costituisce un fattore di stress per il dente, ma anche perché tornare indietro è complicato.

Se vi stancate del brillantino, la rimozione viene effettuata rapidamente e non lascia segni. Invece, se decidete di togliere una pietra incastonata, nel dente rimane un buco e dovete ricorrere a un’operazione di ricostruzione.

Quanto costa il brillantino al dente

Il costo del brillantino al dente dipende da diversi fattori. La dimensione e il materiale dello strass e lo specialista incaricato di effettuare il lavoro concorrono a stabilire il prezzo dell’operazione.

In linea generale, mettete in conto di spendere una cifra variabile da 50 a 80 euro per applicare un brillantino di dimensioni e materiale standard in uno studio dentistico.

In un centro estetico la spesa è minore, ma non avete le stesse garanzie e di solito la durata del brillantino è inferiore. Si parla di alcuni mesi contro 2 o 3 anni.


Vedi altri articoli su: Trend |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *