Abito da cocktail: come sceglierlo

Sinonimo di fascino, eleganza e femminilità, l’abito da cocktail è l’immancabile protagonista del guardaroba femminile, un vero e proprio passe-partout da indossare nelle occasioni speciali.

Max Mara abito senza maniche in tessuto jacquard e lurex, dalla linea svasata e con balza al fondo. Girocollo profilato in velluto in contrasto di colore.
Max Mara abito senza maniche in tessuto jacquard e lurex, dalla linea svasata e con balza al fondo. Girocollo profilato in velluto in contrasto di colore.
  • Max Mara abito senza maniche in tessuto jacquard e lurex, dalla linea svasata e con balza al fondo. Girocollo profilato in velluto in contrasto di colore.
  • Abito nero Max Mara in cady decorato con ampio drappeggio asimmetrico, e un motivo di micro paillettes in vita. Maniche ad aletta. Chiusura invisibile sul retro.
  • Pinko Angelica abito senza maniche dalla silhouette fasciante. Le linee pulite e minimal assicurano una mise sempre elegante.
  • Encyclia Pinko fantasie floreali riportate su pizzo dominano la superficie di questo abito. Gonna flared alternata da plissè e vita segnata da elegante cinturino.
  • Boca1abito femminile con una nota romantica con gonna in jacquard cloqué dalla silhouette flared e grafiche floreali astratte ad effetto metallico.
  • Armani vestito bianco in cady con maniche corte e collo tondo e dettaglio cintura.
  • Armani tubino blu in misto viscosa senza maniche.
  • Asos vestito con gonna a pieghe morbide e tessuto leggero. Decorazione con perline.
  • H&M abito attillato e lungo fino al ginocchio in jersey con bordi tagliati a vivo. Maniche corte e pinces davanti.
  • H&M abito corto in tessuto con pinces. Maniche corte e cerniera nascosta sulla schiena.
  • H&M abito lungo fino al ginocchio in tessuto leggermente elasticizzato. Modello senza maniche e con corpetto aderente.
  • H&M abito corto e dritto in chiffon. Maniche lunghe a raglan con passamanerie ricamate e frange a fondo manica. Fodera in jersey.
  • Luisa Spagnoli abito in seta e jersey con dettagli floreali.
  • Mango vestito senza maniche in tessuto testurizzato con pinces sulla spalla, chiusura a zip posteriore e fodera interna.
  • Mango vestito in tessuto elasticizzato con scollo a V e maniche a 3/4 più dettaglio increspato laterale. Chiusura a zip nella parte posteriore e fodera interna.
  • Abito nero Max Mara in cady decorato con ampio drappeggio asimmetrico, e un motivo di micro paillettes in vita. Maniche ad aletta.


La moda dell’abito da cocktail risale agli anni ’40 quando le dive del cinema indossavano questo capo d’abbigliamento durante gli eventi pomeridiani, da ciò deriva il suo particolare nome. Oggi la moda lo ha rilanciato e riadattato ai nostri tempi, cosicché questa mise ha finito per occupare un posto fondamentale nel guardaroba femminile.

Per ogni donna la scelta dell’abito più giusto da indossare dipende principalmente dall’evento a cui bisogna partecipare. Sì, perché la moda di fronte all’ampia possibilità di scelta, impone regole ben precise per evitare di sentirsi fuori luogo nelle occasioni importanti.

L’abito da cocktail è un tipo di abito semplice, da indossare durante gli eventi semi-formali, si tratta di un capo meno elaborato del classico abito da sera, adatto invece alle occasioni formali, come una prima di teatro o un matrimonio serale.

L’abito da cocktail può avere diverse tipologie di taglio e lunghezza, ed è proprio quest’ultima ciò che lo caratterizza maggiormente. La lunghezza può variare da sopra il ginocchio fino a poco più sopra delle caviglie, in questo caso si parla di “abito da tè” mentre, se il vestito raggiunge le caviglie si parla di “lunghezza ballerina” ma, in questo caso, già ci dirigiamo verso gli abiti da sera.

Quando si indossa un abito da cocktail?

In genere è perfetto per partecipare a tutti gli eventi semi-formali che hanno luogo fino a tardi pomeriggio. Quindi, via libera all’abito da cocktail se l’evento al quale devi partecipare è un aperitivo di lavoro oppure un matrimonio che si svolge di mattina. Inoltre, con l’avvicinarsi delle feste natalizie questa mise è perfetta da indossare se devi partecipare a un Christmas party fra amici dove vuoi sentirti sofisticata e assolutamente glamour oppure a un pranzo di Natale un po’ più elegante e formale del classico pranzo in famiglia. Questi abiti rappresentano il must-have per tutte le donne che vogliono sentirsi perfette, impeccabili ed eleganti ma, al tempo stesso, non eccessivamente formali.

Anche il colore gioca un ruolo fondamentale nella scelta del vestito perfetto. Ovviamente il nero è  il colore elegante per eccellenza, basti pensare al sofisticato tubino nero che, pur nella sua semplicità, esprime un fascino e un’eleganza senza tempo.

Oggi la moda propone abiti da cocktail colorati, dalle tonalità più accese che vanno dal rosa al ciclamino, fino ad arrivare al giallo, all’arancione, al rosso, al verde acqua e al blu. Sono tantissime le soluzioni tra cui scegliere, devono però essere attentamente selezionate in base alla stagione e, soprattutto, alle proprie esigenze di stile. Quindi, se l’evento a cui devi partecipare è un matrimonio, il tuo abito da cocktail non potrà mai essere nero, anche il bianco (non si ruba mai la scena alla sposa!) e il rosso (secondo qualche tradizione folcloristica tipicamente associato al ruolo dell’amante) sono banditi, per cui in questo caso prova ad optare per colori pastello, chic e delicati, oppure osa con fantasie floreali, che ricordano tanto l’amato stile anni ’50.

Importante nella scelta dell’abito da cocktail è anche il tessuto. Via libera ad abiti in chiffon, pizzo, seta e georgette, dai tagli lineari, eleganti e dalle linee pulite, per sentirsi al passo con le tendenze e affascinanti. Fuori luogo è il broccato in quanto troppo elaborato e gli abiti con inserti o dettagli in jeans che risultano eccessivamente informali ed easy-going.

Altro dettaglio fondamentale per l’abito da cocktail è la scollatura che non deve essere troppo esagerata, per cui sì a vestiti con lo scollo a barchetta o a girocollo, magari senza maniche o senza spalline da indossare con un elegante copri spalla, sì anche al classico scollo a “V” ma con moderazione, guai a presentarsi con scollature importanti durante eventi pomeridiani, il rischio di essere fuori luogo è sempre in agguato, per cui la scelta del vestito deve essere fatta in  maniera oculata.

A completare la mise sono gli accessori, perché pur trattandosi di occasioni ed eventi semi-formali tutto deve essere perfetto: trucco, capelli, borse e scarpe, nulla deve essere fuori posto o lasciato al caso, quindi massima attenzione a mixare questi elementi fondamentali per il mondo della moda.

L’abito da cocktail semplice, lineare e dal colore pastello può essere impreziosito con dettagli luminosi come ad esempio una spilla a forma di fiore da apporre sulla cintura oppure sulla spalla o ancora sulla scollatura. Se il tuo abito è accollato impreziosiscilo indossando un gioiello importante, magari un bracciale scintillante con un dettaglio floreale o a farfalla. Per quanto riguarda la scelta della borsa, l’abito da cocktail predilige la pochette o la clutch, quindi sì alle borse piccole dal taglio semplice ma glamour, eleganti e assolutamente romantiche. Le scarpe da abbinare sono rigorosamente con il tacco, guai a presentarsi con sneakers, biker boots o cuissardes decisamente esagerate. La scarpa perfetta da indossare dipende anche dalla stagione, sì a sandali gioiello open-toe se l’evento è un matrimonio e si svolge in primavera-estate, invece in autunno e inverno via libera alle intramontabili e amatissime décolleté.

 


Vedi altri articoli su: Abbigliamento | Cosa mi metto |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *