Blazer, i modelli più belli dell'autunno

Blazer: i modelli più belli dell’autunno

Il blazer sarà la giacca protagonista di questo autunno 2019. Tante proposte diverse dai brand dell’alta moda e da quelli low cost. Scoprite i modelli più belli.

Tra i numerosi modelli di giacca possibile di questo autunno il blazer, versatile, pratico e raffinato, sarà il vero modello cult. In grado di trasformare il nostro outfit durante tutta la giornata. La giacca è il capo scelto da molte donne per la mezza stagione. Un perfetto passe-partout da indossare in autunno, così come in inverno. Il blazer, in particolare, sarà il modello di giacca glamour in questo autunno. Lo ritroveremo inoltre in inverno sotto mantelle, cappe, cappotti, trench e eco-furs. Proposta di forte tendenza il blazer maschile dal taglio sartoriale, gessato e non. I fashion designer per il prossimo autunno hanno dato via libera ad una copiosa possibilità di tagli, tessuti e colori a cui poterci ispirare.

Da dove arriva il blazer?

Il blazer è nato in Inghilterra, originariamente appartiene al solo mondo maschile e in particolare a quello della marina. Successivamente entrerà a  far parte del mondo dei club sportivi inglesi. È una giacca sportiva maschile, doppiopetto, di linea ampia, foderata. In alcuni casi con uno stemma ricamato sul taschino.

La fortuna di questo modello di giacca risale al 1837. Il comandante della HSM Blazer, una nave da guerra della Royal Navy, ordinò ai fornitori della marina inglese di creare una giacca per il suo equipaggio. Stanco delle divise a strisce bianche e blu, fece realizzare una giacca più comoda. Larga in vita e a doppio petto, blu e con bottoni dorati, con tasche comode. In tessuto resistente come il cotone e per l’inverno di panno o fresco-lana.


L’equipaggio indossò la nuova giacca in occasione della visita della Regina Vittoria. Rimasta affascinata dal taglio e l’eleganza di questa nuova giacca, la Regina la proclamò modello ufficiale della divisa della Royal Navy inglese. Prese il nome proprio dalla nave HSM Blazer.

Con il passare degli anni la giacca blazer scende dalle navi da guerra ed entra nei club sportivi ed esclusivi inglesi. Si lega in questo modo al ceto alto borghese e aristocratico. Intorno agli anni venti del 1900, si arricchisce nei tessuti a righe dai toni forti, o nei colori intensi della tinta unita come il verde, il bordeaux, il blu.

Arriva poi nei college, ma nella versione corta stile Eaton con lo stemma sul taschino. Sale sugli yacht e si afferma nei club di canottaggio, indossato su una camicia o una polo.

Non si ferma qui! Nello stesso periodo degli anni ’20 la giacca blazer entra, senza mai più uscirne, nell’universo femminile. Grazie alla nascente moda di quegli anni, strettamente legata ad una ispirazione di stile maschile come quella della prima Chanel, il blazer comincerà la sua ascesa inarrestabile nella moda femminile.

I primi modelli vennero realizzati proprio da Chanel in tweed, indossati su gonne a pieghe o pantaloni larghi. Ritornato in voga negli anni ’80, con spalla larga e dalla silhouette morbida e cadente, diventerà il blazer della donna manager votata alla carriera

Sebbene negli anni ’90 si riconferma lo stesso taglio, al blazer si aggiunge una spalla esagerata. Si applicano inoltre paillettes nelle versioni più eleganti e diventa così una giacca da poter indossare h24.

A cosa è dovuto il suo successo?

Il blazer ha la particolarità di essere un capo di abbigliamento comodo e assolutamente versatile, perfetto per il tempo libero, per l’ufficio o per la sera. La texture e il taglio saranno decisivi per la scelta del nostro outfit. Potrà essere abbinato a pantaloni dal taglio classico e ampio, oppure con pantaloni stretti. Anche il blazer spezzato, con jeans a vita alta, come la moda di quest’anno richiede, sarà di sicuro molto glamour. Sarà un capospalla che ci accompagnerà in diverse occasioni, location e per l’intera giornata.

Quali sono i blazer più belli dell’autunno

Vediamo insieme quali sono le proposte dei modelli più belli per l’autunno. Arrivano soprattutto e direttamente da famosi cuturier e dal fast fashion. L’intramontabile blazer dal taglio classico. Sartoriale maschile, gessato, dall’animo tailoring, potrà essere indossato con tacchi alti o bassi, o in chiave moderna con sneakers o ankle boots. La scelta del tessuto potrà ricadere appunto sul gessato, il tweed, il tartan, il pied de poule e il Principe di Galles.

Dior

In tartan multicolor la proposta di Dior per la collezione autunno inverno 2019-20. Doppio petto dal taglio classico sartoriale e slim.

Chanel

Di rilevante spessore invece il blazer corto in tweed Chanel style. Riproposto anche lungo nelle nuove e moderne interpretazioni: ad esempio di Balmain maxi-side con inserti in denim nero.

Se parliamo di tweed non può non tornarci in mente la sfilata in onore di Lagerfield che ha commosso l’intero mondo fashion.

Gucci

Il blazer in tweed della proposta di Alessandro Michele, per Gucci, è tutt’altro che scontata. Malgrado siano presenti i temi cari a Chanel, il creative designer interpreta il tailorig Chanel in chiave moderna. Infatti va oltre il solo contesto fashion, per arrivare a proporre un outfit legato ad un idea di donna tutt’altro che scontata. Una sorta di provocazione, una denuncia contro gli stereotipi di bellezza e perfezione…la modella indossa una maschera priva di lineamenti.

Si potrà azzardare un look avant garde con un blazer nelle fantasie, addirittura animalier, o restare più classico nei colori dei toni caldi dell’autunno.

Altri brand

Proposto da Bottega Veneta nei colori energizzanti, vitaminici e fluo degli  anni ’80, come il giallo limone. Il rosso scarlatto la scelta di Dolce & Gabbana. Da Max Mara i classici gessati, di raffinata bellezza,e le proposte del blazer lungo nelle tinte calde e decise del blu elettrico, azzurro e giallo. Il blazer lungo e nero indossato da solo, o su un mini abito, sarà certamente adatto per una look da sera. Rigorosamente su cuissardes e a doppiopetto, si potrà indossare anche con cintura in vita. Ma anche il blazer doppiopetto, modello di grande tendenza, sarà da indossare da solo con cinta in vita e cuissardes, come fosse un mini abito.

Blazer in velluto

Il velluto arricchisce il blazer di ispirazioni provenienti dagli anni ’70. A coste, nei colori del verde muschio, bordeaux e nei toni autunnali come il beige, marrone e moro, dona alla giacca un allure sportiva. Ricorda il mondo dell’equitazione e lo stile country. Se la scelta cade sul velluto liscio il nero, il pervinca o il verde petrolio renderanno, al contrario, il nostro oufit sicuramente più elegante. Il blazer in velluto proposto da Balmain è gessato in lurex, spalla extra-over, indossato come un mini-dress. A disegnare il punto vita una alta cinta alta a fascia. Alexa Chung nella sua collezione autunno inverno 2019-20 rivisita il blazer gessato in chiave velvet, slim a tre bottoni, con pantalone a completo.

Blazer in pelle

Per il blazer in pelle molte le proposte dai catwalk alle quali sarà difficile resistere. Corto e dal taglio slim, lungo, monopetto, doppiopetto, con tasche a patta o senza tasche. La proposta di Tod’s per la collezione autunno inverno 2019-20 è un blazer dal pellame morbido, mono bottone.

Il bold blazer

Ovvero la giacca oversize, dai volumi geometrici e dalle spalle esagerate anni Novanta. Confermato già dalla scorsa estate 2019 il bold blazer è la giacca XXL con spalla anni ’90 imbottita. Infatti, come il boyfriend jeans, sembra rubata dal guardaroba del nostro amico. Molte le interpretazioni dei fashion designer per  un look  di ispirazione maschile che le donne trovano perfetto nel look quotidiano.

Per Celine, il blazer di questo autunno rimane gessato dal taglio classico: doppio petto e maxi-size. L’abbinamento con la fantasia animalier zebrata dell’abito, altro must have di stagione, lo rende moderno e audace. La scelta del blazer dal fit oversize potrà essere anche più informale. Arricchito in vita con una cinta in pelle, alta o fina, sarà di grande aiuto alle silhouette meno magre. Il blazer denim fit over è la nuova proposta firmata Balmain.

I blazer del fast fashion

Tra i brand del fast fashion Zara propone una vasta scelta di blazer che riprendono le tematiche dei grandi brand. La sua proposta del pied de poule, con cinta alta in vita, rimane legata all’abbinamento check con pantalone stretto. Per Shein il blazer diventa doppiopetto, a tre bottoni e indossato come miniabito. H&M tra le tante alternative ci suggerisce la giacca doppio petto a tre bottoni beige scuro. Un colore caldo da indossare in autunno.



Taglie Woolrich: come vestono parka, giubbotti e giacche
Abbigliamento

Taglie Woolrich: come vestono parka, giubbotti e giacche

Abbigliamento

I completi in stile maschile tornano alla ribalta

Inverno in tweed, i pezzi must have
Abbigliamento

Inverno in tweed, i pezzi must have

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!
Abbigliamento

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!

Second-hand fashion tutti i benefici
Abbigliamento

Second-hand fashion tutti i benefici

Il colore lavanda sarà il colore dell'inverno
Abbigliamento

Il colore lavanda sarà il colore dell’inverno

Abbigliamento

Quali colori indosseremo nell’autunno inverno 2019/2020?

Abbigliamento

5 look da sfoggiare in autunno

Milano Fashion Week 2019: le tendenze
Fashion Weeks

Milano Fashion Week 2019: le tendenze da aspettarsi

Dal 17 al 23 settembre, la Milano Fashion Week 2019 porta in passerella le tendenze della Primavera/Estate 2020. Cosa c’è da aspettarsi?

Leggi di più