Viaggio di nozze in America Latina

Sud America, un territorio da sogno e sconfinato, per chi desidera un viaggio di nozze tra trekking e paesaggi mozzafiato

Cordillera Blanca in trekking
Cordillera Blanca in trekking
  • Cordillera Blanca in trekking
  • Cordillera Bianca / wikipedia
  • Illimani, La Paz, Bolivia / wikipedia
  • Valle de Elqui, Pisco / @flickr / aguslepe
  • Arequipa, Peru / wikimedia
  • Canyon de Colca, Arequipa / wikimedia
  • Lago Titicaca, Peru / wikimedia
  • Sajama, National Park / @flickr / payorivero
  • Salar de Uyuni / wikipedia
  • Cascate di Iguazù / wikipedia
  • Parco Nazionale Terra del Fuoco / wikipedia
  • Punta Tombo, Pinguino Di Magellano / @flickr / aprile24
  • Monte Fitz Roy / wikipedia
  • Valles Calchaquies, Salta / wikipedia
  • Valle della Luna, Cile / wikipedia
  • Deserto di Atacama / pixabay / Simon
  • Geyser El Tatyo / wikipedia
  • La Porta della Luna nel complesso di Tiwanaku, Bolivia / wikipedia
  • Cuzco / wikimedia
  • Machu Picchu / wikimedia
  • Rio de Janeiro, Brasil,Pão de Açúcar / wikimedia
  • Parque das Aves / wikipedia
  • Cerro Paranal / wikipedia
  • Santiago, Cile / wikipedia
  • Puerto Montt / wikimedia
  • Cuernos del Paine, Cile / wikimedia
  • Vulcano Cayambe / wikimedia
  • Salinas di Guaranda / wikimedia
  • Isole Galapagos / wikipedia

Bellezza ambientale, ricchezza di risorse naturali e territoriali, storia e gente delle Ande sono tutti elementi a favore dell’America Latina, per farne la meta del viaggio di nozze. Dopo i preparativi del matrimonio seguendo un calendario serrato, finalmente due settimane per riposarsi e vivere una fantastica avventura insieme. Il Sud America ha qualcosa di speciale a partire dalle montagne dove fare trekking alle cascate, dalla selva amazzonica alla natura selvaggia, dove non esiste addomesticamento di sorta.

Mete da non perdere

Ecco alcuni suggerimenti sulle tappe del viaggio per non perdersi le meraviglie naturali di questo paese.

  • Parco naturale a Pisco costellato da scogliere, isole abitate da leoni marini e deserti a picco sul mare
  • Arequipa, in Perù, di cui sono bellissimi il centro e i musei
  • il Canyon de Colca, dove avvistare i condor mentre risalgono uno dei più profondi canyon al mondo e i lama nel percorso che porta al Canyon
  • il Lago Titicaca di un blu cobalto che lascia a bocca aperta, anche per il contrasto di colore delle case costruite sulle isole galleggianti
  • la Cordillera Andina della Bolivia, aspra e selvaggia, dove fare trekking
  • il Parco di Sajama al cospetto della cima più alta della Bolivia, con i suoi vulcani e le acque termali di cui godere durante l’escursione
  • le miniere di Potosì e il Salar de Uyuni, lago salato ai confini con il Cile e dalle dimensioni sconfinate
  • le Cascate di Iguazù, uno dei posti più incredibili per i salti d’acqua alti centinaia di metri, sono situate in zona sub tropicale, sul confine con il Brasile e il Paraguay.

Quando andare e condizioni climatiche

In genere il periodo migliore per il viaggio di nozze in America Latina è l’estate italiana, che per l’altra metà dell’emisfero corrisponde all’inverno. In questo periodo si possono visitare anche le zone andine.
Queste sono le quattro grandi regioni dell’Argentina:

  • le pianure fertili della Pampa nella zona centro-occidentale
  • il plateau della Patagonia nella parte meridionale fino alla Terra del fuoco
  • le piane subtropicali del Gran Chaco a nord
  • la catena delle Ande lungo il confine occidentale con il Cile.

Ciascuna delle quattro aree ha un clima a sè: fa molto freddo nelle zone meridionali e il clima è molto più mite in quelle settentrionali, la stagione indicata per visitare la zona settentrionale quindi  è quella invernale, tra giugno e settembre. Il centro del paese ha un clima temperato, è consigliato visitare la Pampa nelle stagioni intermedie, in autunno e primavera. Nel sud del Paese, in Patagonia, ad esempio, il clima è sub-artico, il periodo migliore per visitarlo è quello estivo, tra dicembre e febbraio. Le regioni patagoniche e la Terra del Fuoco sono, inoltre, caratterizzate dall’estrema mutevolezza del clima: dalle temperature di 20°C si passa rapidamente a bufere di vento e pioggia con drastico abbassamento delle temperature. Il vento è una costante della pampa patagonica. In Perù, la stagione turistica va da giugno ad agosto e coincide con la stagione secca, il periodo migliore per visitare il paese e per fare escursioni.

Spunti per itinerari

Tra Argentina e Patagonia. Superato lo stretto di Magellano, tra Cile e Argentina, si estende l’arcipelago della Terra del Fuoco. La Patagonia è costellata da fitte lagune, pianure steppiche e deserte, boschi di conifere e faggete, aree naturali protette, montagne e pareti, terreno perfetto per amanti di alpinismo e trekking.

Argentina del Nord con tour del vino attraverso Salta e le Valli Calchaquies. Da Buenos Aires ci si spinge verso l’estremo nord-est, al confine con Brasile e Paraguay dove si può visitare il Parco Nazionale Iguazù e le famose cascate. Qui vi si trova la comunità guaranì di Yryapu protagonista del progetto MATE (Modelo argentino para Turismo y Empleo). Procedendo in direzione opposta, verso nord-ovest e al confine con il Cile, gli altipiani, le vallate, i deserti di sale e le montagne multicolori governano il paesaggio. Dalla città Salta si procede alla volta delle “Valles Calchaquies”, qui è presente un’interessante iniziativa di turismo comunitario: un gruppo di famiglie della regione sud de Los Valles Calchaquies ospitano i turisti nelle loro case condividendo con loro la vita quotidiana, i pasti, le attività agricole e artigianali. Lasciando Salta e spostandosi a nord, ci si immerge tra le montagne della Puna dove poter ammirare la Quebrada de Humahuaca. I paesaggi lunari sono una cosa caratteristica di queste zone, volessimo intercettare due luoghi simbolo di una natura allo stato primordiale la scelta ricadrebbe sul deserto di Atacama, in Cile, e sulla famosa Valle della Luna tra i geyser di El Tatyo e i vari siti archeologici.

Tra Perù e Bolivia. Da Puno, che si trova sul lago Titicaca, si raggiunge la Bolivia e La Paz dove visitare il complesso archeologico di Tiwanaku. Altro pit-stop è Copacabana. In questo percorso si ha un’occasione più unica che rara: scoprire da vicino il mondo incaico e andino tra Lima e Paracas, una riserva naturale delle isole Ballestas, situata tra Nazca e Palpa, famose per i disegni che sono realizzati direttamente sul suolo, e la città bianca di Arequipa. Superata la Cordillera, si raggiunge Puno e l’isola Taquile. Un’altra tappa potrebbe essere Cuzco, è un’antica capitale inca con tipico clima andino: anche a luglio il freddo è pungente, il cielo azzurro e le montagne verdi. Tra le attrazioni di Cuzco ci sono le antiche rovine incaiche dove il panorama della valle mozza il fiato, superato il “Tunnel del Puma” si arriva a un bellissimo belvedere da cui mirar il Tempio del Sole. Machu Picchu e la Valle Sacra, Tambomachay con il suo bellissimo “bagno dell’Inca”, la fortezza rossa di Puca Pucarà, il santuario rupestre di Kenko e la fortezza di Sacsayuaman, il Canyon del Colca, il Parco Nazionale del Manu riserva di Tambopata sono altre tappe imperdibili.

Brasile. Partendo da Rio De Janeiro, collocata tra spiagge incantevoli e una catena montuosa coperta da foreste tropicali, c’è il famoso Corcovado della Cidade Maravilhosa, il Pao de Açucar, il Jardim Botanico, i luoghi della vita bohemien e della samba. Sulla frontiera tra Brasile, Argentina e Paraguay c’è Foz de Iguaçu, qui è doverosa la visita al magnifico Parque das Aves con imponenti cascate. A Pernambuco c’è Olinda, antica città coloniale, e il famoso punto panoramico “l’Alto da Sé”; poi il Parco Naturale di Bonito per gli amanti dell’avventura. Tra le altre c’è anche la città “calda” di Salvador de Bahia, Piauì e le bellezze naturali del Delta del fiume Parnaiba, il Parque Natural de Sete Cidades e il Parque Ambiental Encontro das Aguas.

Nord del Cile, attraverso il Deserto di Atacama, la città Serena, San Pedro e la Valle dell’Elqui e la Valle della Luna. Al Cerro Paranal, un monte della Cordigliera, si trova l’osservatorio astronomico.

Il Cile da nord a sud, partendo da Santiago e attraversando Valparaiso e Vina del Mar, poi il deserto di Atacama e la Valle della Luna, il salar e i geyser del Tatio. Da Calama, in aereo, si può raggiungere Puerto Montt e Puerto Varas, dove ammirare la zona dei laghi e dei vulcani. All’estremo sud con Punta Arena si può far visita alle torri del Paine.

Ecuador, Amazzonia e Galapagos. Da Quito si percorre la Panamericana, la strada che porta a Otavalo. Sono doverose alcune soste per osservare le cime dei vulcani Cayambe e Imbabura, dalla via dei vulcani si può scorgere anche la cima imbiancata del vulcano Cotopaxi. Dall’Altopiano dell’Arenal si procede verso Salinas di Guaranda per, poi, raggiungere il paesino di Cachisagua e visitare il sito incaico di Ingapirca. Cuenca è tra le città coloniali più belle.


Vedi altri articoli su: Viaggio di nozze |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *