Corredo sposa: cosa non può mancare

Lenzuola, tovaglie, asciugamani e molto altro. Ecco tutto ciò che occorre per arredare perfettamente il proprio nido d'amore

Pizzo, ricami o biancheria comoda? Scegliete il corredo sposa che fa per voi
Pizzo, ricami o biancheria comoda? Scegliete il corredo sposa che fa per voi
  • Pizzo, ricami o biancheria comoda? Scegliete il corredo sposa che fa per voi

Il corredo della sposa intenso in senso classico ha perso il suo fascino, lasciando invece spazio alla praticità e ai gusti della moda. Sopratutto nel Sud Italia,  ma anche al Nord, si usava acquistare i pezzi del corredo sin da quando la bimba aveva 7 anni, come se all’improvviso potesse apparire sull’uscio della porta il principe azzurro. Si riempivano bauli di lenzuola, asciugamani, strofinacci, coperte e poi batterie di pentole di acciaio, teiere, tazze, posate d’argento e tanto altro,  quasi come se si avesse il timore che da un giorno all’altro tutte queste cose sarebbero scomparse, spendendo ovviamente cifre da capogiro. Per fortuna una madre “illuminata” ha spezzato questa usanza, diffondendo il suo verbo a tante altre, decidendo di occuparsi del corredo solo dopo la proposta di matrimonio avvenuta. C’è da dire inoltre che il corredo non è più affare solo della sposa, ma della coppia che può decidere di creare una lista nozze e inserire ciò che più gli piace o che manca per il proprio nido d’amore. Inoltre è anche possibile preparasi da sé alcuni pezzi del corredo, ideale se si vuole un matrimonio handmade in tutti i suoi dettagli. In ogni caso, cosa non può mancare in un corredo della sposa? Ecco l’elenco per un “corredo base” e classico.

Per la cucina

Strofinacci di lino e cotone: di questi almeno una decina perché sono molto utili. Per quanto riguarda i grembiuli, il galateo indica 4 pezzi, ma due sono più che sufficienti;  presine per le pentole, di queste almeno 6 perché non si sa come, ma quando servono non si trovano mai. Per la tavola sarebbe bene disporre di almeno 4 tovaglie di uso quotidiano e due per cene o pranzi importanti tipo le feste o ricorrenze varie. Se proprio non potete farne a meno anche un centrotavola, magari fatto all’uncinetto per rendere felice la mamma o la nonna.

Biancheria bagno

La biancheria deve comprendere una serie di set di asciugamani grandi e per ospiti, di cotone, ma anche di lino, ottimo se il vostro desiderio è quello di mettere su famiglia, in quanto perfetto per il sederino del neonato. Ovviamente due coppie di accappatoi, per lei e per lui

Per la camera da letto

La scelta della biancheria per il letto è sicuramente la più bella, ci si può sbizzarrire con lenzuola tinte pastello e delicate come lo champagne o il tabacco, piumone, copriletto, trapuntina per la mezza stagione e una coperta di lana. Per i copriletto e trapuntine è consigliabile la tinta unita così l’abbinamento con le lenzuola risulterà sempre perfetto. Un consiglio: prevedete qualche federa in più, in quanto si consumano in fretta e sono sempre in bella vista.

Per la sposa

Per la sposa è necessario aggiungere un po’ di biancheria intima sexy, come sottovesti, vestaglie e camicie da notte. A meno che non vogliate che vostro marito scappi dopo una settimana di matrimonio è meglio nascondere il vostro pigiama di flanella con gli orsacchiottini o le api cui siete tanto affezionate.

Corredo sposa moderno

A tutte queste cose, se amate la praticità e volete dare un’impronta più fashion al vostro nido d’amore potete aggiungere (o sostituire) alcuni pezzi che oggigiorno sono diventati indispensabili. Per la cucina tovagliette all’americana, comode, lavabili facilmente, e che non occupano molto spazio nei cassetti. Se si vuole dare un tocco più glamour, nel corredo moderno possiamo prevedere i runner, strisce di stoffa,  più eleganti delle tovagliette all’americana che, il galateo prevede vadano usate solo di giorno e assolutamente mai nelle occasioni formali.  Per il bagno un accessorio non di design ma di sicura praticità è la pedana tappetino poggiapiedi che molti usano per la piscina ma che è utilissima anche per la doccia di casa. Per la camera da letto non sottovalutate l’utilità di avere due (e non meno) caldi plaid, comodissimi per quando sprofonderete sul divano dopo una intensa giornata di lavoro o per i pisolini la domenica pomeriggio.

Il letto nuziale

Un discorso a parte si deve fare per la preparazione del letto nuziale. E’ tradizione che venga preparato da due giovani donne, possibilmente vergini e che le lenzuola siano pregiate e ricamate, insomma le più belle che avete. In questo caso si può chiedere una mano a zie o nonne che sicuramente saranno ben felici di occuparsi della biancheria per la vostra prima notte di nozze.

Dettagli

Il tessuto da prediligere in tutta la biancheria, dalla cucina, alla camera da letto fino al bagno è senza dubbio il cotone e il lino, anche se all’apparenza più semplici garantiscono la praticità nel lavaggio e la durata nel tempo. Come quantità dovrete calcolarla voi in base alle vostre esigenze. Non potrete fare lavatrici tutti i giorni quindi è bene prevedere qualche pezzo in più, senza però riempire armadi e cassetti con 20 lenzuola matrimoniali, 50 asciugamani o 10 tovaglie ricamate. Per evitare di spendere un patrimonio potreste fare un elenco di ciò che vi occorre un anno prima, così da approfittare dei periodi dei saldi invernali ed estivi e acquistare plaid e coperte di lana o lenzuola di lino e splendide camicie da notte di cotone o seta a prezzi più vantaggiosi. Per quanto riguarda i colori del corredo –chiunque vi dirà di acquistare biancheria bianca o colori leggeri, che non passano mai di moda e non stancano, in ogni caso se le lenzuola sono belle, anche se a fantasia, lo resteranno per sempre ai vostri occhi… e poi diamo un po’ di colore alla nuova casa, è pur sempre il vostro nido d’amore!


Vedi altri articoli su: Eventi Wedding | Ricevimento matrimonio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *