Vaccini Regione Lombardia
Mamma

Vaccini: la Regione Lombardia risponde ai dubbi delle mamme

Per favorire una corretta informazione la Regione Lombardia ha predisposto un sito e una app dedicati.

Che cos’è una vaccinazione? Vaccinare un bambino a soli 2 mesi non è troppo presto? I vaccini causano l’autismo? Per rispondere a questa domande e fare chiarezza sui dubbi che assillano le mamme quando arriva il fatidico momento di decidere per i propri figli, la Regione Lombardia ha lanciato la campagna “Vaccini. Informarsi bene non fa male”.

Come spiegato dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera, l’obiettivo è quello di fornire loro “informazioni approfondite e autorevoli sul tema” per convincerle (non per obbligarle) dell’importanza di vaccinare i bambini.

A tal fine, la Regione si è affidata a un team di esperti e ha creato un portale e una app, con “un approccio di dialogo e condivisione”, che forniscono tutti gli strumenti necessari per fare chiarezza sull’argomento e spazzare via timori infondati, false credenze e “bufale” tout court.

https://www.youtube.com/watch?v=rkGwnh-xZNE#action=share

Le mamme chiedono, Wikivaccini.com risponde

Un’indagine esplorativa condotta dall’istituto GPF Research su un campione di 800 mamme con figli fino a 12 anni residenti in Lombardia ha rivelato che il 26% non ha le idee chiare sui vaccini e il 57% nutre dei dubbi sulla loro sicurezza.

Per questo motivo, la Regione ha ritenuto opportuno mettere a loro disposizione uno strumento per reperire tutte le informazioni necessarie a formarsi una corretta opinione sull’argomento, creando il portale wikivaccini.com.

Sul sito è presente una sezione dedicata alle FAQ, dove sono presenti video di esperti che rispondono in maniera chiara e puntuale alle più comuni e diffuse domande sul tema e link di approfondimento, e una dove vengono offerti alcuni consigli per orientarsi nel mare magnum delle pubblicazioni sul tema e selezionare quelle che garantiscono contenuti controllati e validati scientificamente.

Dal portale è anche possibile accedere a un elenco delle Agenzie di Tutela della Salute (i cui specialisti, insieme al pediatra e al medico di base di riferimento, sono disponibili per approfondire l’argomento e dirimere eventuali dubbi) e consultare una sintetica storia delle vaccinazioni, che illustra i grandi benefici apportati alle attuali generazioni.

App Wikivaccini: tutto quello che c’è da sapere sui vaccini in un click

Per accompagnare le mamme durante il percorso decisionale in tema di vaccini, la Regione Lombardia ha messo a punto l’app Wikivaccini, che sarà disponibile a breve sul portale wikivaccini.com per dispositivi iOS e Android.

Con questo strumento, le mamme avranno accesso a un servizio di FAQ (a cura di esperti del settore), a una mappa con i centri vaccinali, a un test per scoprire divertendosi quanto sono informate sull’argomento e al calendario vaccinale, che permette di pianificare sullo smartphone tutti gli appuntamenti vaccinali del bambino, semplicemente inserendo la sua data di nascita.



Graphic novel per ragazzi
Consigli per mamme

Graphic novel per ragazzi: fumetti per ragazzi e bambini

Buffet compleanno
Consigli per mamme

Buffet compleanno: idee per feste di compleanno per bambini

abitudini che i figli imparano dai genitori
Consigli per mamme

Tale padre, tale figlio. Tutte le abitudini che i figli imparano dai genitori

abbassare la febbre nei bambini in modo naturale
Consigli per mamme

Come abbassare la febbre nei bambini in modo naturale

Cinque cose da fare coi bambini in città d'estate
Consigli per mamme

5 cose da fare con i bambini se si rimane in città d’estate

Pigiami per bambini, quali scegliere in estate e i miglior brand
Moda Bimbi

Pigiami per bambini, quali scegliere in estate e i miglior brand

Giochi estivi con l'acqua
Giochi per bambini

Giochi estivi con l’acqua per bambini

Taglio capelli bambino: un taglio moderno, corto o lungo
Consigli per mamme

Taglio capelli bambino: un taglio moderno, corto o lungo  

3 thoughts on “Vaccini: la Regione Lombardia risponde ai dubbi delle mamme”

  1. Non abbiamo bisogno un app che getti altro fumo negli occhi! Abbiamo bisogno di studi indipendeti fatti dallo stato pagando i ricercatori o studi privati non finanziati dalle stesse case farmaceutiche che producono i vaccini, vogliamo poter scegliere quanti vaccini somministrare contemporaneamente, vogliamo che obblighiate chi produce vaccini a produrre i vaccini singoli o al massimo trivalenti.

I commenti sono chiusi.