Il catechismo dei bambini: tutto quello che c’è da sapere

In molte parrocchie il catechismo inizia in terza elementare, ma già dalla prima classe della primaria ai bambini e alle loro famiglie vengono proposti degli incontri di avvicinamento alla fede.

catechismo
Durante la lezione di catechismo i bambini ascoltano la parola di Dio, ma vengono coinvolti anche nella realizzazione di disegni

L’ora di insegnamento di religione, già a partire dalla scuola dell’infanzia, è facoltativa, ma le famiglie che desiderano educare i loro figli secondo i principi e i valori della religione cattolica possono, rivolgendosi alla parrocchia di riferimento, far vivere ai loro bambini esperienze profonde e di condivisione. I campeggi estivi, l’oratorio, il volontariato, ma soprattutto il catechismo, che permette ai più piccoli di avvicinarsi ai sacramenti.

La Chiesa dei più piccoli

“In quel tempo, furono portati a Gesù dei bambini perché imponesse loro le mani e pregasse; ma i discepoli li sgridavano. Gesù però disse loro: “Lasciate che i bambini vengano a me, perché di questi è il regno dei cieli”. E dopo avere imposto loro le mani, se ne partì”. In appena tre versetti il Vangelo di Matteo descrive molto bene come Gesù accoglie i bambini. Ed è con questo atteggiamento che le parrocchie aprono le loro porte ai bambini già a partire dalla prima classe della scuola primaria. Fino agli 8 anni, in moltissime parrocchie, non si può parlare ancora di lezione di catechismo, ma piuttosto di un avvicinamento alla Chiesa da vivere insieme alla famiglia. I sacerdoti invitano mamme e papà ad accompagnare i loro bambini alla messa domenicale organizzando per loro dei momenti di incontro con cadenza mensile, ma soprattutto invitano i genitori ad offrire un’opportunità, un’occasione ai loro figli. Partendo dalla convinzione che proporre non significa imporre, la Chiesa invita le famiglie all’incontro e al confronto perchè solo così è davvero possibile offrire ai più piccoli la possibilità di crescere nella libertà e di fare una scelta informata. Durante i primi incontri, che non possono ancora definirsi catechesi, i bambini sperimentano il valore dello stare insieme, dell’amicizia e del rispetto dell’altro e imparano le prime preghiere.

Il catechismo per vivere i sacramenti

E’ generalmente a partire dalla terza classe della primaria che i bambini iniziano a frequentare, un’ora alla settimana, la lezione di catechismo nelle aule dell’oratorio. In alcune parrocchie il catechismo inizia dalla seconda elementare, e la data d’inizio coincide sempre con l’avvio di tutte le attività dell’oratorio, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Si tratta di un percorso di preparazione alla Prima Confessione che in molte comunità viene fatto coincidere anche con la Prima Comunione, mentre in altre il bambino viene preparato alla confessione durante il terzo anno di scuola elementare, e alla comunione in quarta. Le catechiste, ragazze impegnate all’interno della parrocchia, ma anche mamme o nonne in pensione, guidano i più piccoli alla conoscenza di Gesù e del suo messaggio e lo fanno, il più delle volte, avvalendosi di un sussidio che ha l’obiettivo di favorire il confronto, lo scambio d’opinione e l’ascolto attivo. Sbagliato è però pensare a lezioni metodiche e didattiche: a catechismo, soprattutto i bambini più piccoli, realizzano disegni, ascoltano le parabole e vengono a contatto con il messaggio evangelico anche attraverso il gioco.

Ai bambini che stanno per ricevere il sacramento della comunione viene insegnato, con parole semplici e adatte alla loro età, l’importanza di avvicinarsi al sacramento in stato di grazia, cioè senza coscienza di peccato mortale, e il significato profondo del perdono. A catechismo i bambini imparano anche a conoscere i 10 comandamenti, i sette sacramenti, ma soprattutto la parola di Gesù raccontata dai quattro evangelisti.

Catechismo per ragazzi

Il percorso di catechesi che inizia tra la seconda e la terza elementare prosegue fino alla classe quinta della primaria e permette ai bambini di ricevere i sacramenti della confessione e comunione. A partire dalla prima media il catechismo assume un significato diverso. I ragazzi sono chiamati a vivere con maggior consapevolezza la loro fede e durante le lezioni ricevono spiegazioni su i doni dello Spirito Santo, sul valore della preghiera comunitaria e individuale, e ancora spiegazioni di alcuni momenti della Santa Messa, e vengono preparati al sacramento della Cresima che ricevono, a seconda delle parrocchie, tra la prima e la seconda media.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *