Emorroidi nei bambini: cosa fare?

Le emorroidi sono un problema fastidioso ma risolvibile con i giusti accorgimenti. Ecco alcune informazioni utili.

Un problema diffuso anche tra i bambini: le emorroidi.
Un problema diffuso anche tra i bambini: le emorroidi.

Le emorroidi sono dei cuscinetti vascolarizzati, situati nella parte finale dell’ano e deputati all’importante funzione di continenza fecale. Quando le emorroidi si dilatano troppo, portano alla formazione delle varici e alla tristemente nota malattia emorroidaria.

Generalmente questa malattia affligge la popolazione adulta ma qualche volta può manifestarsi anche nei più piccoli.

Nonostante il fastidio ed il disagio che le emorroidi recano, il problema può essere risolto e gestito con i giusti strumenti. Ecco alcuni consigli ready to use.

I sintomi

Se vi state chiedendo come fare per capire se si tratta di patologia emorroidea, osservate con attenzione il comportamento del vostro bambino e i segnali che provengono dal suo corpo.

Come è noto, i bambini piccoli non possono verbalizzare il disagio e così lo manifestano con il pianto che avverrà soprattutto al momento di un incontro ravvicinato con il vasino. Inoltre sarà possibile che riscontriate tracce di sangue nelle feci indipendentemente dalla loro consistenza. Sia diarrea che stipsi possono contribuire infatti all’insorgere del problema.

Quali sono le cause più comuni?

La patologia emorroidea ha nel bambino e nell’adulto le stesse cause.

Una delle più comuni è la stitichezza: lo sforzo addominale, unito all’abrasione delle feci indurite può contribuire alla dolorosa fuoriuscita delle emorroidi.

Un’altra causa nota è la dissenteria. I bambini infatti immersi tutto il giorno in ambiente scolastico, a stretto contatto possono facilmente passarsi virus intestinali. La dissenteria sia di natura virale che batterica non deve protrarsi per più di qualche giorno: in caso contrario è opportuno consultare subito il pediatra di riferimento.

La patologia emorroidea ha inoltre a che fare con l’alimentazione. Al giorno d’oggi sia gli istituti scolastici che lo stesso Ministero della Salute, attraverso circolari e campagne pubblicitarie, insistono molto sull’importanza di una dieta sana ed equilibrata.

Cosa fare per combattere questa patologia?

Prima di tutto per risolvere o comunque tenere sotto controllo le emorroidi, è importante proporre ai propri figli un’alimentazione ricca di acqua e fibre.

Nonostante le verdure e la frutta non siano il cibo prediletto dei giovanissimi, sono fondamentali per una corretta funzione intestinale.

Anche lo sport contribuisce a mantenere l’intestino in salute e ad allontanare il problema.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme | Malattie Bambini |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *